Archivi categoria: Coppe Europee

Quarti di Champions 2019 amari per la Juve eliminata dall’Ajax

(daniele amadasi)  Anche per quest’anno il sogno Uefa Champions League della Juventus svanisce in maniera precoce, al termine della doppia sfida dei quarti di finale disputata contro l’Ajax, che accede in semifinale con lo scalpo dei bianconeri in aggiunta a quello del Real Madrid degli ottavi di finale.

Se per vincere in Italia lo scudetto è bastata la presenza in attacco di Simone Zaza, la Juventus a suo spese ha certificato che per vincere in Europa, sponda Champions League, non basta la presenza di Cristiano Ronaldo, autore unico delle cinque reti segnate dai bianconeri nelle quattro gare della fase a play-off a livello di ottavi e quarti di finale nelle doppie sfide di andata e ritorno contro Atlético Madrid ed Ajax.
Dieci gare, quattro sconfitte, un pareggio e cinque vittorie il bilancio complessivo e negativo della Juventus di Max Allegri a livello di UCL, approdata alla fase a play-off come prima del proprio girone davanti al Manchester United ma fuori già dopo solo il secondo turno.
Negli ottavi di finale i bianconeri riuscirono a ribaltare la sconfitta di Madrid (0-2) contro l’Atlético al ritorno con un secco 3-0, ieri sera invece dopo il pareggio di Amsterdam (1-1) la Juventus dopo essere passata in vantaggio si è fatta rimontare uscendo sconfitta (1-2) ed eliminata davanti al proprio pubblico.

A far riflettere sull’eliminazione della Juventus, giusta per quanto visto in campo considerando la netta superiorità dimostrata dalla giovane Ajax diretta da Erik Ten Hag nel corso dei complessivi 180 minuti di gioco, sono i 25 minuti del secondo tempo vissuti dai bianconeri in totale soggezione e sudditanza tattica, tecnica ed agonistica nei confronti degli olandesi.
Nel calcio non esiste il time-out, però è illogico pensare che il tecnico Allegri non sia riuscito a correre ai ripari nella zona mediana e nevralgica del campo di gioco, inserendo (a parte l’ingresso in campo del giovane Kean al posto dell’infortunato Dybala) il solo Cancelo al posto di De Sciglio con annesso e difficoltoso spostamento di Can al centro della nuova difesa a 3 insieme a Bonucci e Rugani.
In vantaggio con Cristiano Ronaldo (28′) e raggiunta in maniera sfortunata dal gol di Van de Beek (34′), nel corso della ripresa la Juventus è stata letteralmente messa all’angolo dall’Ajax vicina al gol in almeno quattro occasioni, di cui due sventate in maniera strepitosa dagli interventi del portiere Szczesny, prima di capitolare sotto la testa vincente di De Ligt (67′).

Un black-out inspiegabile che ha richiamato quello di Cardiff della finalissima di Champions della stagione 2016-2017 persa dalla Juventus contro il Real Madrid e che dovrà fare riflettere proprietà e dirigenza bianconera in vista della scelta di confermare o meno l’attuale tecnico Max Allegri, sotto contratto sino al 30 giugno 2020, sulla panchina degli attuali campioni d’Italia, prossimi a vincere l’ottavo scudetto consecutivo, anche nella prossima stagione 2019-2020.
A tal proposito rimane difatti da segnalare che fra tre giorni, sabato 20 aprile, la Juventus ospita in casa allo Stadium la Fiorentina e che in caso di pareggio o vittoria potrà festeggiare il suo ottavo scudetto di fila, seppure dopo ieri sera, il clima in casa bianconera sia tutt’altro che volto alla celebrazione.

Coppe Europee: da stasera le andate dei quarti di UCL e UEL 2018-2019

(daniele amadasi)  Al via da questa sera, martedì 9 aprile, la tre giorni delle gare di andate dei quarti di finale delle Coppe Europee targare UCL ed UEL.

Ad aprire le danze la Uefa Champions League con le prime due gare serali delle ore 21.00: Liverpool – Porto al New Anfield ed il derby inglese Tottenham – Manchester City all’Hotspur Stadium di Londra.

Domani sera invece, mercoledì 10 aprile, andranno in scena le ultime due gare di andata dei quarti, sempre dalle ore 21.00 con Ajax – Juventus dalla Johan Cruijff Arena di Amsterdam e Manchester United – Barcellona dall’Old Trafford.

Per la Juventus di Cristiano Ronaldo tornato a disposizione di Mister Allegri dopo due settimane di stop, trasferta olandese contro la sorprendente Ajax capace di eliminare agli ottavi di finale il Real Madrid, vincitore consecutivo delle ultime tre edizioni della Champions League.
In caso di passaggio del turno post return match con i lancieri biancorossi dello Stadium di martedì 16 aprile, la Juventus affronterà in semifinale la vincente della doppia sfida fra Tottenham Hotspur e Manchester City.

