Archivi categoria: Coppe Europee

Europa League: sarà finale Manchester United – Villareal

(daniele amadasi)  Sarà una finale anglo-ispanica quella in programma mercoledì 26 maggio al City Stadium di Gdańsk in Polonia per assegnare la Uefa Europa League edizione 2020-2021.
Questo il verdetto maturato al termine delle gare di andata e ritorno dei quattro turni dei play-off della seconda coppa per importanza a livello di club europei, che vedrà opposti nella finalissima i quotati e favoriti inglesi del Manchester United al sorprendente Villareal, formazione spagnola di non prima fascia con sede a Vila-Real, cittadina di 50 mila abitanti situata nella provincia di Castellón a 60 km da Valencia.

Manchester United e Villareal hanno costruito il loro approdo alla finalissima di Europa League grazie ai successi interni delle gare di andata delle semifinali.
Dopo il tennistico successo per 6-2 sulla Roma all’Old Trafford lo United ha controllato senza problema la sfida dell’Olimpico concedendosi una innocua sconfitta per 3-2.
Il Villareal invece dopo la vittoria sull’Arsenal per 2-1 all’Estadio de la Ceramica, è riuscito a difendere il gol di vantaggio portando via dell’Emirates Stadium di Londra l’auspicato passaggio del turno grazie ad un pareggio a reti bianche.

Così nella fase play-off della UEL 2020-2021.
Sedicesimi di finale: Wolfsburg (Germania) – Tottenham Hotspur (Inghilterra) 1-4 e 0-4, Dinamo Kiev (Ucraina) – Bruges (Belgio) 1-1 e 1-0, Real Sociedad (Spagna) – Manchester United (Inghilterra) 0-4 e 0-0, Benfica (Portogallo) – Arsenal (Inghilterra) 1-1 e 2-3, Stella Rossa Belgrado (Serbia) – Milan (Italia) 2-2 e 1-1, Anversa (Belgio) – Glasgow Rangers (Scozia) 3-4 e 2-5, Slavia Praga (Cekia) – Leicester (Inghilterra) 0-0 e 2-0, Red Bull Salisburgo (Austria) – Villarreal (Spagna) 0-2 e 1-2, Sporting Braga (Portogallo) – Roma (Italia) 0-2 e 1-3, Krasnodar (Russia) – Dinamo Zagabria (Croazia) 2-3 e 0-1, Young Boys Berna (Svizzera) – Bayer Leverkusen (Germania) 4-3 e 2-0, Molde (Norvegia) – Hoffenheim (Germania) 3-3 e 2-0, Granada (Spagna) – Napoli (Italia) 2-0 e 1-2, Maccabi Tel Aviv (Israele) – Shakhtar Donetsk (Ucraina) 0-2 e 0-1, Lille (Francia) – Ajax (Olanda) 1-2 e 1-2, Olympiacos Pireo (Grecia) – PSV Eindhoven (Olanda) 4-2 e 1-2.
Ottavi di finale: Manchester United (Inghilterra) – Milan (Italia) 1-1 e 1-0,  Slavia Praga (Cekia) – Glasgow Rangers (Scozia) 1-1 e 2-0, Dynamo Kiev (Ucraina) – Villareal (Spagna) 0-2 e 0-2, Ajax (Olanda) – Young Boys Berna 3-0 e 2-0, Tottenham Hotspur (Inghilterra) – Dinamo Zagabria (Croazia) 2-0 e 0-3 ds, Roma (Italia) – Shakhtar Donetsk (Ucraina) 3-0 e 2-1, Olympiakos Pireo (Grecia) – Arsenal (Inghilterra) 1-3 e 1-0, Granada (Spagna) – Molde (Norvegia) 2-0 e 1-2.
Quarti di finale: Granada (Spagna) – Manchester United (Inghilterra) 0-2 e 0-2, Ajax (Olanda) – Roma (Italia) 1-2 e 1-1,  Dinamo Zagabria (Croazia) – Villareal (Spagna) 0-1 e 1-2, Arsenal (Inghilterra) – Sparta Praga (Cekia) 1-1 e 4-0.
Semifinali: Manchester United (Inghilterra) – Roma (Italia) 6-2 e 2-3, Villareal (Spagna) – Arsenal (Inghilterra) 2-1 e 0-0.
Finale: Manchester United – Villareal mercoledì 26 maggio.

