Archivi categoria: Serie “C”

Serie C: in attesa della Vibonese, debuttano Pistoiese, Triestina e Sicula Leonzio

(daniele amadasi)  Archiviate nell’ultimo fine settimana le 27 gare della prima giornata della Serie C versione 2017-2018, nel prossimo week-end ci saranno anche gli esordi stagionali di Pistoiese, Triestina e Sicula Leonzio, rimaste a riposo per via dei format dei tre gironi “A”, “B” e “C” composti sino ad ieri ognuno da 19 squadre.
Sino ad ieri, mercoledì 30 agosto, perchè i Giudici della Corte Federale di Appello hanno riammesso, a campionato iniziato, la Vibonese che a questo punto sarà inserita nel Girone “C”, andando ad iniziare la propria stagione agonistica in ritardo e recuperando nel tempo le due iniziali giornate.

Sicula Leonzio – Matera sabato 2 settembre alle ore 16.30, Pistoiese – Monza e Triestina – Reggiana domenica 3 settembre alle ore 16.30 le date e gli orari dei debutti interni delle tre squadre di Serie C che hanno già osservato il loro turno di riposo, per contro destinati nel turno odierno all’Alessandria (1-1 a Pontedera all’esordio) nel Girone “A”, al Teramo (1-1 a Mestre) nel Girone “B” ed all’Andria (3-3 interno con la Juve Stabia) nel Girone “C”.
Facendo un passo indietro e ritornando a quanto successo nella prima giornata di campionato della terza serie italiana, segnaliamo gli avvii con vittoria delle quotate Livorno (2-1 al Gavorrano), Siena (1-0 alla Lucchese), Carrarese (1-0 a Cuneo), Feralpi Salò (2-1 alla Reggiana), Vicenza (3-0 al Gubbio), Trapani (1-0 al Siracusa) ed i passi falsi di Piacenza (0-2 a Monza), Modena (0-2 dalla Sambenedettese), Padova (0-3 a Renate), Reggina (0-1 a Rende), Catania (1-1 con il Racing Fondi) e Lecce (1-1 a Francavilla)

Di seguito la composizione dei tre gironi della Serie C 2017-2018.
Girone “A”: Alessandria, Arezzo, Arzachena, Carrarese, Cuneo, Gavorrano, Giana Erminio, Livorno, Lucchese, Monza, Olbia, Piacenza, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Pro Piacenza, Robur Siena e Viterbese.
Girone “B”: AlbinoLeffe, Alto Adige Bolzano, Bassano, Fano, Feralpi Salò, Fermana, Gubbio, Mestre, Modena, Padova, Pordenone, Ravenna, Reggiana, Renate, Sambenedettese, Santarcangelo, Teramo, Triestina e Vicenza.
Girone “C”: Akragas, Bisceglie, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Fidelis Andria, Juve Stabia, Lecce, Matera, Monopoli, Paganese, Racing Fondi, Reggina, Rende, Sicula Leonzio, Siracusa, Trapani, Vibonese e Virtus Francavilla.

Serie C a quota 56 squadre, ripescate solo la Triestina

(daniele amadasi)   Lo scorso venerdì 28 luglio sono scaduti i termini di presentazione delle domande di ripescaggio al campionato di Serie C edizione 2017-2018 ed allo stato attuale è stato coperto uno dei cinque posti utili.
Solo la Triestina difatti è risultata l’unico club ad avere presentato tutte le carte in regola e gli annessi pagamenti per complessivi 850’000,00 € fra versamenti e fidejussioni per essere riammesse, così a seguito del Consiglio Federale andato in scena venerdì 4 agosto, è stato varato il nuovo format a 56 squadre per la prossima stagione 2017-2018 di Serie C

Da segnalare, in aggiunta al sorprendente non ripescaggio del Rende,  anche il fallito tentativo dell’immediato ritorno del Latina in Serie C considerando che la Federcalcio non ha dato l’avvallo allo spostamento del Racing Roma, fresco di acquisizione del titolo sportivo del Fondi attraverso la nuova denominazione Racing Club Fondi, in Pontina, tanto che l’ex club romano del Presidente Antonio Pezone nella prossima stagione dovrà giocare le proprie gare interne allo Stadio “Domenico Purificato” di Fondi e non al “Francioni” di Latina o addirittura al “Casal del Marmo” di Roma, casa della vecchia Racing Roma.

Di seguito l’elenco completo ed in rigoroso ordine alfabetico delle 56 squadre che disputeranno il campionato di Serie C 2017-2018: Albinoleffe, Akragas, Alessandria, Alto Adige Bolzano, Arezzo, Arzachena, Virtus Bassano, Bisceglie, Carrarese, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Cuneo, Fano, FeralpiSalò, Fermana, Fidelis Andria, Fondi, Virtus Francavilla, Gavorrano, Giana Erminio, Gubbio, Lecce, Livorno, Lucchese, Matera, Mestre, Modena, Monopoli, Monza, Olbia, Padova, Paganese, Piacenza, Pro Piacenza, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Pordenone, Prato,  Ravenna, Reggiana, Reggina, Renate, Sambenedettese, Santarcangelo, Sicula Leonzio, Robur Siena, Siracusa, Juve Stabia, Teramo, Trapani, Triestina, Vicenza e Viterbese.

