Coppe Europee: i verdetti dei gironi 2020-2021 di Champions ed Europa League

(daniele amadasi)  Con la disputa delle rispettive sei giornate di gare si sono concluse, nel corso della serate di martedì 8, mercoledì 9 e giovedì 10 dicembre, le fasi eliminatorie a gironi delle coppe europee Uefa 2020-2021 targate Champions League ed Europa League.
Prima fase a gironi che ha portato alla definizione delle 48 squadre che prenderanno parte lunedì 14 dicembre ai sorteggi della fase a play-off attraverso gli abbinamenti del tabellone tennistico ad eliminazione diretta dagli ottavi di finale di UCL e dai sedicesimi di finale di UEL.

A livello di Uefa Champions League nell’urna di Nyon (Svizzera) troveremo 16 squadre: le otto teste di teste di serie vincitrici dei rispettivi gironi (le tre inglesi Manchester City, Liverpool e Chelsea, le due tedesche Bayern Monaco e Borussia Dortmund, l’italiana Juventus, la spagnola Real Madrid e la francese Paris Saint Germain) e le otto formazioni classificatesi al secondo posto  (le tre spagnole Atlético Madrid, Barcellona e Siviglia, le due le italiane Atalanta e Lazio, le tedesche Lipsia e Borussia Mönchengladbach e la lusitana Porto).
Match di andata degli ottavi di finale in casa delle squadre non teste di serie in una delle serate del 16, 17, 23 e 24 febbraio, return match nelle serate del 9, 10, 16 e 17 marzo.
Fuori dai giochi assoluti delle coppe europee in ottica italiana con eliminazione diretta e non senza polemiche per l’Inter di un allenatore Antonio Conte sotto accusa per aver mancato il primo importante obiettivo stagionale; a far compagni ai neroazzurri a livello di game-over europeo anche le due russe Zenit San Pietroburgo e Lokomotiv Mosca, le francesi Olympique Marsiglia e Rennes, le turche Basaksehir e Ferencvaros e la danese Midtjylland, classificatesi al quarto ed ultimo posto dei rispettivi raggruppamenti.

Dirottate invece alla Uefa Europa League le terze classificate dei gironi della Champions League, ovvero Salisburgo (Austria), Shkhtar Donetsk (Ucraina), Olympiaks Pireo (Grecia), Ajax (Olanda), Krasnodar (Russia), Bruges (Belgio), Dinamo Kiev (Ucraina) e Manchester United (Inghilterra). Otto formazioni provenienti dalla UCL che andranno a formare il lotto delle 32 formazioni ai nastri di partenza dei sorteggi dei sedicesimi di finale della UEL, considerando le 24 formazioni qualificatesi dai raggruppamenti eliminatori, in qualità di prime classificate (Roma, Arsenal, Bayer Leverkusen, Glasggow Rangers, PSV Eindhoven, Napoli, Leicester, Milan, Villarreal, Tottenham, Dinamo Zagabria, Hoffenheim) e seconde (Young Boys Berna, Molde, Slavia Praga, Benfica, Granada, Real Sociedad, Braga, Lilla, Maccabi Tel Aviv, Anversa, Wolfsberger e Stella Rossa Belgrado).
I match di andata e ritorno dei sedicesimi di finale sono in programma nelle serate di giovedì 18 e giovedì 25 febbraio, mentre il sorteggio per gli abbinamenti degli ottavi di finale avverrà in data venerdì 26 febbraio.

Le fasce dei sorteggi Uefa di lunedì 14 dicembre.
Fascia 1 Champions League: Bayern, Manchester City, Liverpool, Chelsea, Borussia Dortmund, Juventus, Paris Saint Germain e Real Madrid
Fascia 2 Champions League: Porto, Atalanta, Siviglia, Lazio, Barcellona, Lipsia, Atletico Madrid e Borussia Monchengladbach.
Fascia 1 Europa League: Roma, Arsenal, Bayer Leverkusen, Glasggow Rangers, PSV Eindhoven, Napoli, Leicester, Milan, Villarreal, Tottenham, Dinamo Zagabria, Hoffenheim, Ajax, Bruges, Manchester United e Shakhtar Donetsk
Fascia 2 Europa League: Young Boys Berna, Molde, Slavia Praga, Benfica, Granada, Real Sociedad, Braga, Lilla, Maccabi Tel Aviv, Anversa, Wolfsberger, Stella Rossa Belgrado, Krasnodar, Olympiacos,  Salisburgo e Dinamo Kiev.

@ Riproduzione Riservata

Uefa Champions League: Bayern, City, Chelsea, Siviglia, Barca e Juve già agli ottavi di finale

(daniele amadasi) Al termine delle prime quattro giornate della fase a gironi della Uefa Champions League, che nella serata di ieri ha ricordato con un minuto di silenzio la scomparsa del fuoriclasse argentino Diego Armando Maradona stroncato a 60 anni da un infarto, sono già sei le formazioni che con cento ottanta minuti di anticipo hanno ottenuto il pass qualificazione per l’approdo agli ottavi di finale della successiva fase a play-off ad eliminazione diretta.

