Archivi tag: Serie C

Serie C: focus sulle neopromosse dalla Serie D

(daniele amadasi) In attesa della definizione dell’organico completo delle 60 squadre che prenderanno parte al campionato di Lega Pro – Serie C edizione 2024-2025 andiamo alla scoperta delle nove formazioni neopromosse dalla Serie D attraverso uno speciale focus su ognuna di esse.

SSD Alcione Milano: vincitrice del Girone “A” della Serie D con 79 punti in 38 giornate frutto di 23 vittorie, 10 pareggi e 5 sconfitte, con 70 gol fatti e 23 subiti.
Ha superato la concorrenza di Chisola, Varese e Vado e di altre squadre storiche come Sanremese e Derthona.
Approdata per la prima volta in Serie C disputa le gare interne a Milano all’Arena Civica “Gianni Brera” (10’000 posti) ed ha come colori sociali l’arancione.

ASD Calcio Caldiero Terme: squadra della provincia di Verona ha vinto il Girone “B” della Serie D con 77 punti (23 vittorie, 8 pareggi e 7 sconfitte, 55 gol fatti e 32 subiti) con tre lunghezze sul Piacenza e sbaragliando a sopresa anche quotate avversarie quali Clivense, Folgore Caratese, Legnano, Crema e Tritium.
Gioca allo stadio comunale “Mario Berti” di Caldiero (1’200 posti) ed ha come colore sociale il giallo.

Union Clodiense: dominatrice del Girone “C” della Serie D vinto con 80 punti in 34 giornate (25 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte, 49 gol fatti e 17 subiti) con 14 lunghezze di vantaggio sul Belluno e 20 sul Treviso.
Squadra della città veneziana di Chioggia, fondata nel 1971 nella frazione di Sottomarina, dopo una serie di stagioni in Serie C era retrocessa nel 1977 nelle serie dilettantistiche.
Scioltasi nel 2011 e rifondata nel 2019, disputa le sue gare interne allo stadio comunale “Aldo e Dino Ballarin” (3’622 posti) ed ha come colore sociale della maglia il rosso scuro.

AC Carpi: vincitore al fotofinish del Girone “D” della Serie D con 68 punti in 32 giornate (21 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte, 66 gol fatti e 31 subiti), due in più del Ravenna secondo.
Inserito in un girone che tra la varie annoverava le quotate Forlì, Prato, Fanfulla ed Imolese, il Carpi, dove avere giocato anche in Serie A (stagione 2014-2015) torna fra i professionisti.
Fondata nel 1909 e rifondata già due volte post fallimenti del 2000 e del 2021, la formazione della provincia di Modena che ha come colori sociali il bianco ed il rosso, disputa le sue gare allo Stadio Cabassi (5’510 posti).

US Pianese: vincitrice del Girone “E” della Serie D con 68 punti in 34 giornate (19 vittorie, 11 pareggi e 4 sconfitte, 62 gol fatti e 35 subiti) con 3 punti di vantaggio sul Follonica, 5 sul Grosseto e 9 sul quotato Livorno.
Fondata nel 1930, gioca nello stadio comunale di Piancastagnaio (Siena) che ha una capienza di 1’500 posti. E’ alla sua seconda esperienza fra i professionisti avendo già giocato in Serie C nella stagione 2019-2020. Come colori sociali ha il bianco ed il nero.

FC Campobasso: vincitrice del Girone “F” della Serie D con 70 punti in 34 giornate (20 vittorie, 10 pareggi e 4 sconfitte, 55 gol fatti e 29 subiti) davanti alle quotate L’Aquila (seconda a 68 punti) e Sanbenedettese (quarta a 58).
Fondato nel 1919 e già giunto a ben cinque moderne nuove rifondazioni dopo altrettanti fallimenti (1990, 1996, 2003, 2013 e 2022) l’attuale Campobasso è presieduto dallo statunitense Matt Rizzetta avendo come proprietaria la North Sixth Group, multinazionale nel mondo delle consulenze di comunicazione e marketing.
Il Campobasso, che ha come colori sociali il rosso ed il blu, disputa le sue gare allo stadio comunale recentemente intitolato a Antonio Molinari (ex Presidente dei molisani ai tempi della Serie B), che ha una capienza ridotta a 7’500 posti rispetto a quella massima a quota 25’000.

