Uefa Europa League: da stasera la final sixteen

(daniele amadasi)  Con la disputa delle prime quattro gare degli ottavi di finale prende al via da questa sera la final sixteen della Uefa Europa League, che vedrà la disputa di sei gare di ritorno e di due gare uniche in campo neutro, per una formula rivista dopo la sosta internazionale obbligata causa pandemia da Covid-19.

Il via come detto da questa sera, mercoledì 5 agosto 2020, con la disputa delle prime quattro delle otto gare in programma a livello di ottavi di finale: ore 18.55 Copenhagen – Basaksehir (andata 0-1), ore 21.00 Shakhtar Donetsk – Wolfsburg (andata 2-1), Manchester United – Lask (andata 5-0) ed Inter – Getafe (gara unica sul campo neutro tedesco della Veltins Arena di Gelsenkirchen).
Per domani sera, giovedì 6 agosto, sono invece programmate alle ore 18.55 le sfide Bayer Leverkusen – Glasgow Rangers (andata 3-1) e Siviglia – Roma (gara unica sul campo neutro tedesco della Schauinsland Reisen Arena di Duisburg) ed alle ore 21.00 con Wolverhampton – Olympiakos Pireo (andata 1-1) e Basilea – Eintracht Francoforte (andata 3-0).

In palio gli otto posti a disposizione per le gare uniche dei quarti di finale della Uefa Europa League programmate nelle serate di lunedì 10 e martedì 11 agosto a Dusseldorf e Colonia.
A seguire e sempre in Germania la disputa delle gare uniche delle semifinali programmate per domenica 16 e lunedì 17 agosto rispettivamente a Colonia e Dusseldorf; infine la finalissima di venerdì 21 agosto di Colonia per l’assegnazione del secondo titolo europeo per club dopo la Uefa Champions League.
A livello di tabellone play-off la Uefa ha già prestabilito con sorteggi i possibili abbinamenti per i quarti di finale e per le semifinali.
Ai quarti di finale la vincente della sfida Manchester-Lask affronterà la vincente di Copenhagen-Basaksehir, la vincente di Inter-Getafe contro la vincente di Bayer-Rangers, la vincente di Wolverhampton-Olympiakos affronterà la vincente di Siviglia-Roma ed infine la vincente di Shakhtar-Wolfsburg sarà opposta alla vincente di Basilea-Francoforte.
In semifinale invece da una parte una tra Wolfsburg, Shakhtar, Francoforte o Basilea giocherà contro una fra Inter, Getafe, Ranger o Bayer, mentre una fra Linz, Manchester, Basaksehir o Copenaghen affronterà una tra Olympiakos, Wolverhampton, Siviglia o Roma.

Nel corso delle ultime otto edizioni la UCL ha visto trionfare solo squadre spagnole o inglesi, con i tre successi (consecutivi, ndr) del Siviglia (2013-2014, 2014-2015 e 2015-2016), i due dell’Atlético Madrid (2011-2012 e 2017-2018) e del Chelsea (2012-2013 e 2018-2019) ed il singolo del Manchester United (2016-2017).
Dal fronte Italiano invece il successo in questa competizione manca addirittura dalla stagione 1997-1998 quando allo Stadio Lužniki di Mosca (12 maggio 1999) il Parma superò l’Olympique Marsiglia per 3-0, bissando il successo dell’anno prima ottenuto dall’Inter al Parco dei Principi di Parigi (6 maggio 1998) nella finalissima tutta tricolore disputata contro la Lazio (3-0).

@ Riproduzione Riservata

Serie A: sinfonia Juventus con il nono scudetto consecutivo dei bianconeri

(daniele amadasi)  Da ieri sera, domenica 24 luglio 2020, la Juventus ha allungato il suo incredibile record andando a suonare la sinfonia del nono scudetto vinto in maniera consecutiva, arrivando per gli almanacchi del calcio a quota 36 scudetti, seppure sul campo ed in bacheca la società bianconera ne conti in totale 38, per via della nota differenza causata dalla non certo chiara gestione matematica del post calciopoli 2006.

