Champions League: Atalanta agli ottavi con Juve e Napoli, Inter out

(daniele amadasi)  La fase a gironi della Uefa Champions League 2019-2020 ha decretato i propri verdetti al termine delle sei giornate e delle complessive 96 partite disputate, promuovendo le prime due classificate di ogni raggruppamento agli ottavi di finale e relegando le terze classificate alla disputa della fase a play-off  della Uefa Europa League a partire dai sedicesimi di finale.

Sedici quindi le squadre qualificate alla fase a play-off ad eliminazione diretta della Champions League, in rappresentanza di sole cinque nazioni europee, considerando la presenza delle quattro spagnole Real Madrid, Barcellona, Atlético Madrid e Valencia, delle quattro inglesi Manchester City, Liverpool, Chelsea e Tottenham Hotspur, delle tre italiane Juventus, Atalanta e Napoli, delle tre tedesche Bayern Monaco, Red Bull Lipsia e Borussia Dortmund e delle due francesi Paris Saint Germain ed Olympique Lione.

Retrocesse, in qualità di terze classificate, ai sedicesimi di finale di Europa League la belga Brugge, la greca Olympiakos Pireo, l’ucraina Shakhtar Donetsk, l’italiana Inter, la tedesca Bayer Leverkusen, l’austriaca Salisburgo, la portoghese Benfica e l’olandese Ajax, semifinalista della passata edizione di Champions.

Fuori dai giochi europei dopo la sola fase di qualificazione a gironi i turchi del Galatasaray, i serbi della Stella Rossa Belgrado, i croati della Dinamo Zagabria,  i ceki dello Slavia Praga, i francesi del Lille, i belgi del Genk e le due russe Lokomotiv Mosca e Zenit San Pietroburgo.

Da febbraio 2020 la Champions quindi entrerà  nel vivo con la fase a play-off ad eliminazione diretta attraverso le classiche doppie sfide di andata e ritorno che porteranno dagli ottavi di finale alla finalissima di Istanbul (Turchia), passando per la disputa dei quarti di finale e delle semifinali.
Il tutto in attesa dei sorteggi previsti per lunedì 16 dicembre alle ore 12.00 presso la sede Uefa di Nyon in Svizzera.

Per la Juventus di Maurizio Sarri qualificatasi come prima classificata, cinque possibili avversarie: il Real Madrid, il Tottenham Hotspur, il Chelsea, il Borussia Dortmund o l’Olympique Lione, in rigoroso ordine di pericolosità.
Sei invece le possibili avversarie per l’Atalanta di Giampiero Gasperini: il Liverpool campione d’Europa in carica, 
il Barcellona, il Bayern Monaco, il Paris Saint Germain, il Valencia o il Lipsia.
Sei anche
 le possibili avversarie del Napoli del neo allenatore Gennaro Gattuso subentrato all’esonerato Carlo Ancelotti : il Barcellona, il Bayern Monaco, il Manchester City, il Paris Saint Germain, il Valencia o il Lipsia.

Match di andata degli ottavi di finale previsti per le serate di martedì 19, mercoledì 20, martedì 25 e mercoledì 26 febbraio 2020. Return match programmati invece per le serate di martedì 10, mercoledì 11, martedì 17 e mercoledì 18 marzo 2020.
A seguire le doppie sfide dei quarti di finale (7-8 e 14-15 aprile) e delle semifinali (28-29 aprile e 5-6 maggio) in vista della definizione delle due squadre che si contenderanno il massimo titolo europeo per club nella finalissima di sabato 30 maggio 2020 allo Stadio Olimpico Atatürk di Istanbul, in Turchia.

Mondiale per club: da oggi in Qatar l’edizione 2019

(daniele amadasi)  Prenderà il via da oggi, mercoledì 11 dicembre, in Qatar l’edizione 2019 del Mondiale per club FIFA che da 15 anni ha sostituito la vecchia Coppa Intercontinentale, disputata sino al 2004 solo fra le vincenti della UEFA Champions League o Coppa Campioni che dir si voglia e della Coppa Libertadores targata CONMEBOL.

Sette le squadre ai nastri di partenza, considerando che oltre alle due principali favorite, ovvero gli inglesi del Liverpool ed i brasiliani del Flamengo, rispettivamente vincitori a livello europeo della Champions League 2018-2019 e sudamericano della Coppa Libertadores 2019, prenderanno parte all’edizione araba i tunisuni dell’Esperance Tunisi (in qualità di vincitrice della Champions League Africana 2018-2019 targata CAF), i messicani del Monterrey (vincitori della Champions League 2018-2019 targata CONCACAF), i neocaledoniani dell’Hienghène Sport (vincitori della Champions League Oceania 2018-2019 targata OFC), gli arabi sauditi dell’Al-Hilal (vincitori della Champions League Asiatica 2019 targata AFC) ed i padroni di casa dell’Al-Saad.

Quattro i turni ad eliminazione diretta in programma dall’11 al 21 dicembre, a partire da quello eliminatorio odierno fra l’Al-Saad ed l’Hienghène Sport.
A seguire le due sfide dei quarti di finale con il Monterrey opposto alla vincente del turno eliminatorio e con la sfida fra Al-Hilal ed Esperance Tunisi, mentre Liverpool e Flamengo entreranno in scena solo per la disputa delle semifinali e quindi alla vigilia della finalissima in programma sabato 21 dicembre 2019.