Cavese 1919: assoluta protagonista del Girone “G” della Serie D vinto con 78 punti in 34 giornate (24 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte, 57 gol fatti e 24 subiti) davanti a Nocerina (62), Romana (61) ed Ischia (60).
Fondata nel 1919 e già con esperienza fra i professionisti (Serie “B” e “C”) , i biancoazzurri della Cavese disputano le loro gare interne allo Stadio “Simonetta Lamberti” (18’000 posti) situato nel comune di Cava de’ Tirreni (Salerno).

ASD Team Altamura: vincitrice del Girone “H” della Serie D con 72 punti in 34 giornate (21 vittorie, 9 pareggi e 4 sconfitte, 51 gol fatti e 23 subiti) con 6 punti di vantaggio sul Martina Franca e 7 sul Nardò.
Fondata nel 1941 con il nome di US Altamura Calcio e rinata dopo il fallimento del 2015, l’attuale formazione biancorossa della provincia di Bari disputa le sue gare interne allo Stadio Comunale “Tonino D’Angelo” (4’000 posti), inaugurato nel 1980 e fresco di ristrutturazione (2024).

FC Trapani 1905: dominatore incontrastato del Girone “I” della Serie D stravinto da imbattuto con 94 punti in 34 giornate (30 vittorie e 4 pareggi, 95 gol fatti e 15 subiti) e sbaragliando i tentativi di concorrenza
di Siracusa, Acireale, Ragusa, Licata ed Akragas per citare i nomi delle squadre più note del girone.
Fondato nel 1905 e rifondato in epoca moderna tre volte (1990, 2002 e 2021) la formazione granata che vanta cinque campionati di Serie B ed una trentina in Serie C disputa le proprie gare casalinghe allo Stadio Provinciale (7’000 posti).

@ Riproduzione Riservata

Serie C: il resoconto della regular season 2023-2024

(daniele amadasi)  Nel corso del fine settimana di sabato 27 e domenica 28 maggio si è conclusa la regular season della Serie C edizione 2023-2024 con i numerosi responsi emessi a livello dei tre gironi geografici “A”, “B” e “C”.

A livello di promozioni dirette in Serie “B” hanno festeggiato Mantova, Cesena e Juve Stabia, mentre a livello di retrocessioni dirette in Serie “D” fra i dilettanti hanno salutato la Serie “C” ed il calcio professionistico Pro SestoAlessandria, Fermana, Olbia e Brindisi.
Verdetti rimandati invece per altre 40 delle complessive 60 squadre, considerando che 28 (le 9 formazioni classificatesi dal secondo al decimo posto di ogni girone più il Catania vincitore della Coppa Italia di Serie C) prenderanno parte ai play-off per la definizione del quarto ed ultimo posto promozione in Serie “B” e 12 ai play-out per gli spareggi salvezza che porteranno alle restanti 6 retrocessioni in Serie “D”.
Da segnalare che a causa del ricorso del Taranto avverso ai 4 punti di penalizzazione l’inizio dei play-off di Serie “C” potrebbe slittare anche di qualche giorno, seppure ad oggi l’inizio è stato confermato per martedì 7 maggio.

Di seguito il resoconto con le classifiche finali dei tre gironi di Serie “C” ed il programma completo dei play-off e dei play-out.

Girone “A”: Mantova 80 punti, Padova 77, Vicenza 71, Triestina 64, Atalanta Under-23 59, Legnago 56, Giana Erminio 53, Pro Vercelli 53, Lumezzane 53, Trento 51, Virtus Verona 47, Pro Patria 46, Albinoleffe 45, Pergolettese 45, Renate 45, Arzignano Valchiampo 44, Novara 43, Fiorenzuola 38, Pro Sesto 35 ed Alessandria 20.
Verdetti: Mantova promosso in Serie B, Padova, Vicenza, Triestina, Atalanta Under-23, Legnago Salus, Giana Erminio, Pro Vercelli, Lumezzane, Trento qualificate per i play-off, Novara e Fiorenzuola ai play-out, Pro Sesto ed Alessandria retrocesse in Serie D, per Virtus Verona, Pro Patria, Albinoleffe, Pergolettese, Renate ed Arzignano Valchiampo, stagione finita.

Girone “B”: Cesena 86 punti, Torres 75, Carrarese 73, Perugia 63, Gubbio 59, Delfino Pescara 55, Juventus Under-23 54, Arezzo 53, Pontedera 52, Rimini 50, Spal 49, Lucchese 45, Virtus Entella 45, Pineto 45, Sestri Levante 44, Ancona 42, Vis Pesaro 39, Recanatese 38, Fermana 32 ed Olbia 26.
Verdetti: Cesena promosso in Serie B, Torres, Carrarese, Perugia, Gubbio, Delfino Pescara, Juventus Under-23, Arezzo, Pontedera e Rimini qualificate per i play-off, Vis Pesaro e Recanatese ai play-out, Fermana ed Olbia retrocesse in Serie D, per Spal, Lucchese, Virtus Entella, Pineto e Sestri Levante ed Ancona stagione finita.