Dai possibili ed infiniti dibattiti torniamo alla certezza dei numeri attuali per una striscia da record senza confini considerando che mai nessun club partecipante ai principali campionati nazionali europei di Spagna, Inghilterra, Germania e Francia era riuscita nell’impresa di vincere per nove volte di fila il rispettivo campionato.

La Juventus invece dopo i primi tre scudetti sotto la gestione Antonio Conte ed i cinque targati Max Allegri, è riuscita a suonare anche la nona con Maurizio Sarri, sino ad ieri sera solo perdente a livello di finali di Supercoppa Italiana e di Coppa Italia.
Vittoria del campionato 2019-2020 da parte della Juventus arrivata con due giornate di anticipo rispetto alla naturale conclusione, grazie al successo di ieri sera in casa allo Stadium sulla Sampdoria per 2-0 (1-0 all’intervallo) con le reti siglate da Cristiano Ronaldo e Federico Bernardeschi, che hanno portato i bianconeri a quota 83 punti, a più sette lunghezze dall’Inter seconda (76) ed a più otto sul duo Atalanta-Lazio (75) e quindi irraggiungibile nel corso delle ultime due giornate di una stagione interrotta per oltre 3 mesi per via della pandemia da Covid-19.

La rosa della Juventus campione d’Italia 2019-2020.
Portieri: Wojciech Szczesny (Polonia), Gianluigi Buffon e Carlo Pinsoglio.
Difensori: Giorgio Chiellini (capitano), Matthijs De Ligt (Olanda), Merih Demiral (Turchia), Leonardo Bonucci, Daniele Rugani, Alex Sandro (Bra), Danilo (Brasile), Mattia De Sciglio e Juan Cuadrado (Colombia).

Centrocampisti Miralem Pjanic (Bosnia-Erzegovina), Rodrigo Bentancur (Uruguay), Aaron Ramsey (Galles), Adrien Rabiot (Francia), Blaise Matuidi (Francia) e Sami Khedira (Germania).
Attaccanti: Cristiano Ronaldo (Portogallo), Federico Bernardeschi, Douglas Costa (Brasile), Paulo Dybala (Argentina) e Gonzalo Higuaín (Argentina).
Allenatore: Maurizio Sarri.
Direttore Generale/Sportivo: Fabio Paratici.
Vice Presidente: Pavel Nedevd (Cekia).
Presidente: Andrea Agnelli.

Serie A: dopo la 30.esima è prova di fuga scudetto per la Juve con Lazio -7 ed Inter a -11

(daniele amadasi)  Prova di fuga scudetto per la Juventus al termine della 30.esima giornata, caratterizzata dalla settima vittoria consecutiva dei bianconeri (4-1 nel derby al Torino) e dall’allungo al comando solitario della Serie A a +7 sulla Lazio (0-3 all’Olimpico dal Milan) ed a +11 sull’Inter (1-2 al Meazza dal Bologna), rispettivamente seconda e terza forza del torneo.

L’ottava vittoria di fila dell’Atalanta (1-0 a Cagliari) porta invece i bergamaschi ad un solo punto dal quarto posto dell’Inter, per una corsa alla qualificazione Champions League di fatto già archiviata con largo anticipo, considerando che al quinto posto e distanti quindici lunghezze troviamo il Napoli e la Roma, reduci dallo scontro diretto del San Paolo vinto dai partenopei padroni di casa per 2-1.
Corsa ai piazzamenti Europa League che oltre al Milan, settimo in classifica, tiene ancora, in vita le speranze di Sassuolo (4-2 al Lecce) e Bologna. A livello di lotta salvezza invece importanti vittorie per Fiorentina (2-1 a Parma), Sampdoria (3-0 alla Spal) e Brescia (2-0 al Rigamonti all’Hellas Verona) ed ottimo punto esterno per il Genoa (2-2 in extratime sul campo dell’Udinese).

