Calciomercato: partono Icardi e Schick, arrivano Mkytaryan e Rebic

(daniele amadasi Alle ore 22.00 di ieri sera, lunedì 2 settembre, si è conclusa la sessione estiva del calciomercato 2019, regalando molte sorprese nel suo ultimo ed intenso giorno di trattative

Partendo dagli addii o dagli arriverderci che vedono in prima fila quello di Mauro Icardi, ceduto in prestito al Paris Saint Germain ed ultimo tassello neroazzurro nel rinviare di un anno i tre casi scottanti estivi firmati Ivan Perisic (Bayern Monaco), Radja Nainggolan (Cagliari) ed appunto Icardi.
Salutano la Serie A anche Patrik Schick che dalla Roma si trasferisce in Bundesliga nelle fila del Lipsia ed André Silva che dal Milan approda all’Eintracht Francoforte, altra formazione della massima serie tedesca.

Dalle partenze agli arrivi in prestito ma di peso che hanno visto il Milan annunciare Ante Rebić dall’Eintracht Francoforte, la Roma ufficializzare il doppio colpo Nikola Kalinić dall’Atlético Madrid ed Henrix Mkytaryan dall’Arsenal.
In tono minore a livello di nomi ma comunque importanti per le posizioni che dovranno ricoprire da segnalare anche il doppio approdo alla Fiorentina di Pedro e Ghezzal, al Brescia di Romulo e Matri ed al Sassuolo di Romagna e Kriakopoulos ed i singoli di Verdi al Torino, Babacar al Lecce, Rigoni alla Sampdoria,  Sala alla Spal, Goldaniga al Cagliari, Darmian al Parma ed Ankersen al Genoa.

Dopo due giornate di Serie A archiviate con il comando a punteggio a quota 6 punti da parte di Juventus, Inter e Torino a più due sulla Lazio, più tre su Napoli, Atalanta e Milan e più quattro sulla Roma, il calciomercato chiude i propri battenti rimandando a gennaio per la nuova sessione invernale, ma godendosi per almeno quattro mesi le vetrine dei suoi principali acquisti.
Fra questi gli arrivi di De Ligt, Danilo e Rabiot alla Juventus, Lukaku e Sanchez all’Inter,  Lozano e Manolas al Napoli, Kalinić e Mkytaryan alla Roma, Rebic al Milan, Ribery alla Fiorentina, Muriel all’Atalanta, Balotelli al Brescia e Nainggolan al Cagliari.

Serie A: Bologna-Spal apre stasera la seconda giornata

(daniele amadasi)  Archiviata non senza le immancabili sorprese riservate dalla disputa della sua prima giornata, la Serie A torna protagonista da questa sera, venerdì 30 agosto, con la disputa della seconda giornata, articolata su tre giorni.

Ad aprire il programma completo delle dieci sfide in programma il derby serale Bologna-Spal delle ore 20.45 allo Stadio Dall’Ara.
Due le gare di domani, sabato 31 agosto, con Milan-Brescia alle ore 18.00 e con il matchc-clou dello Stadium Juventus-Napoli alle ore 20.45.
Infine le rimanenti sette gare di domenica 1° settembre, a partire dalle ore 18.00 con il derby capitolino Lazio-Roma; a seguire alle ore 20.45 le sfide Atalanta-Torino, Cagliari-Inter, Genoa-Fiorentina, Lecce-HellasVerona, Sassuolo-Sampdoria ed Udinese-Parma.

Conclusa la seconda giornata, la Serie A osserverà il suo primo turno di stop, ritornando protagonista nel fine settimana di sabato 14 e domenica 15 settembre, lasciando quindi spazio alla nazionale.
Italia guidata da Roberto Mancini che sarà difatti impegnata in due gare di qualificazioni agli Europei del 2020, affrontando due trasferte, la prima in Armenia (giovedì 5 settembre) e la seconda in Finlandia (domenica 8 settembre).

Tornando invece alla stretta attualità del massimo campionato segnaliamo che da oggi inizia anche il conto alla rovescia per quel che concerne le vicende del calciomercato, considerando che la sessione estiva attualmente in corso si concluderà nella serata di lunedì 2 settembre.

Serie A 2019-2020 al via alle ore 18.00 con Parma-Juventus

(daniele amadasi)  L’edizione 2019-2020 della Serie A prenderà il via questa sera, sabato 24 agosto, con il match in programma a partire dalle ore 18.00 allo Stadio Tardini fra il Parma padrone di casa e la Juventus campione in carica da otto stagioni di fila.

Con Parma-Juventus si apre quindi il nuovo massimo campionato di calcio per una prima giornata articolata, come consuetudine, in versione spezzatino. Primo sabato calcistico che proporrà alle ore 20.45 la sfida Fiorentina-Napoli, mentre le restanti otto gare verranno giocate fra domani e lunedì.
Sette le sfide in programma domenica 25 agosto, con Udinese-Milan alle ore 18.00 e tutte le altre alle ore 20.45: Cagliari-Brescia, Roma-Genoa, Sampdoria-Lazio, Spal-Atalanta, Torino-Sassuolo ed HellasVerona-Bologna.
Infine per lunedì 26 agosto il match del Mezza delle ore 20.45 Inter-Lecce.

