Archivi tag: Serie “B”

Serie B: Salernitana salva, Venezia retrocesso, estate rovente


(daniele amadasi)  In attesa della conclusione dei play-off di Serie C, il campionato di Serie B ha emesso domenica sera, fra le polemiche di natura organizzativa, il suo ultimo verdetto attraverso la disputa dei play-out con la salvezza della Salernitana e la retrocessione del Venezia.

Dopo averli prima cancellati, poi rimandati ed infine ripristinati, i play-out salvezza sono andati in scena con la doppia sfida fra Salernitana e Venezia, caratterizzata dalle rispettive vittorie interne dei campani per 2-1 nella gara di andata e dei lagunari per 1-0 al ritorno, con conseguente decisione finale ai rigori vinti a favore dei granata per 4-2.

Così ad oggi ed in attesa dei vari ricorsi al TAR la stagione 2018-2019 di Serie B si è archiviata con la promozione in Serie A di Brescia, Lecce ed Hellas Verona e con le retrocessioni in Serie C di Carpi, Padova, Foggia e Venezia.
Verdetti che a fronte delle retrocessioni dalla Serie A di Chievo Verona, Frosinone ed Empoli e delle promozioni dalla Serie C di Virtus Entella, Pordenone e Juve Stabia e della vincente dei play-off ancora in corso (la finale sarà fra Piacenza e Trapani), porteranno il campionato cadetto versione 2019-2020 ad un format a 19 squadre, rivedibile però al rialzo, considerando che dopo il caso Palermo (penalizzazione di 20 punti con passaggio dal terzo all’undicesimo posto in classifica dopo il primo grado che l’aveva visto retrocedere d’ufficio in Serie C), Foggia (penalizzazione di sei punti costata la retrocessione diretta) e Venezia (obbligata alla disputa dei play-out) cercheranno in tutte le diverse sedi di far valere i propri diritti.

L’attuale Serie B 2019-2020 (19 squadre): Empoli, Frosinone, ChievoVerona, Benevento, Pescara, Spezia, Cittadella, Perugia, Cremonese, Cosenza, Palermo, Crotone, Ascoli, Livorno, Salernitana, Virtus Entella, Pordenone e Juve Stabia, Piacenza o Trapani.

Serie B: l’Hellas Verona rimonta il Cittadella e vola in A

(daniele amadasi)  Dopo Brescia e Lecce la Serie B ha emanato il suo verdetto a livello di promozioni, inserendo il nome dell’Hellas Verona, vincitrice dei play-off 2018-2019.

Questo l’esito scaturito al termine della finale play-off promozione apertasi giovedì 30 maggio al Tombolato con la vittoria interna del Cittadella per 2-0 grazie alla doppietta di Davide Diaw ai minuti 6′ ed 80′ e proseguita ieri sera, domenica 2 giugno, al Bentegodi.
All’Hellas Verona occorreva una vittoria con almeno due reti di scarto per guadagnarsi i tempi supplementari ed alla fine di reti scaligere ne sono arrivate addirittura tre firmate da Mattia Zaccagni (27′), Samuel Di Carmine (69′) e Karim Laribi (83′) in match deciso a sfavore del Cittadella dalle pesantissime espulsioni di Luca Parodi (62′ sul punteggio di 1-0 ) e Federico Proia (77′ sul 2-0).
Superiorità numeriche sfruttate in maniera perfetta dai veronesi di Mister Alfredo Aglietti promossi in Serie A, mentre al Cittadella di Roberto Venturato restano solo i complimenti di un miracolo sportivo sfuggito all’ultimo istante.

A fronte quindi delle retrocessioni in Serie B di Chievo Verona, Frosinone ed Empoli e delle tre relative promozioni dalla serie cadetta, la prossima Serie A edizione 2019-2020 sarà così composta.
Atalanta, Bologna, Brescia, Cagliari, Fiorentina, Genoa, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Lecce, Milan, Napoli, Parma, Roma, Sampdoria, Sassuolo, Spal, Torino, Udinese.

Per quel che concerne invece il format della nuova Serie B 2019-2020 si attende ancora la decisione finale del Tar in considerazione del fatto di far o meno disputare i play-out.
Ad oggi di certo ci sono le retrocessioni di Palermo, Carpi e Padova in Serie C e l’attesa da parte di Foggia, Salernitana e Venezia di una decisione che in aggiunta alle quattro neo promosse dalla terza serie (Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia e la vincente dei play-off che ad oggi vede ancora in corsa Piacenza, Trapani, Triestina e Pisa, ndr) potrebbe far ritornare a 20 il numero delle squadre iscritte al prossimo torneo cadetto.