Bayern Monaco nel Girone “A”, Manchester City nel Girone “B”, Chelsea e Siviglia nel Girone “E”, Barcellona e Juventus nel Girone “G” le prime sei qualificate per gli ottavi di finale delle complessive sedici squadre che da fine febbraio prenderanno al via alla seconda fase della UCL edizione 2020-2021.
Biglietti qualificazione anticipata arrivati al termine della due giorni della quarta giornata della fase a gironi andata in scena nel corso delle serate di martedì 24 e mercoledì 25 novembre, caratterizzata dai successi del Bayern Monaco sul Salisburgo per 3-1, del Manchester City sull’Olympiacos Pireo per 1-0, del Chelsea sul Rennes per 2-1, del Siviglia sul Krasnodar per 2-1, del Barcellona sulla Dynamo Kiev per 4-0 e della Juventus sul Ferencvaros per 2-1.

Assegnati i primi sei dei sedici posti utili del tabellone della fase a play-off, nel corso delle ultime due giornate della fase a gironi restano da scoprire i nomi delle altre dieci formazioni che otterranno il pass qualificazione.
Nel Girone “A” avremo la corsa a due fra Atlético Madrid e Lokomotiv Mosca, nel Girone “B” le attuali prime due della classifica Borussia Moenchengladbach e Real Madrid appaiono nettamente favorite su Skakhtar Donetsk ed Inter, nel Girone “C” al Porto manca solo un punto matematico per mettere fuori corsa l’Olympiacos Pireo, nel Girone “D” il trio Liverpool, Ajax ed Atalanta si giocano i due posti a disposizione così come nel Girone “F” lo faranno la tedesca Borussia Dortmund, l’italiana Lazio e la belga Bruges e nel Girone “H” l’inglese Manchester United, la francese Paris Saint Germain e la tedesca Red Bull Lipsia.

Le attuali classifiche degli otto gironi della Champions League 2020-2021 al termine delle prime quattro giornate.
Girone “A”: Bayern Monaco* 12 punti, Atlético Madrid 5, Lokomotiv Mosca 3 e Salisburgo 1.
Girone “B”: Borussia Moenchengladbach 8 punti, Real Madrid 7, Shakhtar Donetsk 4 ed Inter 2.
Girone “C”: Manchester City* 12 punti, Porto 9, Olympiacos Pireo 3 ed Olympique Marsiglia 0.
Girone “D”: Liverpool 9 punti, Ajax 7, Atalanta 7 e Midtjylland 0.
Girone “E”: Chelsea* 10 punti, Siviglia* 10, Krasnodar 1 e Rennes 1.
Girone “F”: Borussia Dortmund 9 punti, Lazio 8, Brugge 4 e Zenit San Pietroburgo 1 .
Girone “G”: Barcellona* 12 punti, Juventus* 9, Dinamo Kiev 1 e Ferencvaros 1 .
Girone “H”: Manchester United 9 punti, Paris Saint Germain 6, Red Bull Lipsia 6 e Basaksehir Istanbul 3.
* = formazioni già qualificate per gli ottavi di finale

L’albo d’oro delle ultime dieci edizioni della UCL.
2010-2011: Barcellona (Spagna).
2011-2012: Chelsea (Inghilterra).
2012-2013: Bayern Monaco (Germania).
2013-2014: Real Madrid (Spagna).
2014-2015: Barcellona (Spagna).
2015-2016: Real Madrid (Spagna).
2016-2017: Real Madrid (Spagna).
2017-2018: Real Madrid (Spagna).
2018-2019: Liverpool (Inghilterra).
2019-2020: Bayern Monaco (Germania).
2020-2021: ?

@ Riproduzione Riservata


Uefa Nations League: i verdetti della fase a gironi 2020-2021

(daniele amadasi)  Nel corso della serata di ieri, mercoledì 18 novembre, si è conclusa la fase a gironi della seconda edizione della Uefa Nations League, che anche per la stagione 2020-2021 ha mantenuto il suo format con la suddivisione delle 55 nazioni partecipanti nella quattro serie di merito.

A livello di League “A” accedono alla Final Four in programma ad ottobre 2021 le quattro vincitrici dei gironi “A”, “B”, “C” e “D”, ovvero Italia, Belgio, Francia e Spagna, mentre ad oggi si conoscono solo i nomi di tre delle quattro nazioni retrocesse in League “B”, ovvero Bosnia-Erzegovina, Islanda e Svezia, alle quali si aggiungerà una fra Ucraina e Svizzera, considerando che la prevista gara in programma martedì 17 novembre è stata annullata dall’Uefa per via della positività al Covid-19 di ben otto giocatori della nazionale dell’est europeo guidata in panchina dall’ex rossonero Andriy Shevchenko.
Olanda, Polonia, Danimarca, Inghilterra, Portogallo (vincitore della prima edizione 2018-2019), Croazia e Germania  mantengono la massima categoria europea, che per la terza stagione 2022-2023 vedrà anche la presenza delle quattro neo promosse dalla League “B”, ovvero Austria, Repubblica Ceka, Ungheria e Galles.