L’albo d’oro della Coppa del Mondo per club FIFA.
2000 (edizione sperimentale): Corinthians (Brasile).
2005: San Paolo (Brasile).
2006: Internacional Porto Alegre (Brasile).
2007: Milan (Italia).
2008: Manchester United (Inghilterra).
2009: Barcellona (Spagna).
2010: Inter (Italia).
2011: Barcellona (Spagna).
2012: Corinthians (Brasile).
2013: Bayern Monaco (Germania).
2014: Real Madrid (Spagna).
2015:Real Madrid (Spagna).
2016: Barcellona (Spagna).
2017: Real Madrid (Spagna).
2018: Real Madrid (Spagna).
2019: ?

Copa Sudamericana 2019: apoteosi Independiente del Valle

(daniele amadasi)  La Copa Sudamericana 2019 vola in Ecuador grazie al successo firmato dall‘Indipendente del Valle nella finalissima disputata lunedì 9 dicembre all’Estadio General Pablo Rojas di Asunción (Paraguay) per 3-1 (2-0 all’intervallo) ai danni degli argentini del Colon.

Avanti per 2-0 al riposo grazie alle reti segnate dal 26.enne difensore Fernando Leon (25′) e dal 30.enne centrocampista Jhon Sanchez (42′) e dopo avere evitato la marcatura argentina per via del rigore sbagliato dall’attaccante argentino Luis Miguel Rodriguez (55′), l’Indipendente del Valle ha vissuto un finale di gara molto elettrico considerando che il Colon ha riaperto le sorti al minuto 89′ andando in gol con il difensore Emanuel Olivera.
Nell’ambito dei sette minuti di recupero concessi dall’arbitro brasiliano Claus, si è difatti giocata una mini gara, chiusa al 90’+6′ dalla marcatura del 25.enne centrocampista ecuadoregno Cristian Dajome, per il 3-1 finale che ha mandato in estasi i tifosi del Valle e di tutti gli abitanti della cittadina di Sangolquí.

Grazie a questo successo l’Indipendente del Valle andrà a sfidare i brasiliani del Flamengo, vincitore della Copa Libertadores , nella finalissima della Recopa Sudamericana 2019.

Di seguito ed infine riportiamo l’albo d’oro della Copa Sudamericana.
2002: San Lorenzo (Argentina)
2003: Club Sportivo Cienciano (Perù)
2004: Boca Juniors (Argentina)
2005: Boca Juniors (Argentina)
2006: Pachuca (Messico)
2007: Arsenal de Sarandi (Argentina)
2008: Internacional (Brasile)
2009: LDU Quito (Ecuador)
2010: Independiente (Argentina)
2011: Università de Chile (Cile)
2012: San Paolo (Brasile)
2013: Lanús (Argentina)
2014: River Plate (Argentina)
2015: Santa Fe (Colombia)
2016: Chapecoense (Brasile)
2017: Independiente (Argentina)
2018: Athletico Paranaense (Brasile)
2019: Indipendente del Valle (Ecuador)

 

Serie A: allungo Inter a +2 sulla Juventus, sconfitta dalla Lazio

(daniele amadasi) Dal sorpasso all’allungo dell’Inter capolista a +2 in classifica sulla Juventus, sconfitta per la prima volta in stagione, all’Olimpico di Roma per mano di una Lazio che si conferma terza forza del campionato di Serie A.

Questo il sunto al termine della tre giorni della quindicesima giornata della massima serie, apertasi con il pareggio a reti bianche nella sfida del Meazza di venerdì sera fra Inter e Roma e conclusasi ieri sera, domenica, con la seconda vittoria consecutiva del Milan in quel di Bologna (3-2), con i rossoneri di Mister Pioli reduci da sei punti nella doppia trasferta in terra emiliana, dopo quelli ottenuti in casa del Parma.
Nel mezzo di anticipo e posticipo, le vittorie interne di Atalanta (3-2 all’HellasVerona), Lazio (3-1 alla Juventus) e Torino (2-1 alla Fiorentina), i successi esterni di Brescia (1-0 a Ferrara alla Spal) e Parma (1-0 a Genova alla Sampdoria) ed i pareggi fuori casa di Cagliari (2-2 a Reggio Emilia con il Sassuolo ), Napoli (1-1 ad Udine) e Genoa (2-2 a Lecce nonostante la doppia inferiorità dei rossoblu).

L’aggiornata classifica della Serie A: Inter 38 punti, Juventus 36, Lazio 33, Cagliari e Roma 29, Atalanta 28, Napoli e Parma 21, Torino e Milan 20, HellasVerona 18, Bologna e Fiorentina 16, Sassuolo*, Lecce ed Udinese 15, Sampdoria 12, Genoa 11, Brescia* 10 e Spal. *=una gara in meno (Sassuolo-Brescia
Migliore serie in corso: Lazio 7 vittorie consecutive.
Peggiore serie in corso: Fiorentina, 4 sconfitte consecutive.
Migliore attacco: Atalanta, 37 reti segnate.
Peggiore difesa: Genoa, 30 reti subite.

Così nella prossima 16.esima giornata di campionato: sabato 14 dicembre ore 15.00 Brescia-Lecce, ore 18.00 Napoli-Parma ed ore 20.45 Genoa-Sampdoria; domenica 15 ottobre ore 12.30 HellasVerona-Torino, ore 15.00 Bologna-Atalanta, Juventus-Udinese e Milan-Sassuolo, ore 18.00 Roma-Spal ed ore 20.45 Fiorentina-Inter; lunedì 16 dicembre ore 20.45 Cagliari-Lazio.

L’attuale classifica marcatori della massima serie: C.Immobile 17 (Lazio), R.Lukaku 10 (Inter) e J.Pedro (Cagliari) 10, L.Muriel (Atalanta) 9, D. Berardi (Sassuolo) e L.Martinez (Inter) 8, A. Belotti (Torino), F.Caputo (Sassuolo) e C.Ronaldo (Juventus) 7.



Calcio Parlando o Parlando di Calcio? Calcioparlando!!