A mercato ancora aperto (si chiude lunedì 2 settembre) non è semplice stilare una griglia di partenza, seppure per quanto sinora già visto a livello di campagna acquisti ed uscite e dai primi impegni amichevoli prestagionali, la Juventus del nuovo Mister Sarri parte in assoluto come principale favorita per una corsa scudetto che vedrà come sua principale avversaria il Napoli di Carlo Ancelotti.
A seguire in seconda fila per un posto sul podio ed uno quarto che vale l’approdo alla Uefa Champions League il trio composto da Inter, Atalanta e Roma, mentre in terza fila con obiettivo minimo di centrare la qualificazione alla Uefa Europa League il quartetto composto da Lazio, Milan, Torino e Fiorentina.
Archiviato il gruppo di squadre che dovrebbero andare ad occupare i primi nove posti della classifica, andiamo ad analizzare la quarta fila della griglia di partenza della Serie A 2019-2020 che vede la presenza di Cagliari, Genoa, Sassuolo e Sampdoria strutturate per occupare in pianta stabile la parte sinistra della classifica.
Infine le ultime due file comprendenti le sette squadre che hanno come principale obiettivo quello dalla salvezza, suddividendole fra chi era già presente nella passata massima serie (Parma, Udinese, Spal e Bologna) e chi invece riparte in veste di neo promossa (Brescia, Hellas Verona e Lecce).

Con tali premesse e con una ricca stagione alla parte considerando oltre ai tre impegni nazionali di Campionato, Coppa Italia e Supercoppa Italiana anche quelli delle due coppe europee targate Champions League ed Europa League, a livello di redazione di Calcioparlando siamo pronti per dare il via ad una entusiasmante stagione, da raccontare in tutte le sue forme attraverso la nostra completa piattaforma di informazione costituita dal portale internet e dalle nostre pagine social su Facebook e Twitter.

Supercoppa Europea: stasera la sfida Liverpool-Chelsea ad Istanbul


(daniele amadasi)  La Supercoppa Europea versione 2019 verrà assegnata questa sera, mercoledì 14 agosto, ad Istanbul a partire dalle ore 22.00 locali nel derby inglese fra Liverpool e Chelsea.

Edizione numero 44 della sfida estiva che oppone le due vincitrici delle edizioni 2018-2019 della Uefa Champions League e della Uefa Europe League, vinte nell’ultima primavera rispettivamente da Liverpool e Chelsea, caratterizzata dalla direzione dell’arbitro donna Stéphanie Frappart, francese classe 1983.
In palio il titolo vinto nel 2018 dall’Atlético Madrid.

Curiosità storica a parte della prima volta di un arbitro donna impegnata a dirigere una finale maschile Uefa, facciamo un passo indietro sulle due finali di Champions ed Europa League, ripartendo da quest’ultima andata in scena mercoledì 29 maggio a Baku e vinta dal Chelsea per 4-1 sull’Arsenal nella straciddatina londinese spostatasi per l’occasione in Azerbaigian.
Dalla finale Made London di UEL passiamo alla rivisitazione della finalissima di UCL in versione Made allargata England disputata sabato 1° giugno a Madrid e terminata con il trionfo del Liverpool per 2-0 sul Tottenham Hotspur.

Da una doppia finale inglese non poteva che uscire una terza finale in versione Premier League, con il Liverpool del riconfermatissimo Jürgen Klopp opposto al Chelsea del debuttante Frank Lampard, erede dei Blues di Maurizio Sarri, nuovo allenatore della Juventus.

Azzardare un pronostico in una finale per giunta in versione derby inglese, appare molto arduo seppure i Reds trascinati dalle gesta offensive dei riconfermatissimi Mohamed Salah, Sadio Mané e Roberto Firmino appaiano più attrezzati rispetto ai Blues, che da canto loro nell’ultima sessione di mercato a causa del blocco imposto dall’Uefa, oltre a riconfermare il gruppo dei giocatori della passata stagione hanno solo potuto riscattare il cartellino di Mateo Kovacic dal Real Madrid per 45 milioni di €uro.

A livello di cronaca segnaliamo comunque che anche il Liverpool, nonostante la possibilità di poter agire sul mercato, ha condotto una sessione estiva all’insegna del risparmio puntando sul rientro in rosa di quattro prestii (Ojo, Woodburn, Ings e Grujic), sul prestito gratuito del portiere Adrian dal West Ham United e sul solo acquisto del 17.enne difensore centrale olandese Seep Van Der Berg dal Zwolle per 2 milioni di €uro. 

Calcio Parlando o Parlando di Calcio? Calcioparlando!!