Con tali premesse è ovvio pensare che giovedì 10 agosto alle ore 18.00 all’Ex Aurum di Pescara, alla presentazione dei calendari 2017-2018 della Serie C, verranno stilati due gironi da 19 squadre ed uno da 18 squadre.

Serie C 2017-2018: saranno cinque le squadre da ripescare

(daniele amadasi)  Definite le modalità per i ripescaggi nel campionato di Lega Pro – Serie C edizione 2017-2018, considerando che nella giornata di giovedì scorso, 20 luglio, sono stati accolti i ricorsi di riammissione presentati da Akragas, Arezzo, Fidelis Andria, ModenaJuve Stabia, precedentemente non accettate per il mancato rispetto dei parametri Co.Vi,Soc.
Pertanto ad oggi risultano solo cinque le formazioni escluse dal prossimo campionato, ovvero Como,  Latina, Mantova, Maceratese e Messina.

Cinque quindi i giorni ancora utili per la definizione da parte del Consiglio Federala della Federcalcio della ex Lega Pro del format a 60 squadre della rinata Serie C versione 2017-2018 e per la scelta delle cinque squadre da ripescare, considerando che ad oggi, in rigoroso ordine alfabetico, sono 55 le squadre sicure di essere ai nastri di partenza del campionato nazionale di terza serie: Albinoleffe, Akragas, Alessandria, Alto Adige Bolzano Arezzo, Arzachena, Virtus Bassano, Bisceglie, Carrarese, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Cuneo, Fano, FeralpiSalò, Fermana, Fidelis Andria, Fondi, Virtus Francavilla, Gavorrano, Giana Erminio, Gubbio, Lecce, Livorno, Lucchese, Matera, Mestre, Modena, Monopoli, Monza, Olbia, Padova, Paganese, Piacenza, Pro Piacenza, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Pordenone, Prato,  Ravenna, Reggiana, Reggina, Renate, Sambenedettese, Santarcangelo, Sicula Leonzio, Robur Siena, Siracusa, Juve Stabia, Teramo, Trapani, Vicenza e Viterbese.

Scadrà infatti venerdì 28 luglio alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle domande di ripescaggio, che dovranno essere comprensive della tassa di iscrizione da 300’000,00 €uro e di due garanzia  fideiussorie a prima chiamata da 350’000,00 e da 200’000,00 €uro.
Dodici sulle carta le squadre interessate al cinque posti del ripescaggio, seppure potrebbero essere sei le new entry considerato che il Nuovo Latina sta trattando l’acquisto del titolo sportivo del Fondi. Fra queste le favorite al ripescaggio paiono essere la Triestina, il Rende ed il Lumezzane, anche se le varie Rieti, Imolese, Massese, Nocerina, Vis Pesaro, Varese, Savona e L’Aquila hanno ancora importanti carte da poter giocare.

 

 

 

Lega Pro: la situazione delle iscrizioni 2017-2018

(daniele amadasi) A ventiquattro ore  dalla scadenza dei termini relativi alle iscrizioni al prossimo campionato di Lega Pro edizione 2017-2018, fissato per domani, venerdì 30 giugno, emergono già alcuni interessanti retroscena.
Premesso che ad oggi e dopo il fallimento del Latina, sono 59 i club aventi il titolo sportivo per potersi iscrivere, dalle prime indiscrezioni giornalistiche si vocifera che almeno 3 club siano a forte rischio, non essendo in regola e non potendo garantire i limiti finanziari richiesti dalla Co.Vi.So.C (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche), l’organo interno alla Federazione Italiana Giuoco Calcio atta a valutare lo stato economico dei club.
Di nomi, come giusto che sia, non ne sono stati fatti, ma a tale proposito oltre all’interesse dei tifosi delle squadre che presenteranno la domanda di iscrizione, c’è anche quello dei supporters delle squadre che ambiscono al ripescaggio, visto e considerato che almeno il posto del Latina andrà coperto.

Così sulla base di quanto ratificato dal  Consiglio della Figc, ogni club intenzionato a presentare domanda di ripescaggio nel campionato di Lega Pro 2017-2018 dovrà garantire una liquidità economica di almeno 500 mila €uro, considerando che 300 mila € dovranno essere versati a fondo perso e 200 mila congelati per l’emissione della richiesta fidejussione.
Al termine della scorsa stagione 2016-2017, la Serie “D” aveva comunicato l’elenco con annessa classifica dei primi nove club papabili di richiedere la domanda di ripescaggio nella terza serie italiana e fra questi quelli ad oggi più accreditati a ritornare in Lega Pro appaiono i bresciani del Lumezzane, i giuliani della Triestina ed i marchigiani della Vis Pesaro.