Girone “C”: Juve Stabia 79 punti, Avellino 69, Benevento 66, Casertana 65, Taranto* 65, Picerno 58, Audace Cerignola 53, Giugliano 53, Crotone 52, Latina 51, Foggia 48, Sorrento 48, Catania 45, Messina 45, Turris 44, Potenza 43, Monopoli 42, Virtus Francavilla 38, Monterosi Tuscia 35 e Brindisi* 20. *=4 punti di penalizzazione.
Verdetti: Juve Stabia promossa in Serie B, Avellino, Benevento, Casertana, Taranto , Picerno Audace Cerignola, Giugliano, Crotone,  Latina e Catania (vincitore Coppa Italia C) qualificate per i play-off, Potenza, Monopoli, Virtus Francavilla e Monterosi Tuscia ai play-out, Brindisi retrocesso in Serie D, per Foggia, Sorrento, Messina e Turris stagione finita.

Così ai play-off promozione.
Primo turno Girone “A” (gare di sola andata di martedì 7 maggio): Atalanta Under 23 – Trento, Legnago – Lumezzane e Giana Erminio – Pro Vercelli
Primo turno Girone “B” (gare di sola andata di martedì 7 maggio): Gubbio – Rimini, Pescara – Arezzo e Juventus Under-23 – Pontedera
Primo turno Girone “C” (gare di sola andata di martedì 7 maggio): Taranto – Latina, Picerno – Crotone ed Audace Cerignola – Giugliano.
Secondo turno Girone “A” (gare di sola andata di sabato 11 maggio): prendono parte le tre quadre qualificatesi dal primo turno più la Triestina.
Secondo turno Girone “B” (gare di sola andata di sabato 11 maggio): prendono parte le tre quadre qualificatesi dal primo turno più il Perugia.
Secondo turno Girone “C” (gare di sola andata di sabato 11 maggio): prendono parte le tre quadre qualificatesi dal primo turno più la Casertana.
Primo turno play-off fase nazionale (gare di andata e ritorno di martedì 14 e sabato 18 maggio): prendono parte le sei squadre qualificatesi dal  secondo turno più Vicenza, Carrarese, Benevento e Catania.
Quarti di finale dei play-off fase nazionale (gare di andata e ritorno di martedì 21 e sabato 25 maggio) prendono parte le cinque squadre qualificatesi dal  secondo turno più Torres, Padova ed Avellino.
Semifinali play-off fase nazionale (gare di andata e ritorno di martedì 28 maggio e domenica 2 giugno).
Finale promozione play-off nazionale (gare di andata e ritorno di mercoledì 5 e domenica 9 giugno).

Così ai play-out salvezza.
Girone “A” (gare di andata e ritorno di domenica 12 e domenica 19 maggio):  Pro Sesto – Fiorenzuola.
Girone “B” (gare di andata e ritorno di domenica 12 e domenica 19 maggio):   Vis Pesaro –  Recanatese.
Girone “C” (gare di andata e ritorno di domenica 12 e domenica 19 maggio): Potenza – Monterosi Tuscia e Monopoli – Virtus Francavilla.

@ Riproduzione Riservata

Serie C: tutti i verdetti delle regular season 2021-2022 dei tre gironi A, B e C

(daniele amadasi) Nel corso dell’ultimo fine settimana targato sabato 23 e domenica 24 aprile, si sono concluse le regular season dei tre gironi Nord, Centro e Sud della Serie C edizione 2021-2022, che andiamo di seguito a riepilogare.

Girone “A”: primo posto finale per l’Alto Adige di Bolzano (90 punti in 38 giornate con 27 vittorie, 9 pareggi e 2 sconfitte, 49 gol segnati e soli 9 subiti) promosso in Serie B.
Qualificate per i play-off Padova (85 punti), Feralpi Salò (69), Renate (62), Triestina (55), Lecco (55), Pro Vercelli (55), Juventus Under-23 (54), Piacenza (50) e Perolettese (46).
Retrocesso in Serie D il Legnago Salus (30 punti), mentre Trento (42), Pro Sesto (38), Seregno (34) e Giana Erminio (34) vanno ai play-out.