L’albo d’oro delle ultime dieci edizioni della Uefa Europa League.
2010-2011: Porto (Portogallo) – 2° titolo
2011-2012: Atlético Madrid (Spagna) 
2012-2013: Chelsea (Inghilterra)
2013-2014: Siviglia (Spagna)
2014-2015: Siviglia (Spagna)
2015-2016: Siviglia (Spagna)
2016-2017: Manchester United (Inghilterra) – 1° titolo
2017-2018: Atlético Madrid (Spagna) – 3° titolo
2018-2019: Chelsea (Inghilterra) – 2° titolo 
2019-2020: Siviglia (Spagna) – 6° titolo
2020-2021: ?

@ Riproduzione Riservata

Champions League: sarà una finale inglese City vs Chelsea

(daniele amadasi)  Come due anni fa saranno due squadre inglesi, il Manchester City ed il Chelsea, a contendersi il titolo di campione d’Europa nella finalissima della Uefa Champions League 2020-2021 in programma sabato 29 maggio allo Stadio Olimpico Ataturk di Istanbul, in Turchia.

Questo il verdetto scaturito al termine delle gare di ritorno delle semifinali di Champions League.
Al successo esterno del Parco dei Principi di Parigi di mercoledì 28 aprile per 2-1 nei confronti del Paris Saint Germain, il City diretto dallo spagnolo Pep Guardiola ha replicato con un altra vittoria per 2-0 nel return match dell’Etihad Stadium di Manchester di martedì 4 maggio, eliminando i francesi, vice campioni continentali.

Dopo il pareggio esterno per 1-1 all’Alfredo Di Stefano Madrid di martedì 27 aprile invece il Chelsea del coach tedesco Thomas Tuchel ha chiuso definitivamente la pratica Real superando gli spagnoli per 2-0 nella sfida disputata allo Stamford Bridge di Londra nella serata di mercoledì 5 maggio.

Così e come già avvenuto nella stagione 2018-2019 quando il Liverpool superò la concorrenza dei connazionali del Tottenham Hotspur nella finalissima del Wanda Metropolitano di Madrid, anche quest’anno assisteremo ad un derby tutto inglese con in palio il massimo titolo europeo per club, che vedrà altresì la presenza di due dei dodici club che avevano aderito al progetto di una “SuperLega Europea” privata al posto della Champions League targata Uefa.
Manchester City contro Chelsea quindi nella finalissima di Istanbul del 29 maggio per la corsa al titolo detenuto dal Bayern Monaco e che vede come principale favoriti i Citizens prossimi anche alla vittoria del loro terzo titolo di Premier League inglese nel corso degli ultimi quattro anni.

Così nella fase play-off della UCL 2020-2021.
Ottavi di finale: Red Bull Lipsia (Germania) – Liverpool (Inghilterra) 0-2 e 0-2, Barcellona (Spagna) – Paris Saint Germain (Francia) 1-4 e 1-1, Siviglia (Spagna) – Borussia Dortmund (Germania) 2-3 e 2-2, Porto (Portogallo) – Juventus (Italia) 2-1 e 2-3 ds, Lazio (Italia) – Bayern Monaco (Germania) 1-4 e 1-2, Atlético Madrid (Spagna) – Chelsea (Inghilterra) 0-1 e 0-2, Borussia Moenchengladbach (Germania) – Manchester City (Inghilterra) 0-2 e 0-2, Atalanta (Italia) – Real Madrid (Spagna) 0-1 e 1-3. 
Quarti di finale: Real Madrid (Spagna) – Liverpool (Inghilterra) 3-1 e 0-0, Manchester City (Inghilterra) – Borussia Dortmund (Germania) 2-1 e 2-1, Porto (Portogallo) – Chelsea (Inghilterra) 0-2 e 1-0, Bayern Monaco (Germania) – Paris Saint Germain (Francia) 2-3 e 1-0. 
Semifinali: Real Madrid (Spagna) – Chelsea (Inghilterra) 1-1 e 0-2, Paris Saint Germain (Francia) – Manchester City (Inghilterra) 1-2 e 0-2.
Finale: Manchester City – Chelsea sabato 29 maggio.


