Archivi categoria: Campionati Italia

Calciomercato: il riassunto della sessione invernale 2024 chiusa con il colpo Alcaraz

(daniele amadasi) Ieri sera a Milano è calato il sipario sulla sessione invernale 2024 del calciomercato conclusa con i colpi last-minute firmati da Juventus e Roma con gli arrivi di Carlos Alcaraz dal Southampton e Tommaso Baldanzi dall’Empoli.
Una sessione di mercato che ha visto le tre big della Serie A, Inter, Juventus e Milan, fare solo piccoli necessari interventi firmati rispettivamente dagli arrivi del centrocampista canadese Tajon Trevor Buchanan a Milano sponda neroazzurra, del difensore portoghese Tiago Djaló,a Torino e del rientro in anticipo di Matteo Gabbia in rossonero dal prestito al Villareal, per rimpolpare il reparto difensivo di Mister Pioli che ha vito anche l’acquisto di Filippo Terracciano dal Verona.

Molto attive invece Napoli e Roma, soprattutto per le deficitarie posizioni in classifica, che hanno visto in casa partenopea, grazie alla ricca cessione di Elif Elmas al Lipsia, gli ingaggi del centrocampista ivoriano Hamed Traorè, dell’attaccante belga Cyril Ngonge e del mediano belga Leander Dendoncker, mentre alla corte dei giallorossi del neo allenatore Daniele De Rossi sono approdati il giovane difensore centrale Dean Huijsen ed il terzino spagnolo Angeliño, a fronte delle cessioni del terzino albanese Marash Kumbulla al Sassuolo e di dell’attaccante Andrea Belotti alla Fiorentina che ha anche ingaggiato Marco Faraoni dal Verona.
Doppiette mercato per l’Empoli con il centrocampista Szymon Zurkowski dallo Spezia e l’attaccante Alberto Cerri dal Como e per il Genoa, che dopo la cessione a caro prezzo di Radu Dragusin al Tottenham Hotspur per 30 milioni di € ha ufficializzato gli arrivi in attacco del portoghese Vitinha dall’Olympique Marsiglia e dal nigeriano David Ankeye dallo Sheriff.

Tris di ingaggi per Monza e Bologna con i brianzoli che hanno ingaggiato l’attaccante bosniaco Milan Djuric dal Verona, il centrocampista Daniel Maldini dal Milan e l’attaccante Andrea Zerbin dal Napoli, mentre in casa felsinea sono attivati il difensore difensore Mihajlo Ilic dal Partizan Belgrado, ed il centrocampista offensivo svedese Karl Karlsson dall’Halmstadt e l’attaccante danese Jens Odgaard dall’Alkmaar.
Attivissimi sul mercato anche il Torino (in difesa Lovato dalla Salernitana e Masina dall’Udinese, in attacco Okereke dalla Cremonese e Kabic dalla Stella Rossa Belgrado), il Verona (in difesa Vinagre dallo Sporting Lisbona e Centonze dal Nantes, a centrocampo Belahyane dal Nizza, Dani Silva dal Guimaraes e Mitrovic dalla Stella Rossa Belgrado, in attacco Noslin dal Fortuna Sittard, Tavsan dal Nec e Swiderski dal Charlotte), la Salernitana (in difesa Pasalidis dall’Ofi Creta e lo svincolato Boateng, a centroampo Basic dalla Lazio e Gomis dal Kasımpasa, in attacco Weissman dal Granada) ed il Frosinone (in difesa Bonifazi dal Bologna e Valeri dalla Cremonese, in mediana Vural dall’Hammarby ed in attacco Ghedjemis dal Rouen e Seck dal Torino).

In vista di giugno invece passi in avanti verso le rispettive fumate bianche a parametro zero da parte dell’Inter per il centrocampista polacco Piotr Zielinski del Napoli e l’attaccante iraniano Mehdi Taremi del Porto e della Juventus per il centrocampista offensivo brasiliano Felipe Anderson dalla Lazio.

@ Riproduzione Riservata

Supercoppa Italiana: edizione 2023 all’Inter nel ricordo di Gigi Riva

(daniele amadasi)   Nel ricordo di Gigi Riva, scomparso all’età di 88 anni poco prima del fischio d’inizio della finalissima, l’Inter si è aggiudicata questa sera, lunedì 22 gennaio, l’edizione della Supercoppa Italiana 2023 superando al King Saud University Stadium di Rihad in Arabia Saudita il Napoli di misura per 1-0.