Serie di risultati che alla vigilia della tre giorni della 31.esima giornata di campionato e dopo il record di presenze in assolute nella massima serie da parte di Gigi Buffon arrivato a quota 648, portano alla seguente ed aggiornata nuova classifica: Juventus 75 punti, Lazio 68, Inter 64, Atalanta 63, Napoli e Roma 48, Milan 46, HellasVerona 42, Bologna 41, Sassuolo 40, Cagliari e Parma 39, Fiorentina 34, Udinese e Sampdoria 32, Torino 31. Genoa 27, Lecce 25, Brescia 21 e Spal 19.

Così nella prossima 31.esima giornata di Serie A.
Martedì 7 luglio: ore 19.30 Lecce-Lazio ed ore 21.45 Milan-Juventus.
Mercoledì 8 luglio: ore 19.30 Fiorentina-Cagliari e Genoa-Napoli; ore 21.45 Atalanta-Sampdoria, Bologna-Sassuolo, Roma-Parma e Torino-Brescia.
Giovedì 9 luglio: ore 19.30 Spal-Udinese ed ore 21.45 HellasVerona-Inter.

Classifica marcatori: C.Immobile (Lazio) 29 reti, C.Ronaldo (Juventus) 25, R.Lukaku (Inter) 20, J.Pedro (Cagliari) 17, L. Muriel (Atalanta) 16, F. Caputo (Sassuolo) e J.Ilicic (Atalanta) 15.

@ Riproduzione Riservata

Serie C: assegnala la Coppa Italia alla Juve U-23 via ai play off promozione

(daniele amadasi) Assegnata lo scorso 27 giugno a Cesena l’edizione 2019-2020 della Coppa Italia di Serie C nella finalissima vinta dalla Juventus under-23 nei confronti della Ternana per 2-1, con la disputa dei 32.esimi di finale, hanno preso al via i play-off promozione.

In palio per la vincitrice dei play-off il quarto posto promozione unitamente a Monza, Lanerossi Vicenza e Reggina.
Primo turno dei play-off conclusosi nel corso della serata di mercoledì 1° luglio e caratterizzato dal passaggio del turno sul campo di Novara, Padova, Catanzaro, Catania e Ternana rispettivamente ai danni di Albinoleffe, Sanbenedettese, Teramo, Virtus Francavilla ed Avellino, mentre Triestina, Alessandria, Siena e FeralpiSalò sono approdate ai sedicesimi di finale a tavolino per via delle rinunce di Piacenza, Pro Patria, Arezzo e Modena.
Secondo turno dei play-off che vedrà da domenica 5 luglio l’ingresso in campo delle prime teste di serie del tabellone, ovvero Alto Adige e Potenza, considerando il forfait del Pontedera che porta il Novara direttamente al terzo turno.
Ottavi di finale che vedranno quindi nella serata di giovedì 9 luglio la presenza delle cinque vincenti delle sfide AltoAdige-Triestina, Alessandria-Siena, Padova-FeralpiSalò, Potenza-Catanzaro e Catania-Ternana disputate il 5 luglio, del Novara e delle quattro teste di serie già ammesse al terzo turno dei play-off: Renate, Carpi, Juventus under-23 e Monopoli.
A seguire nella serata di lunedì 13 luglio i quarti di finale con la presenze delle cinque squadre qualificate dal terzo turno dei play-off e con quelle delle ultime tre teste di serie, Carrarese, Reggio Audace e Bari.
Infine nel corso delle serate di venerdì 17 e mercoledì 22 luglio la disputa, sempre in gara unica, delle semifinali e della finalissima.

Dal programma dei play-off passiamo invece a quello già completato dei play-out considerando la disputa delle sei finali spareggio di andata e ritorno disputate fra sabato 27 e martedì 30 giugno che hanno visto la salvezza e la permanenza in Serie C di Pergolettese, Imolese, AZ Picerno, Fano, Sicula Leonzio ed Olbia rispettivamente a scapito di Pianese, Arzignano Valchiampo, Rende, Ravenna, Bisceglie e Giana Erminio retrocesse in Serie D.

@ Riproduzione Riservata

Calcio Parlando o Parlando di Calcio? Calcioparlando!!