Archivi categoria: Stagione 2013-2014

Calciofischiando: il bilancio dopo 11 giornate

Arbitri-150x150(maurizio romeo) Sono passati 4 mesi dalla finale di Brasile 2014 che ha visto Rizzoli ( terzo italiano dopo Gonella e Collina a dirigere l’epilogo di un mondiale) portare virtualmente tutti i suoi colleghi sul tetto del mondo. Tornati al nostro campionato possiamo dire che ci siamo già lasciati alle spalle quasi un terzo di campionato: 11 giornate che non sono andate sempre bene dal punto di vista arbitrale per la squadra del neo designatore Domenico Messina. Continua la lettura di Calciofischiando: il bilancio dopo 11 giornate

Serie B: dal fallimento alla promozione, trionfo Cesena

113341327-377e9247-7aaf-479c-a76a-ab56c39ca595

(adriano ancona)  E’ la promozione di Bisoli, timoniere che anche stavolta ha fatto breccia nel cuore del Cesena. Ma il pensiero non può che spostarsi sull’inizio di questo campionato, quando la società – passata nel frattempo da Igor Campedelli e Giorgio Lugaresi – ha fatto fatica rimettere insieme i cocci. Affidandosi al senso di appartenenza che uno come Rino Foschi, nativo di Cesena, poteva avere unito al livello di esperienza dietro una scrivania. Romagnoli in serie A, dopo due anni in cadetteria. Doppio 2-1 sul Latina, nella finale play-off in cui a tratti emerge anche il timore di non farcela.

Succede per quasi un’ora – intervallo compreso – quando il Cesena si trova a dover maledire l’1-2 di Cisotti al tramonto della gara di andata. A quel punto qualsiasi vittoria del Latina vorrebbe dire che la serie A è sfumata. Con tanto di regola rispettata anche stavolta, quanto alla terza classificata che poi viene promossa tramite i play-off. Invece no, se la Sampdoria è stata un’eccezione (due anni fa) adesso c’è anche il Cesena. Quella Samp dalla quale, per inciso, i romagnoli hanno preso in prestito Volta, un pilastro della difesa. E sempre i blucerchiati sono stati il trampolino per Guido Marilungo, anche stavolta arrivato a gennaio (come nel 2011 a Bergamo) e uomo-promozione come già gli era accaduto a Lecce e all’Atalanta.

Scongiurato dunque il pericolo di cadere nuovamente ai piedi del Latina, dopo lo scontro diretto al Manuzzi – penultima giornata – che per il Cesena era stato disastroso. Mai battuti i laziali nella regular season, come peraltro era accaduto col Modena (superato dai bianconeri in semifinale). Ci sarebbe la strada spianata verso la serie A se soltanto Cisotti non mettesse in disordine i piani del Cesena con un gol quasi allo scadere. Di Volta e Marilungo, a cavallo della pausa, i gol romagnoli che segnano lo strappo più grande. Nel ritorno al Francioni è ancora Marilungo protagonista – assist e rigore procurato – dopo l’1-0 del Latina con Bruno da fuori area. Defrel si inserisce sul secondo palo e pareggia, poi il rigore di Cascione è la firma in calce sul trionfo.

Lega-Pro: il risultati dell’ultimo week end

corazza(matteo fumagalli) Di seguito i risultati completi delle ultime gare stagionali di Lega Pro:

RITORNO FINALE PLAY OFF PRIMA DIVISIONE GIRONE A (andata 1-0): Pro Vercelli-Alto Adige 1-1 (Fabiano; Corazza [nella foto])

RITORNO FINALE PLAY OFF PRIMA DIVISIONE GIRONE B (andata 1-1): Frosinone-Lecce 3-1 (Paganini, Frara, Viola; Beretta)

RITORNO FINALE PLAY OUT SECONDA DIVISIONE GIRONE A (andata 2-3): Forlì-Porto Tolle 2-1 (Djuric, Evangelisti; Segato)

RITORNO FINALE PLAY OUT SECONDA DIVISIONE GIRONE B (andata 0-0): Tuttocuoio-Arzanese 1-1 (Cherillo; Polverino)

Serie B: Empoli a ridosso della promozione, Padova in Lega Pro

(

esultanza-spezia_15111(adriano ancona)  In pratica hanno deciso di non decidere. Tutto rimandato, come forse era anche logico ipotizzare, ma con un equilibrio altrettanto sottile destinato a scandire l’ultima giornata. Magari non è il caso dell’Empoli, che complicandosi la vita può comunque festeggiare con un solo punticino. I risultati degli altri campi gli vengono incontro, ne spianano la strada verso la promozione ma niente da fare. A Cittadella è 2-2: non solo una rimonta sulla coscienza, per l’Empoli, pure il rigore che Maccarone spreca al termine di un primo tempo per cuori forti. Così, una sola vittoria nelle ultime otto trasferte è rendimento tale da allungare l’attesa.

Se il Latina, la settimana scorsa, aveva alzato bandiera bianca prendendone tre dal Siena, tutto era lecito attendersi meno che andasse al Manuzzi per fare la voce grossa. Invece questo campionato è un vortice di interrogativi, e succede che il Cesena capitombola: segnano Crimi e due volte Laribi. Non basterà al Latina per garantirsi la serie A diretta, ma quello che può essere un assaggio della finale play-off ha dato segnali chiari. Sarà comunque un ultimo turno di fuoco (si gioca venerdì sera). E le altre per i play-off? Vincono tutte, meno che il Modena in grado di portare via un punticino al Pescara, proprio sui titoli di coda. Vittorie casalinghe di Siena e Crotone, mentre nell’incrocio verità tra Spezia e Bari passano i liguri (rigore di Ferrari e gol dell’ex Bellomo): galletti che si piegano dopo un girone di ritorno superlativo.

Padova retrocesso, verdetto annunciato che solo un miracolo avrebbe potuto sovvertire. A Siena finisce la corsa: veneti in Lega Pro dopo cinque anni, con tanto di serie A sfiorata di un pelo. Presidente nuovo, direttore sportivo cambiato in corsa (via Secco a metà stagione) e tre allenatori avvicendatisi in panchina: Marcolin, Mutti e Serena. Un disastro che sta invece cercando di tamponare il Varese, tornato a fare punti dopo sette sconfitte con lo 0-0 di Novara. Non si poteva sbagliare anche questa, ma il destino rimane appeso a un filo nella lotta per evitare i play-out che ne salverà una sola tra Cittadella, Varese e Novara.

Classifica: Palermo 85; Empoli 69; Latina 67; Cesena 65; Modena 63; Crotone 62; Siena e Spezia 61; Bari 60; Lanciano e Avellino 59; Trapani 57; Carpi e Brescia 56; Pescara 52; Ternana 48; Cittadella 46; Varese e Novara 44; Padova 38; Reggina 28; Juve Stabia 19.