Girone “B”: primo posto finale per il Modena (88 punti in 38 giornate con 27 vittorie, 7 pareggi e 4 sconfitte, 69 gol segnati e 25 subiti) promosso in Serie B.
Qualificate per i play-off Reggiana (86 punti), Cesena (67), Virtus Entella (65), Pescara (65), Ancona Matelica (57), Gubbio (52), Lucchese (50), Olbia (46) e Carrarese (45).
Retrocesso in Serie D il Grosseto (30 punti), mentre Viterbese (39), Imolese (37), Pistoiese (36) e Fermana (35) vanno ai play-out.

Girone “C”: primo posto finale per il Bari (75 punti in 36 giornate con 22 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte, 52 gol segnati e 26 subiti) promosso in Serie B.
Qualificate per i play-off Catanzaro (67 punti), Palermo (66), Avellino (64), Monopoli (59), Virtus Francavilla (56), Foggia (54), Turris (52), Monterosi Tuscia (51) e Picerno (50).
Retrocessa in Serie D la Vibonse (21) oltre al fallito in corsa Catania, il mentre Fidelis Andria (30) e Paganese (26) vanno ai play-out.

@ Riproduzione Riservata

@ Riproduzione Riservata

Serie C: dopo promozioni e retrocessioni dirette via a play-off e play-out

(daniele amadasi)  Nel corso del fine settimana di sabato 8 e domenica 9 maggio ha preso al via i play-off promozione ed i play-out salvezza della Serie C edizione 2020-2021 che al termine della sua regular season ha visto la promozione diretta in Serie B di Como, Perugia e Ternana, quali vincitori dei tre raggruppamenti.

Una regular season che ha portato quindi alla formazione del tabellone dei play-off promozione con la presenza di ben 28 squadre: 9 del Girone “A” (Alessandria, Renate, Pro Vercelli, Pro Patria, Lecco, Albinoleffe, Pontedera, Grosseto e Juventus Under-23), 10 del Girone “B” (Padova, Alto Adige Bolzano, Modena, Feralpi Salò, Triestina, Cesena, Matelica, Sanbenedettese, Mantova e Virtus Verona) e 9 del Girone “C” (Catanzaro, Avellino, Bari, Juve Stabia, Catania, Palermo, Teramo, Foggia e Casertana). In palio per la vincitrice dei play-off, che prevedono la disputa di due turni eliminatori in gara unica prima di arrivare alle sfide di andata e ritorno a partire dagli ottavi di finale, la promozione al prossimo campionato di Serie B edizione 2021-2022.

Solo sei invece le formazioni coinvolte negli spareggi dei play-out considerando che classifica alla mano, sono già retrocesse in Serie “D” direttamente al termine della regular season Pistoiese, Lucchese e Livorno dal Girone “A”, Arezzo dal Girone “B”, Cavese e Trapani dal Girone “C”.
Così per definire le ultime tre retrocesse si disputeranno solo altrettanti spareggi play-out con le sfide Legnago-Ravenna, Imolese-Fano e Bisceglie-Paganaese.
Di contro ad oggi essendo ancora in corsa il campionato non sono note le nove squadre che saranno promosse dalla Serie D alla Serie C.

Così nelle gare uniche ad eliminazione diretta del primo turno eliminatorio dei play-off: Lecco – Grosseto 1-4, Pro Patria – Juventus Under-23 1-3, Albinoleffe – Pontedera 1-0, Matelica – Sanbenedettese 3-1, Triestina – Virtus Verona rinviata, Cesena – Mantova 2-1, Palermo – Teramo 2-0, Catania – Foggia 1-3, Juve Stabia – Casertana 1-1 (con passaggio del turno degli stabiesi).
Così nelle gare uniche ad eliminazione diretta del secondo turno eliminatorio dei play-off: Pro Vercelli – Juventus Under-23, Albinoleffe-Grosseto,  Feralpi Salò – Matelica/VirtusVerona, Cesena – Triestina/Matelica, Bari – Foggia e Juve Stabia – Palermo.
Squadre già qualificate per gli ottavi di finale con gare di andata e ritorno (16 e 20 maggio):  Renate, Alto Adige Bolzano, Avellino e Modena.
Squadre già qualificate per i quarti di finale con gare di andata e ritorno (24 e 28 maggio):  Alessandria, Padova e Catanzaro.
Final Four promozione: semifinali (1° e 5 giugno) e finali (9 e 13 giugno).

@ Riproduzione Riservata