Nel prossimo mese di ottobre 2021, considerando che a giugno 2021 è prevista l’edizione 2020 dei campionati europei non disputati l’anno scorso per via della prima ondata della pandemia da Covid-19, l’Italia di Mister Roberto Mancini (assente nelle ultime due vittoriose gare contro Polonia e Bosnia Erzegovina ma sostituito egregiamente dal vice Alberico Evani) parteciperà quindi alla Final Four della UNL 2020-2021, che vedrà la disputa in gara unica delle due semifinali (mercoledì 6 e giovedì 7 ottobre) e delle due finali (domenica 10 ottobre) per l’assegnazione delle medaglie del podio. Il 3 dicembre la Uefa sorteggerà gli abbinamenti delle semifinali e con molta probabilità confermare quali sedi delle quattro gare, due per parte, alle città italiane di Milano e Torino con protagonisti i rispettivi stadi del Giuseppe Meazza in San Siro e dello Juventus Stadium.

Di seguito tutti i verdetti della fase a gironi della Uefa Nations League 2020-2021.
League “A”, vincitrici dei quattro gironi qualificai per la Final Four: Italia, Belgio, Francia e Spagna.
League “A”, ultime classificate dei rispettivi gironi e retrocesse in League “B”: Bosnia-Erzegovina, Islanda, Svezia e Ucraina/Svizzera. 
League “B”, vincitrici dei quattro gironi e promosse in League “A”: Austria, Repubblica Ceka, Ungheria e Galles.
League “B”, ultime classificate dei rispettivi gironi e retrocesse in League “C”: Irlanda del Nord, Slovacchia, Turchia e Bulgaria.
League “C”, vincitrici dei quattro gironi e promosse in League “B”: Montenegro, Armenia, Slovenia ed Albania.
League “C”, ultime classificate dei rispettivi gironi e dirottate ai play-out salvezza per la definizione dei due posti retrocessione in League “D”: Cipro, Estonia, Moldavia e Kazakhstan.
League “D”, vincitrici dei due gironi e promosse in League “C”: FarOer e Gibilterra.

L’albo d’oro della Uefa Nations League.
2018-2019 (1.a edizione): Portogallo
2020-2021 (2-a edizione): ?

@ Riproduzione Riservata

 

Serie A: il milan frena ma rimane al comando solitario

(daniele amadasi)  La settima giornata della Serie A va in archivio con il fattore X, favorevole solo al Milan che, pur frenando nel match casalingo contro la sorprendente Hellas Verona (2-2 con pareggio rossonero di Ibrahimovic al 93′), mantiene saldamente il comando solitario della classifica.

Del mezzo passo falso interno del Milan hanno approfittato solo Napoli (1-0 a Bologna) e Roma (3-1 a Marassi al Genoa con tripletta di Mkhitaryan), mentre Sassuolo (0-0 interno contro l’Udinese), Juventus (1-1 beffa all’Olimpico con pareggio della Lazio al 94′ a firma Caicedo) ed Inter (1-1 a Bergamo con pari degli orobici al minuto 79′ con Miranchiuk) rimpiangono le rispettive occasioni perse. 
Nelle restanti quattro gare della giornata vittorie di Cagliari (2-0 alla Sampdoria) e Spezia (3-0 a Benevento con doppietta di NZola) e pareggi senza reti in Parma-Fiorentina e Torino-Crotone.

Serie di risultati che portano alla seguente ed aggiornata classifica della massima serie: Milan 17 punti, Sassuolo 15, Napoli (-1) e Roma 14, Atalanta e Juventus 13, Inter ed Hellas Verona 12, Lazio 11, Cagliari e Sampdoria 10, Fiorentina e Spezia 8, Bologna, Benevento e Parma 6, Torino e Genoa 5, Udinese 4 e Crotone 2.

Classifica che nel corso delle prossime settimane potrebbe subire una modifica in negativo nei confronti della Lazio, a seguito delle indagini in corso da parte della procura di Avellino e di quella sportiva riguardante le forti accuse di “Falso, frode ed epidemia colposa” rivolta nei confronti del club del Presidente Lotito e del club biancoceleste per i casi di positività non denunciati di Immobile, Strakosha e Levia.

In attesa di questi importanti sviluppi extracalcistica da parte della magistratura ordinaria e sportiva, la Serie A osserverà, per via degli impegni della nazionale italiana contro Estonia (amichevole di mercoledì 11 novembre) e Polonia (match di Nations League di domenica 15 novembre), due settimane di sosta, ritornando poi protagonista.

Così nella prossima ottava giornata di Serie A: sabato 21 novembre Crotone-Lazio, Spezia-Atalanta e Juventus-Cagliari; domenica 22 novembre: Fiorentina-Benevento, Inter-Torino, Roma-Parma, Sampdoria-Bologna, HellasVerona-Sassuolo, Udinese-Genoa e Napoli-Milan.

@ Riproduzione riservata

Calcio Parlando o Parlando di Calcio? Calcioparlando!!