Archivi tag: Russia 2018

Verso Russia 2018: l’Italia all’ultima spiaggia contro la Svezia

(daniele amadasi) L’immediata vigilia di Italia-Svezia è andata in stampa con titoli a nove colonne inerenti gli aggettivi in versione apocalisse espressi dal Presidente del Coni Giovanni Malagò e dal Presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio, nella sciagurata ipotesi di un mancato approdo azzurro ai Mondiali di Russia 2018.

Dopo la cocente sconfitta di venerdì sera alla Friends Arena di Stoccolma per 1-0 contro la Svezia, all’Italia di un Mister Ventura colpevole a prescindere dall’esito finale dello spareggio mondiale per via di quello che non è riuscito a dare alla nazionale nel corso dei suoi primi due anni di un mandato che scadrà solo fra due anni e mezzo al termine di Euro 2020, serve in questo momento solo tranquillità perchè questa sera non si può scendere in campo con timore e paura.

Alle ore 20.45 di oggi, lunedì 13 novembre, al Giuseppe Meazza in San Siro a Milano davanti a 70’000 spettatori, noi di Calcioparlando.com compresi in tribuna stampa, si disputerà il secondo atto di Italia-Svezia che mette in palio l’accesso ai Mondiali di Russia 2018.
Si ripartirà dall’1-0 a favore degli svedesi maturato per via della sfortunata deviazione di Daniele De Rossi sul tiro di Jacob Johansson al minuto 61′ e del palo colpito da Matteo Darmian intorno al 70′.

Priva dello squalificato Verratti e dell’infortunato Zaza, Mister Ventura per la sua ultima spiaggia mondiale si affiderà nuovamente al 3-5-2 schierando davanti a Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa, Candreva, Jorginho e Parolo in mediana, Florenzi e Darmian sugli esterni, Immobile e Gabbiadini in attacco. Ancora in panchina e fuori dai titolari sia Insigne chee Bernardeschi.
Nella Svezia del tecnico Andersson, spazio al 4-4-2 con il ritorno dalla squalifica di Lustig e l’esclusione di Ekdal, per un undici titolare composto dal portiere Olsen, dai difensori Lustig, Lindelof, Granqvist ed Augustinsson, dai centrocampisti Claesson, Larsson, Johasson e Forsberg e dagli attaccanti Berg e Toivonen.
Dirigerà la sfida l’arbitro spagnolo Antonio Mateu Lahoz (Spagna).

Russia 2018: al via da stasera gli spareggi dell’EuroZona

(daniele amadasi)  Archiviata la fase di qualificazione a gironi con l’approdo di altre otto nazioni europee (Francia, Portogallo, Germania, Serbia, Polonia, Inghilterra, Spagna e Belgio) ai Mondiali di Russia 2018, da oggi, giovedì 9 novembre, prendono al via gli spareggi della cossidetta zona Euro.

A partire dalle ore 20.45 di questa sera, vanno di fatti in scena le prime due gare di andata Croazia – Grecia ed Irlanda del Nord – Svizzera. Per domani, venerdì 10 invece, è in programma a Stoccolma la sfida Svezia – Italia, mentre sabato 11 novembre si disputerà Danimarca – Eire.
A seguire i return match a campi invertiti: lunedì 12 novembre Svizzera – Irlanda del Nord, Grecia – Croazia ed a Milano Italia-Svezia, infine mercoledì 14 novembre Eire – Danimarca.
Tutte le gare avranno inizio alle ore 20.45 ed ai fini regolamentari varrà il consueto format delle coppe europee, con il vantaggio in caso di parità alla squadra che avrà segnato più gol in trasferta.

Alle quattro vincenti degli spareggi mondiali gli ultimi pass per Russia 2018 che porteranno a quota 13 il numero della rappresentative europee presenti ai prossimi campionati iridati.

La nazionale di Gian Piero Ventura arriva al doppio appuntamento con la Svezia con i favori del pronostico, seppure a preoccupare i vertici della Federcalcio Italiana è la maggiore fisicità dei nostri avversari, pronti ad usare in campo le maniere forti per sopperire all’inferiorità tecnica.
Con tali premesse svolgerà quindi particolare importante anche il clima meteorologico in cui si giocheranno le gare, anche se è logico attendarsi dal fronte azzurro 180 minuti complessivi di qualità e spessore tale da rendere al minimo le insidie esterne.

Possibili uomini chiave in ottica nazionale il portiere Gianluigi Buffon, il difensore Andrea Barzagli, il regista Marco Verratti e l’attaccante Ciro Immobile, simboli dei quattro reparti azzurri che dovranno, come purtroppo successo poche volte sotto la guida tecnica di Ventura, essere squadra più mai unita verso un obiettivo, la qualificazione mondiale a Russia 2018, da non fallire assolutamente.

