Uefa Nations League: alla Francia l’edizione 2020-2021

(daniele amadasi)  La seconda edizione della Uefa Nations League 2020-2021 va alla Francia che a livello di albo d’oro europeo della nuova competizione riservata alle nazionali della prima fascia continentale, va quindi ad incidere il proprio nome dopo quello del Portogallo, vincitore della primissima edizione targata 2018-2019.

Questo il responso maturato al termine della Final Four della Uefa Nations League 2020-2021 disputata in Italia al Giuseppe Meazza in San Siro di Milano ed allo Juventus Stadium di Torino che andiamo a rivivere in ordine cronologico, ripartendo dalle due sfide di semifinale. 
La prima semifinale è andata in scena mercoledì 6 ottobre a Milano con la vittoria della Spagna sull’Italia per 2-1 al termine di un match rovinato dalla disastrosa direzione arbitrale del russo Sergey Karasev e caratterizzato, oltre dall’ingiusta espulsione di Leonardo Bonucci (42′), a livello di marcature dalla doppietta dello spagnolo Ferran Torres (17′ e 45’+2) e da quella azzurra di Lorenzo Pellegrini (83′) su assist di Federico Chiesa.
Il giorno seguente, giovedì 7 ottobre, a Torino si è disputata la seconda semifinale che ha visto in rimonta la vittoria della Francia sul Belgio (3-2) dopo un primo tempo contraddistinto dalle due reti belghe siglate da Yannich Carrasco (37′) e da Romelo Lukaku (40′). Nella ripresa poi il ribaltone dei francesi firmato dai gol di Karim Benzema (62′), Kylian M’Bappe (69′) e Theo Hernandez (90′).

Dalle semifinali alle finali andate in scena nel corso della giornata di domenica 10 ottobre, con la disputa di di Italia-Belgio per il 3°-4° posto e di Francia-Spagna per la vittoria del titolo europeo.
A Torino gli azzurri neo campioni d’Europa hanno superato il Belgio per 2-1 dopo un primo tempo terminato a reti bianche ed una ripresa contraddistinta dai gol di Nicolò Barella (46′), Domenico Berardi (65′ su rigore) e Charles De Ketelaere (86′), salendo comunque sul gradino più basso del podio.
Anche la finalissima di Milano è stata decisa nel corso della ripresa ed ancora in rimonta a favore della Francia a segno con di Karim Benzema (66′) e  Kylian M’Bappe (80′) dopo il vantaggio della Spagna firmato da 
Mikel Oyarzabal (64′).

L’albo d’oro della Uefa Nations League.
2018-2019: Portogallo
2020-2021: Francia
2022-2023: ?

@ Riproduzione Riservata

Uefa Nations League: da domani la final four per il titolo 2021

(daniele amadasi)  Da domani a domenica la Uefa assegna il titolo 2021 della Nations League, giunta alla sua seconda edizione dopo quella vinta dal Portogallo nel 2019.

Final Four della Uefa Nations League 2021 che si articolerà con la disputa di quattro gare complessive, a partire dalle due semifinali.
La prima in ordine temporale è quella in programma da domani sera, mercoledì 6 ottobre, al Giuseppe Meazza in San Siro di Milano fra l’Italia e la Spagna, qualificatesi dopo avere vinto i rispettivi gironi eliminatori della League “A” della Nations League 2020-2021.
Giovedì 7 ottobre invece allo Juventus Stadium di Torino andrà in scena la seconda semifinale, quella fra Belgio e Francia, le altre due vincitrici dei gironi di qualificazione.
Nel corso della giornata di domenica 10 ottobre spazio invece alle due finali, quella di consolazione per la medaglia bronzo delle ore 15.00 allo Stadium torinese e quella per il titolo alle ore 20.45 al Meazza di Milano.

L’Italia neo campione d’Europa e padrona di casa arriva all’appuntamento da favorita alla pari della Francia campione del Mondo in carica, mentre Spagna e Belgio proveranno a sovvertire il pronostico e soprattutto a vendicare le eliminazione subite dall’Italia nel corso dell’ultimo campionato europeo.

Per il doppio appuntamento di UNL il commissario tecnico Roberto Mancini ed il suo staff tecnico composto da Gianluca Vialli, Attilio Lombardo e Daniele De Rossi per la parte di campo e da Alberigo Evani e Gabriele Oriali per quella dirigenziale, hanno convocato i seguenti 23 giocatori.
Portieri (3): Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli)  e Salvatore Sirigu (Genoa).
Difensori (7): Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Olympique Lione) e Rafael Tolói (Atalanta);
Centrocampisti (7): Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Sandro Tonali (Milan) e Marco Verratti (Paris Saint Germain);
Attaccanti (6): Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Moise Kean (Juventus), Lorenzo Insigne (Napoli) e Giacomo Raspadori (Sassuolo).

@ Riproduzione Riservata

Da stasera le fasi a gironi 2021-2022 delle tre coppe europee targate Uefa

(daniele amadasi)  Prenderanno al via da stasera, martedì 14 settembre, le fasi a gironi 2021-2022 delle tre coppe europee targate Uefa e firmate Champions League, Europa League e Conference League.