A decidere l’atto conclusivo della Final Four della Supercoppa Italiana 2023 la marcatura messa a segno al minuto da 91′ dal capitano dell’Inter Lautaro Martinez, che ha permesso ai neroazzurri di superare la resistenza di un Napoli (ridotto in dieci uomini dal minuto 60′ per via dell’espulsione per doppia ammonizione di Giovanni Simeone) aggiudicandosi per la terza volta consecutiva il trofeo.

Così nella Final Four di Supercoppa Italiana (Rihad).
Semifinali: Napoli – Fiorentina 3-0 ed Inter – Lazio 3-0.
Finalissima: Napoli – Inter 0-1 (0-0); marcatore: 91′ Martinez.
Formazione Napoli (3-4-3): Gollini; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus; Mazzocchi  (74’ Raspadori), Lobotka, Cajuste (74′ Mario Rui), Zerbin (58′ Ostigard); Politano (70′ Lindstrom), Simeone, Kvaratskhelia  (70′ Gaetano). Allenatore: Walter Mazzarri.
Formazione Inter(3-5-2): Somme; Pavard, De Vrij (62′ Carlos Augusto), Acerbi; Darmian, Barella (63′ Frattesi), Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco (81’ Arnautovic); Lautaro Martinez (92’ Bisseck), Thuram (81′ Sanchez). Allenatore: Simone Inzaghi.
Arbitro: Rapuano.
Ammoniti: Rrahmani (N), Calhanoglu (I), Zerbin (N), De Vrij (I), Barella (I), Gaetano (N), Martinez (I).
Espulsi: Simeone (N).
Spettatori: 25’000.

La suddivisione del montepremi della Supercoppa Italiana 2023: 10.5 milioni di € all’Inter, 7.5 M€ al Napoli, 2.5 M€ alla Lazio e 2.5 M€ alla Fiorentina.

L’aggiornato albo d’oro della Supercoppa Italiana.
9 successi: Juventus (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013, 2015, 2018 e 2021) e Milan (1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011 e 2016).
8 successi: Inter (1989, 2005, 2006, 2008, 2010, 2021, 2022 e 2023).
5 successi: Lazio (1998, 2000, 2009, 2017 e 2019).
2 successi: Napoli (1990 e 2014) e Roma (2001 e 2007).
1 successo: Fiorentina (1996), Parma (1999) e Sampdoria (1991).

@ Riproduzione Riservata

Supercoppa Italiana 2023: da stasera la Final Four con Inter, Napoli, Lazio e Viola

(daniele amadasi)  Prenderà il via questa sera, giovedì 18 gennaio, alle ore 20.00 italiane al King Saud University Stadium (impianto da 25’000 posti a sedere realizzato fra il 2011 ed il 2015 per una spesa complessiva di 31 milioni di €uro,  ndr) di Rihad in Arabia Saudita, la Final Four della Supercoppa Italiana 2023, nel nuovo formato caratterizzato oltre che dalla presenza di 4 squadre da un montepremi totale di 23 milioni di €uro, di cui 7 riservati alla formazione vincitrice.

Senza la presenza di Juventus e Milan, per lo stupore dei media e degli appassionati arabi di calcio, la Supercoppa Italiana sarà contesa  da Napoli ed Inter, in qualità di vincitori delle edizioni 2023-2024 del campionato e della Coppa Italia, e da Lazio e Fiorentina, seconde e rispettive classificate nelle due suddette competizioni.

Final Four organizzata mediante la disputa di due seminali, Napoli-Fiorentina giovedì 18 gennaio ed Inter-Lazio venerdì 19 gennaio, ed a seguire della finalissima, programmata per lunedì 22 gennaio, con i favori dei pronostici all’Inter, attuale capolista della Serie “A” con due lunghezze sulla Juventus e vincitrice della passata edizione 2022 disputata anch’essa a Rihad.
Di contro Napoli, Lazio e Fiorentina svolgeranno il classico ruolo delle outisder di una manifestazione che vedrà le tre gare trasmesse in diretta televisiva su Canale 5, per via dell’acquisizione dei diritti sportivi da parte di Mediaset.

