Archivi categoria: Serie C

Serie C: tutti i verdetti della regular season 2018-2019

(daniele amadasi) La regular season della Serie C 2018-2019 ha chiuso i battenti dando i suoi primi verdetti definitivi per ognuno dei tre gironi.

Virtus Entella, Pordenone e Juve Stabia in qualità di vincitrici dei rispettivi raggruppamenti sono promosse direttamente in Serie B, così come Cuneo, Lucchese, la fallita in corso campionato Pro Piacenza, Rimini, Virtus Verona, Fano, Bisceglie, Paganese e Matera salutano la Serie C in quanto retrocesse in Serie D essendosi classificate agli ultimi tre posti delle classifiche.

Archiviata le 38 giornate di regular season ed in attesa di assegnare la Coppa Italia di categoria ad una fra Monza e Viterbese, a livello di verdetto post regular season rimane aperta la corsa play-off per l’assegnazione del quarto ed ultimo posto promozione.
In corsa 27 squadre, ovvero quelle classificatesi dal secondo al nono posto: Piacenza, Pisa, Arezzo, Pro Vercelli, Siena, Carrarese, Pro Patria, Siena, Novara ed Alessandria per il Girone “A”, Triestina, Imolese, Feralpi Salò, Monza, Alto Adige, Ravenna, Lanerossi Vicenza, Sambendettese e Fermana per il Girone “B”, Trapani, catenzato, Catania, Potenza, Virtus Francavilla, Reggina 1914, Monopoli, Casertana e Rende per il Girone “C”.

In attesa dei play-off e dell’ennesima estate calda a livello di formalizzazione dei nuovi calendari della prossima Serie C edizione 2019-2020, segnaliamo che dalla Serie D in qualità di vincitrici dei nove gironi sono state promosse nella terza serie professionista italiana Lecco, Como, Arzignano Chiampo, Modena, Pianese, Cesena, Avellino, Picerno e Bari.




Serie C al via ma con continui rinvii per il caos ricorsi

(daniele amadasi)  La scorsa domenica 16 settembre è iniziato il campionato 2018-2019 di Serie C, seppure ad oggi ben 17 gare siano state rinviate in attesa della definizione dei ricorsi sui ripescaggi e le ammissioni alla Serie B al via nella versione a 19 squadre e già giunta alla quinta giornata.

Robur Siena, Novara, Pro Vercelli, Ternana e Catania non sono ancora scese in campo nel campionato di Serie C, portando ad oggi al rinvio di cinque gare della prima giornata (ProPiacenza-Siena, Pontedera-Novara, ProVercelli-Piacenza, Ternana-Rimini e Monopoli-Catania), di sei della seconda (Siena-Pisa, Novara-Albissola, VirtusEntella-Arzachena, Arezzo-ProVercelli, Fano-Ternana e Catania-Siracusa) e di sei della terza giornata (ProPatria-Siena, Arzachena-Novara, VirtusEntella-Olbia, ProVercelli-Alessandria,  Ternana-FeralpiSalò e Matera-Catania).
Da segnalare che la Virtus Entella, in attesa dei vari ricorsi al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) alla pari di Siena, Novara, Pro Vercelli, Ternana e Catania, ha comunque iniziato il proprio campionato vincendo nella prima giornata per 3-1 sul campo del Gozzano, ma restando poi ferma nei due successivi turni.

In aggiunta alle suddette 19 gare rinviate vanno anche considerate quelle che la Viterbese Castrense non ha potuto disputare contro Sicula Leonzio, Juve Stabia e Reggina, in attesa dei ricorsi in atto che potrebbero in parte cambiare la fisionomia geografica di alcuni gironi.
Il totale dei match di terza serie non disputati sale quindi da quota 19 a 22, guarda caso lo stesso numero richiesto per l’allargamento dell’attuale campionato di Serie B, ipotizzato anche in una nuova allargata versione a 24 squadre.
Come finirà lo dovremo sapere tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre, nella consapevolezza che la riammissione o il ripescaggio di tre o cinque squadre in Serie B, comporterà rivoluzioni di calendario nei tre raggruppamenti interregionali della ex Lega Pro, considerando la presenza di Robur Siena, Novara, Pro Vercelli e Virtus Entella nel Girone “A”, della Ternana nel “B” e del Catania nel “C”.

Serie C: fra caos iscrizioni ed arrivo seconde squadre

(daniele amadasi)  In mancanza di una vera riforma sia a livello tecnico che economico, la Serie C è pronta ad una nuova estate infuocata, considerando le molteplici e già note difficile situazioni in cui riversano molti club della terza serie calcistica italiana.

Una matassa da dipanare che si è complicata con la sempre più probabile esclusione del Cesena dalla Serie B e dal calcio professionistico in generale, rendendo sempre più difficile l’approdo alla auspicate 60 iscrizioni, necessarie per la creazione di tre gironi interregionali da 20 squadre.
Da quanto emerso difatti nel corso degi ultimi due giorni ed a partire dalla fusione fra il Vicenza Calcio e la Virtus Bassano nella nuova LR Vicenza Virtus con annessa creazione di un posto libero, ci sono purtroppo ben sei candidate ad alzare bianca a seguito di presentazione di domanda di iscrizione incompleta: Cuneo, Fidelis Andria, Juve Stabia, LucchesePro Piacenza Reggiana.
Salvataggio invece in extremis per le altrettante sei squadre a forte rischio iscrizione, Arezzo, Fano, Matera, Mestre, Siracusa e Trapani, che invece hanno presentato regolare domanda.

Numeri alla mano quindi in attesa della valutazione delle domande di iscrizione pervenute ed a prescindere da eventuali ripescaggi dalla Serie D, a venire in mutuo soccorso della regolarità del prossimo campionato di Serie C 2018-2019, potrebbero essere le cosiddette seconde squadre dei club di Serie A, sulla base del nuovo regolamento federale che consente ai club di massima serie di poter iscrivere le proprie seconde squadre nella terza serie, nel numero di una copertura ogni tre posti vacanti.
Principali candidate, anche in base ad un ranking ed a coefficienti federali, ad entrare in gioco le seconde squadre di Juventus, Inter, Milan, Atalanta e Fiorentina, considerando, sulla base di quanto sopra riportato, che potranno iscriversi tutte e cinque solo in caso di richiesta di quindici posti a disposizione.