L’albo d’oro delle ultime dieci edizioni della Uefa Champions League.
2010-2011: Barcellona (Spagna).
2011-2012: Chelsea (Inghilterra).
2012-2013: Bayern Monaco (Germania).
2013-2014: Real Madrid (Spagna).
2014-2015: Barcellona (Spagna).
2015-2016: Real Madrid (Spagna).
2016-2017: Real Madrid (Spagna).
2017-2018: Real Madrid (Spagna).
2018-2019: Liverpool (Inghilterra).
2019-2020: Bayern Monaco (Germania).
2020-2021: ?

@ Riproduzione Riservata

Coppe Europee: definite le semifinaliste di champions ed europa league

(daniele amadasi)  Al termine della tre giorni andata in scena da martedì 13 a giovedì 15 aprile, si sono definiti gli accoppiamenti delle semifinali delle coppe europee Uefa 2020-2021 targate Champions League ed Europa League, che nel complesso delle otto formazioni qualificate vede la presenza di quattro club inglesi (Manchester City, Chelsea, Arsenal e Manchester United), due spagnoli (Real Madrid e Villareal), uno italiano (Roma) ed uno francese (Paris Saint Germain).

A livello di Uefa Champions League nessun pronostico ribaltato rispetto a quelli maturati al termine delle gare di andate.
Forti dei propri successi esterni rispettivamente sul campo del Bayern Monaco per 3-1 e del Porto per 2-0, il Paris Saint Germain ed il Chelsea hanno controllato, non senza pericoli, nei return match casalinghi la voglia di rimonta dei tedeschi e dei portoghesi, perdendo entrambe per 1-0 ma in maniera non deleteria considerando alla fine il passaggio in semifinale di francesi ed inglesi.
Real Madrid e Manchester City invece dopo avere vinto fra le mura amiche le sfide di andata nei confronti del Liverpool per 3-1 e del Borussia, hanno staccato i pass per le semifinali grazie al pareggio a reti bianche in quel di Anfield Road contro i reds inglesi ed alla vittoria in rimonta per 2-1 alla Signal Iduna di Dortmund.
Tra fine aprile ed inizio maggio spazio quindi alle semifinali con le sfide Paris Saint Germain – Manchester City (andata martedì 27 aprile in Francia e ritorno mercoledì 5 maggio in Inghilterra) e Real Madrid – Chelsea (andata mercoledì 28 aprile in Spagna e ritorno martedì 4 maggio a Londra).
In palio i due posti per la finalissima in programma sabato 29 maggio allo Stadio Olimpico Ataturk di Istanbul, in Turchia.

Rimanendo in tema di coppe europee passiamo ad analizzare quanto successo a livello di quarti di finale della Uefa Europa League, che vedrà assegnato il proprio titolo continentale nella serata di mercoledì 26 maggio al City Stadium di Gdańsk in Polonia, segnalando che anche in questo caso i risultati di giovedì scorso avevano già influito sull’esito delle gare di ritorno.
Manchester United (2-0 a Granada), Roma (2-1 ad Amsterdam all’Ajax) e Villareal (1-0 a Zagabria alla Dinamo) hanno controllato in maniera accorta i propri vantaggio portando a termine i rispettivi passaggi del turno attraverso i seguenti risultati: Manchester United – Granada 2-0, Roma-Ajax 1-1 e Villareal – Dinamo Zagabria 2-1.
Discorso leggermente diverso per Slavia Praga ed Arsenal che ripartivano dal pareggio per 1-1 maturato in casa dei gunners inglesi, ma con delle premesse per la gara di ritorno non favorevoli ai padroni di casa dello Slavia scesi in campo al Sinobo Stadium di Praga senza sette titolari. Premesse rispettate in pieno a favore dell’Arsenal che ha sfruttato al meglio l’occasione uscendo nettamente vincitore per 4-0.
Fra le serate di giovedì 29 aprile e giovedì 6 maggio andranno in scena le gare di andata e di ritorno delle semifinali, con gli accoppiamenti Manchester United – Roma e Villareal – Arsenal, ricordando che alla vincente dell’edizione 2020-2021 dell’Europa League verrà assegnato un pass diretto per la partecipazione all’edizione 2020-2021 della Champions League.