L’aggiornato albo d’oro della Supercoppa Italiana.
9 successi: Juventus (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013, 2015, 2018 e 2021) e Milan (1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011 e 2016).
7 successi: Inter (1989, 2005, 2006, 2008, 2010, 2021 e 2022).
5 successi: Lazio (1998, 2000, 2009, 2017 e 2019).
2 successi: Napoli (1990 e 2014) e Roma (2001 e 2007).
1 successo: Fiorentina (1996), Parma (1999) e Sampdoria (1991).

@ Riproduzione Riservata

Calciomercato: la lista della spesa della sessione invernale di gennaio 2024

(daniele amadasi)  Si è aperta oggi, martedì 2 gennaio, la sessione invernale 2024 del calciomercato che rimarrà aperta per 28 giorni, sino a martedì 30 gennaio.
Una sessione invernale di calciomercato condizionata dallo stop al cosiddetto “decreto crescita” da parte del Governo Italiano nella manovra di fine anno 2023 che non potrà permettere ai club di Serie “A” (ma non solo, ndr) di avere agevolazioni fiscali in tema di tassazioni per gli ingaggi di giocatori stranieri.

Nonostante questo però la lista della spesa dei maggiori club italiani è assai ricca, seppure con la tendenza della formula di semplici prestiti di 6 mesi rimandando a dopo al 30 giugno 2024 le eventuali clausole extra ingaggio relativi a diritti od obbligo di acquisto.

Lista generale della spesa generale che andiamo a presentare partendo dalla capolista Inter, ad un passo dall’ingaggio da Bruges dell’esterno canadese Tajon Trevor Buchanan, attualmente in forza ai belgi del Bruges. Per giungo e quindi in vista della prossima stagione invece Marotta sta già preparando il colpo Mehdi Taremi, 31.enne attaccante iraniano del Porto.
Dall’Inter alla Juventus seconda in classifica a meno due dai neroazzurri ad una giornata dal termine del girone di andata, con i bianconeri vogliosi di portare a Torino un centrocampista a scelta fra l’inglese Kalvin Phillips (Manchester City), il danese Pierre-Emile Hojbjerg (Tottenham Hotspur) e l’ucraino Heorhij Sudakov (Shakhatar Donetsk), oltre alla possibilità di reingaggiare Federico Bernardeschi (Toronto).
Rimanendo sul podio dell’attuale classifica di Serie “A” (Inter 45, Juventus 43, Milan 36) eccoci in casa Milan con i rossoneri che dopo aver fatto anticipare il ritorno di Matteo Gabbia dal prestito in Spagna al Villareral stanno provando a chiudere per l’attacco con uno fra Serhou Guirassy (Stoccarda) e Boulaye Dia (Salernitana).

Scorrendo la graduatoria della massima serie e saltando le due sorprese del campionato firmate da Fiorentina e Bologna, rispettivamente quarta e quinta a quota 33 e 31 punti, arriviamo ad analizzare le situazioni delle altre big ad oggi ritardate a livello di posizioni in classifica.
In casa Atalanta (sesta con 29 punti) dopo l’ingaggio dal Verona del difensore svedese Isak Hien si punta per il momento a vendere e non acquistare, provando a fare cassa con la cessione del richiestissimo centrocampista olandese Teun Koopmeiners.
Situazione opposta invece per Roma e Napoli (appaiate al settimo posto con 28 punti) con i giallorossi a caccia di un difensore (Leonardo Bonucci dell’Union Berlino, Trevoh Chalobah del West Ham e Thilo Kehrer del Chelsea i principali candidati) ed i partenopei di un difensore e di centrocampista con gli idendikit che puntano su Pasquale Mazzocchi della Salernitana e Lazar Samardžić dell’Udinese.

Big a parte la sessione invernale del calciomercato proverà a vedere come protagoniste le attuali ultime quattro formazioni della classifica (Verona e Cagliari 14 punti, Empoli 13 e Salernitana 12) al fine di ottenere quei rinforzi dati in partenza da altri lidi (Kevin Bonifazi dal Bologna, André Grégoire Defrel dal Sassuolo e José Luis Palomino dall’Atalanta) necessari per giocarsi al meglio la corsa salvezza ed anche quelle società pronte a monetizzare per importanti cessioni come nei casi del Bologna con l’attaccante olandese Joshua Orobosa Zirkzee, del Genoa con il difensore rumeno Radu Dragusin e del Verona con l’attaccante belga Cyril Ngonge.

@ Riproduzione Riservata