Sette le squadre italiane ai nastri di partenza: Atalanta Inter, Juventus e Milan in Champions League (UCL), Lazio e Napoli in Europa League (UEL) e Roma nella neonata Europa Conference League (ECL).
Il via alla prima delle sei tre giorni di coppe europee, domani sera, con gli impegni in trasferta in Champions di Atalanta e Juventus, di scena a partire dalle ore 21.00 rispettivamente in Spagna ed in Svezia sui campi del Villareal e del Malmö .
A seguire nella serata di mercoledì 15 settembre gli impegni delle due formazioni milanesi, sempre alle ore 21.00, con l’Inter che ospita al Meazza in San Siro il Real Madrid ed il Milan ospite del Liverpool al new Anfield Road.
Infine nel corso della serata di giovedì spazio all’Europa League con gli impegni delle ore 18,45 della Lazio in Turchia contro il Galatasaray e delle ore 21.00 del Napoli in Inghilterra sul campo del Leicester e con quello firmato Conference League delle ore 21.00 della Roma che ospita all’Olimpico i bulgari del CSKA Sofia.

Modificati in parte i format delle tre coppe europee per club, per via della riduzione da 12 ad 8 dei gironi di Europa League e per il varo della Conference League.
A livello di Champions League le prime due classificate degli otto gironi eliminatori accedono alla fase a play-off a partire dagli ottavi di finale con gare ad eliminazione diretta di andata e ritorno sino alla finalissima in gara unica di sabato 28 maggio 2022 alla Gazprom Arena di San Pietroburgo (60’000 posti) in Russia a caccia del titolo detenuto dal Chelsea.
In Europa League al termine degli otto gironi della fase eliminatoria le prime classificate accedono agli ottavi di finale, mentre le terze classificate della Champions League e le seconde della stessa Europa League disputeranno un turno preliminare dei play-off che si concluderanno poi con la finalissima di mercoledì 18 maggio 2022. all’Estadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia (43’833 posti) in Spagna che assegnerà il trofeo vinto nella passata edizione dal Villareal.
Nella neonata Conference League invece le otto vincitrici dei gironi accedono direttamente agli ottavi di finale dei play-off dove incontreranno le vincenti degli spareggi dei sedicesimi di finale fra le terze classificate dei gironi di Europa League e le seconde classificate della Conference League stessa che vedrà la disputa della finalissima mercoledì 25 maggio 2022 alla National Arena (21’690 posti) di Tirana in Albania.

I gironi delle squadre italiane al via delle coppe europee 2021-2022.
Girone “B” UCL: Milan (Italia), Liverpool (Inghilterra), Atlético Madrid (Spagna) e Porto (Portogallo).
Girone “D” UCL: Inter (Italia), Real Madrid (Spagna), Shakhtar Donetsk (Ucraina) e Sheriff Tiraspol (Moldavia).
Girone “F” UCL: Atalanta (Italia), Manchester United (Inghilterra), Villareal (Spagna) e Young Boys Berna (Svizzera).
Girone “H” UCL: Juventus (Italia), Chelsea (Inghilterra), Zenit San Pietroburgo (Russia) e Malmö (Svezia).
Girone “C” UEL: Napoli (Italia), Leicester (Inghilterra), Legia Varsavia (Polonia) e Spartak Mosca (Russia).
Girone “E” UEL: Lazio (Italia), Olympique Marsiglia (Francia), Lokomotiv Mosca (Russia) e Galatasaray (Turchia).
Girone “C” ECL: Roma (Italia), CSKA Sofia (Bulgaria), Bodø Glimt (Norvegia) e Zorja Luhans’k (Ucraina).

@ Riproduzione Riservata

Serie A: dopo due giornate e’ gia’ piena crisi in casa Juve

(daniele amadasi)  Al termine delle prime due giornate della Serie A 2021-2022 ed alla vigilia della prima sosta campionato per via degli impegni della nazionale italiana di Mancini campione d’Europa in carica, si è già aperta la crisi tecnica in casa Juventus per via del solo punto conquistato da bianconeri in due partite.

Di contro Inter, Milan, Lazio, Roma e Napoli sono partite benissimo, a suon di gol e di vittorie, posizionandosi tutte al comando della classifica a punteggio pieno con 6 punti, a due punti di vantaggio su Atalanta, Sassuolo, Udinese e Bologna. 
Oltre alla Juventus, rimasta orfana di Cristiano Ronaldo trasferitosi al Manchester United, pessime partenze anche per Hellas Verona, Genoa, Torino, Salernitana e Venezia, ferme al palo a zero punti in classifica.

In attesa della conclusione della sessione estiva del calciomercato prevista per domani, martedì 31 agosto e dei tre impegni dell’Italia impegnata contro Bulgaria (giovedì 2 settembre), Svizzera (domenica 5 settembre) e Lituania (mercoledì 8 settembre) nelle tre gare valevoli per la fase a girone europea delle qualificazioni dei Mondiali di Qatar 2022, la Serie A tornerà protagonista nel corso del fine settimana di sabato 11 e domenica 12 settembre con la disputa della terza giornata.

L’attuale classifica della Serie A: Inter, Milan, Lazio, Roma e Napoli 6 punti, Atalanta, Bologna, Udinese e Sassuolo 4, Empoli e Fiorentina 3, Juventus, Sampdoria, Cagliari e Spezia 1, Torino, HellasVerona, Genoa, Venezia e Salernitana 0.

Il programma completo della terza giornata (11-12 settembre 2021): Atalanta-Fiorentina, Bologna-HellasVerona, Cagliari-Genoa, Empoli-Venezia, Milan-Lazio, Napoli-Juventus, Roma-Sassuolo, Sampdoria-Inter, Spezia-Udinese e Torino-Salernitana.

@ Riproduzione Riservata

Calcio Parlando o Parlando di Calcio? Calcioparlando!!