Archiviata la due giorni di UCL. giovedì 11 aprile alle ore 21.00 andranno invece in scena le gare di andata dei quarti di finale della Uefa Europa League.
In programma le sfide Arsenal – Napoli, Benfica – Eintracht Francoforte, Slavia Praga – Chelsea ed il derby spagnolo Villareal – Valencia.
Per il Napoli di Carlo Ancelotti trasferta insidiosa all’Emirates Stadium di Londra contro i Gunners, attuale quinta forza della Premier League inglese a meno uno dal Tottenham quarto ed a meno tre dal Chelsea terzo.
Return match a campi invertiti giovedì 18 aprile.

Coppe Europee: Juve e Napoli ai quarti di Champions ed Europa League

(daniele amadasi)  A tenere alta la bandiera  italiana a livello di quarti di finale delle coppe europee restano solo Juventus e Napoli.
Questo l’esito scaturito al termine della tre giorni di coppe europee a livello di ottavi di finale che per contro hanno portato, dopo le premature e precedenti eliminazioni di Milan e Lazio, anche agli addii di Roma ed Inter.

Così oggi, venerdì 15 marzo, a partire dalle ore 12.00 nell’urna di Nyon della Uefa Champions League ci sarà la sola Juventus, capace di ribaltare l’Atlético Madrid con un perentorio 3-0 (tripletta di Cristiano Ronaldo) dopo la sconfitta per 0-2 nel match di andata.
Sette le possibili avversarie dei bianconeri di Mister Max Allegri: le quattro inglesi Manchester City, Liverpool, Manchester United e Tottenham Hotspur, la catalana Barcellona, l’olandese Ajax e la lusitana Porto.

Alle ore 13.00 sarà invece la volta del Napoli di Mister Ancelotti, sconfitto 3-1 a Salisburgo ma approdato ai quarti di Uefa Europa League per via del successo per 3-0 nella gara di andata. Eliminata fra le polemiche per l’ennesimo insuccesso l’Inter di Luciano Spalletti, sconfitta in casa per 1-0 dai tedeschi dell’Eintracht Francoforte (0-0 all’andata).
Per i partenopei possibili incroci con le due londinesi Arsenal e Chelsea, le spagnole Valencia e Villereal, la portoghese Benfica, la germanica Francoforte e la ceka Sparta Praga.

A livello statistico da segnalare che fra Champions ed Europa League su sedici squadre approdate ai quarti di finale traviamo ben sei formazioni inglese (37,50%), tre spagnole (18,75%), due italiane (12,50%), due portoghesi (12,50%), una tedesca (6,25%), una olandese (6,25%), una ceka (6,25%) e soprattutto nessuna squadra in rappresentanza della Francia campione del Mondo in carica.

Ritornando ai sorteggi di Nyon di oggi dei quarti di finale che potrete seguire in diretta sulle nostre pagine social di Calcioparlando targate Twitter e Facebook in casa Juventus si pensa ad evitare una fra Manchester City e Barcellona, mentre in quella Napoli di non essere abbinata al Chelsea di Mister Sarri e Gonzalo Higuain ed all’Arsenal.

Europa League: Lazio out, Inter e Napoli agli ottavi

(luca rolandi)  Due su tre a livello di sedicesimi di finale di Europa League 2018-2019 e di passaggio agli ottavi da parte delle nostre squadre italiane.

All’eliminazione della Lazio per mano del Siviglia di mercoledì sera (0-2 in Spagna allo Stadio Ramón Sánchez Pizjuán dopo lo 0-1 dell’andata all’Olimpico di Roma), nel corso della serata di ieri sono arrivati i passaggi del turno di Inter e Napoli, che hanno bissato al ritorno i rispettivi successi delle andate contro gli austriaci del Rapid Vienna (4-0 dopo l’1-0) e gli svizzeri dello Zurigo (2-0 dopo il 3-1).
Di Vecino, Ranocchia, Perisic e Politano in casa neroazzurra, Verdi ed Ounas in quella partenopea, le reti che hanno permesso ad Inter e Napoli di approdare agli ottavi di finale della Uefa Europa League.

Dalle qualificazioni ai sorteggi di oggi, venerdì 22 febbraio, che interesseranno le altre quattordici squadre approdate al secondo turno della fase a play-off, ovvero: Arsenal (Inghilterra), Benfica (Portogallo), Chelsea (Inghilterra), Eintracht Francoforte (Germania), Dynamo Kiev (Ucraina), Krasnodar (Russia), Slavia Praga (Cekia), Rennes (Francia), Red Bull Salisburgo (Austria), Zenit San Pietroburgo (Russia), Siviglia (Spagna), Valencia (Spagna), Villareal (Spagna) e Dinamo Zagabria (Croazia).

Fra le squadre eliminate con blasone importante a livello europeo, oltre alla Lazio, registriamo i nomi di Shakhtar Donetz (Ucraina), Galatasaray (Turchia), Celtic Glasgow (Scozia), Bayer Leverkusen (Germania), Sporting Lisbona (Portogallo) e Betis Siviglia (Spagna).
Come anticipato oggi alle ore 13.00 a Nyon scopriremo l’esito dei sorteggi e degli abbinamenti delle gare degli ottavi di finale, programmati nelle serate di giovedì 7 e 14 marzo, ter’ultimo turno dei play-off prima della finalissima del 29 maggio all’Olympic Stadium di Baku (Azerbaigian).