L’albo d’oro delle ultime dieci edizioni della Uefa Champions League.
2010-2011: Barcellona (Spagna).
2011-2012: Chelsea (Inghilterra).
2012-2013: Bayern Monaco (Germania).
2013-2014: Real Madrid (Spagna).
2014-2015: Barcellona (Spagna).
2015-2016: Real Madrid (Spagna).
2016-2017: Real Madrid (Spagna).
2017-2018: Real Madrid (Spagna).
2018-2019: Liverpool (Inghilterra).
2019-2020: Bayern Monaco (Germania).
2020-2021: ?

L’albo d’oro delle ultime dieci edizioni della Uefa Europa League.
2010-2011: Porto (Portogallo) – 2° titolo
2011-2012: Atlético Madrid (Spagna)
2012-2013: Chelsea (Inghilterra)
2013-2014: Siviglia (Spagna)
2014-2015: Siviglia (Spagna)
2015-2016: Siviglia (Spagna)
2016-2017: Manchester United (Inghilterra) – 1° titolo
2017-2018: Atlético Madrid (Spagna) – 3° titolo
2018-2019: Chelsea (Inghilterra) – 2° titolo 
2019-2020: Siviglia (Spagna) – 6° titolo
2020-2021: ?

@ Riproduzione Riservata

Uefa Europa League: da stasera le andate dei quarti di finale

(daniele amadasi)  A partire dalle ore 21.00 di questa sera, giovedì 8 aprile 2021, prenderanno al via le gare di andata dei quarti di finale della Uefa Europa League:  Ajax Amsterdam (Olanda) – Roma (Italia), Arsenal (Inghilterra) – Slavia Praga (Cekia), Granada (Spagna – Manchester United (Inghilterra) e Dinamo Zagabria (Croazia) – Villareal (Spagna).

Return match a campi invertiti, fra una settimana esatta, giovedì 15 aprile 2021.
In palio i quattro posti per le semifinali, penultimo atto della fase a play-off ad eliminazione diretta della Uefa Europa League 2020-2021, che vedrà assegnato il proprio trofeo europeo, secondo per importanza dopo la Uefa Champions League, nella serata di mercoledì 26 maggio al City Stadium di Gdańsk in Polonia (41’620 spettatori).

Fra le otto squadre ancora rimaste in corsa in aggiunta alle due compagini inglesi del Manchester United e dell’Arsenal, principali favorite per la vittoria finale, la Roma diretta da questa stagione dall’allenatore portoghese Paulo Fonseca (ex Shakhtar Donetsk), unica formazione italiana capace di non farsi eliminare, come invece accaduto in casa Milan e Napoli, escluse agli ottavi di finale.

L’albo d’oro delle ultime dieci edizioni della Uefa Europa League.
2010-2011: Porto (Portogallo) – 2° titolo
2011-2012: Atlético Madrid (Spagna)
2012-2013: Chelsea (Inghilterra)
2013-2014: Siviglia (Spagna)
2014-2015: Siviglia (Spagna)
2015-2016: Siviglia (Spagna)
2016-2017: Manchester United (Inghilterra) – 1° titolo
2017-2018: Atlético Madrid (Spagna) – 3° titolo
2018-2019: Chelsea (Inghilterra) – 2° titolo 
2019-2020: Siviglia (Spagna) – 6° titolo
2020-2021: ?

@ Riproduzione Riservata