Serie B: a sorpresa sarà finale play-off tra Hellas Verona e Cittadella

(daniele amadasi)  In attesa che Tar e Lega Calcio riescano ad accordarsi sulla disputa o meno dei play-out con il coinvolgimento di Salernitana (attualmente salva) e Foggia (ad oggi retrocessa), i play-off di Serie B a livello di semifinali hanno portato a due sorprese.

Fuori dai giochi Benevento e Pescara, la finale che mette in palio il terzo posto promozione in Serie A insieme a Brescia e Lecce, vedrà la disputa di un derby veneto sull’asse Verona-Padova, disputato dall’Hellas e dal Cittadella.
Questo il verdetto scaturito al termine dei primi due tempi dei play-off che hanno visto da una parte l’Hellas Verona avere prima la meglio sul Perugia nella gara unica dei quarti (4-1 al Bentegodi) e poi sul Pescara nella doppia sfida di semifinale (0-0 in Veneto ed 1-0 in Abruzzo), dall’altra il Cittadella (subentrato in corsa dopo la retrocessione d’ufficio in Serie C del Palermo, ndr) eliminare prima lo Spezia (2-1 in Liguria) e poi il Benevento (1-2 in casa e 3-0 in trasferta in Campania).
Così fra giovedì 30 maggio e domenica 2 giugno al termine della finale veneta Hellas-Cittadella, scopriremo il nome della terza squadra promossa in Serie A.
Match di andata giovedì sera alle ore 21.00 al Tombolato di Cittadella, return match domenica alle ore 20.45 al Bentegodi di Verona.

La classifica finale della regular season della Serie B 2018-2019:Brescia 67 punti,  Lecce 66, Benevento 60, Pescara 55, HellasVerona 52, Spezia e Cittadella 51, Perugia 50, Cremonese 49,  Cosenza 46, Crotone ed e Ascoli 43,  Livorno 39, Venezia e Salernitana 38, Foggia 37, Padova 31 e Carpi 29 e Palermo (-35) 28.
Verdetti: Brescia e Lecce promosse direttamente in Serie A, Benevento, Pescara, HellasVerona, Spezia, Cittadella e Perugia qualificate per i play-off, Foggia, Padova, Carpi  e Palermo retrocesse in Lega Pro.

Così nei play-off promozione.
Quarti di finale (gara-unica): Hellas Verona – Perugia 4-1 e Spezia – Cittadella 1-2.
Semifinali (andata + ritorno): Hellas Verona – Pescara, Cittadella – Benevento 1-2; Pescara – Hellas Verona 0-1 e Benevento – Cittadella 0-3.
Finale (andata + ritorno): Cittadella – Hellas Verona giovedì 30 maggio, Hellas Verona – Cittadella domenica 2 giugno.

Serie B: dopo il caso Palermo da stasera al via solo i play-off

(daniele amadasi)  Archiviata sabato 11 maggio la regular season, la Serie B 2018-2019 è pronta a dare il via alla seconda parte di stagione, seppure con una coda completamente diversa da quella scritta dalla classifica finale considerando che il Palermo dal terzo posto è stato declassato su decisione del tribunale federale nazionale della FIGC  all’ultima posizione per illecito amministrativo.

Così a parte le promozioni in Serie A di Brescia e Lecce, il declassamento del Palermo all’ultimo posto della classifica porta alla retrocessione in Serie C dei siciliani, oltre a quelle già accertate di Carpi, Padova e Foggia, annullando di fatto la disputa dei play-out con la conseguente salvezza automatica di Venezia e Salernitana.
Fra questa sera, venerdì 17 e domani, sabato 18 maggio, andranno difatti in scena le due gare uniche dei quarti di finale dei play-off con le sfide Spezia – Cittadella e HellasVerona – Perugia che metteranno in palio i due posti nelle semifinali dove risultano già ammesse il Benevento ed il Pescara classificatesi rispettivamente al terzo ed al quarto posto a fine regular season.

La classifica finale della regular season della Serie B 2018-2019: Brescia 67 punti,  Lecce 66, Benevento 60, Pescara 55, HellasVerona 52, Spezia e Cittadella 51, Perugia 50, Cremonese 49,  Cosenza 46, Crotone ed e Ascoli 43,  Livorno 39, Venezia e Salernitana 38, Foggia 37, Padova 31 e Carpi 29 e Palermo (-35) 28.
Verdetti: Brescia e Lecce promosse direttamente in Serie A, Benevento, Pescara, HellasVerona, Spezia, Cittadella e Perugia qualificate per i play-off, Foggia, Padova, Carpi  e Palermo retrocesse in Lega Pro.

La classifica finale dei marcatori: Donnarumma (Brescia) 25 reti, Coda (Benevento) 21, Mancuso (Pescara) 19, La Mantia (Lecce) 17, Nestorovski (Palermo) e Simy (Crotone) 14.