Priva della stella Zlatan Ibrahimovic e con il dubbio integrità anche per l’attaccante John Guidetti in forza al Celta di Vigo, i due nuovi punti di forza della di Mister Jan Andersson sono il difensore Victor Lindelof e l’attaccante esterno Emil Forsberg, rispettivamente tesserati a livello di club con il Manchester United ed il Lipsia Red Bull.

Verso Russia 2018: i convocati per il doppio Italia-Svezia

(daniele amadasi)  Come ampiamente previsto Mister Ventura ha diramato una lunga lista di convocati in vista della doppia sfida Italia-Svezia che vale la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.

Ventisette i giocatori che da ieri sera sono arrivati a Coverciano per preparare al meglio le due gare contro la Svezia in programma giovedì 9 alla Friends Arena Stoccolma e lunedì 13 novembre al Giuseppe Meazza in San Siro a Milano. Novità assoluta l’italo-brasiliano Jorginho, centrocampista del Napoli.
Portieri (3): Gianluigi Buffon (Juventus), Gianluigi Donnarumma (Milan) e Mattia Perin (Genoa).

Difensori (9): Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Danilo D’Ambrosio (Inter), Matteo Darmian (Manchester United), Daniele Rugani (Juventus), Leonardo Spinazzola (Atalanta) e Davide Zappacosta (Chelsea).
Centrocampisti (8): Antonio Candreva (Inter), Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Roberto Gagliardini (Inter), Lorenzo Insigne (Napoli), Jorge Jorginho (Napoli), Marco Parolo (Lazio) e Marco Verratti (Paris Saint Germain).

Attaccanti (7): Andrea Belotti (Torino), Federico Bernardeschi (Juventus), Eder  (Inter), Manolo Gabbiadini (Southampton), Ciro Immobile (Lazio), Stephan El Shaarawy (Roma) e Simone Zaza (Valencia).

Due in meno, quindi 25, i giocatori svedesi convocati invece da Mister Jan Andersson, che dovrà fare come noto a meno di Zlatan Ibrahimovic e che punterà oltre che sul gruppo sulle tre rimanenti stelle: il difensore Victor Lindelof  l’attaccante esterno Emil Forsberg e l’attaccante John Guidetti rispettivamente in forza al Manchester United, al Lipsia Red Bull ed al Celta Vigo. Presenti anche i tre “italiani” della Serie “A”Marcus Rohden del Crotone, Emil KrafthFilip Helander del Bologna e l’ex Juventus  Albin Ekdal.
Di seguito comunque l’elenco completo dei 25 svedesi.
Portieri (3): Karl-Johan Johnsson, Kristoffer Nordfeldt e Robin Olsen.
Difensori (9): Ludwig Augustinsson, Andreas Granqvist, Filip Helander, Pontus Jansson, Emil Krafth, Joahn Larsson, Mikael Lustig, Victor Nilsson Lindelof e Martin Olsson.
Centrocampisti (9): Viktor Claesson, Jimmy Durmaz, Albin Ekdal, Emil Forsberg, Jakob Joahnsson, Sebastian Larsson, Marcus Rohden, Ken Sema e Gustav Svensson.
Attaccanti (4): Marcus Berg, John Guidetti, Isaac Kiese Thelin ed Ola Toivonen.

Le due gare degli azzurri verso Russia 2018.
Giovedì 9 novembre: ore 20.45 Svezia-Italia.
Lunedì 13 novembre: ore 20.45 Italia-Svezia.

Russia 2018: il quadro delle qualificazioni made Europe e non solo

(daniele amadasi)  Con la disputa delle rispettive decime giornate dei nove gironi fra lunedì e martedì sera, si è conclusa la prima fase di qualificazione della zona europea ai prossimi mondiali di Russia 2018.

A livello di verdetti quindi accedono direttamente le nove vincitrici dei singoli gironi, ovvero, Francia, Portogallo, Germania, Serbia, Polonia, Inghilterra, Spagna, Belgio ed Islanda, mentre le otto migliori secondi (Svizzera, Italia, Danimarca, Croazia, Svezia, Irlanda del Nord, Grecia ed Eire) si contenderanno attraverso gli spareggi gli ultimi quattro posti. Fuori dai giochi dei play-off la Slovacchia, peggiore classifica fra tutte le seconde.

Il prossimo martedì 17 ottobre a Zurigo ci saranno i sorteggi degli spareggi con l’Italia diretta interessata per cercare di ottenere in extremis il pass mondiale per Russia 2018. Gare di andata nella tre giorni di giovedì 9, venerdì 10 e sabato 11 novembre, return match in quelle di domenica 12, lunedì 13 e martedì 14 novembre.

Tornando invece alla fase di qualificazione europea segnaliamo che nell’ambito complessivo dei nove raggruppamenti la squadra che ha totalizzato più punti è stata la Germania, prima del Girone “C”,  a quota 30 con un percorso netto di 10 vittorie in 10 gare. Formazione tedesca che è risultata anche la nazionale più prolifica con ben 43 reti all’attivo. Migliori difese invece quelle di Inghilterra e Spagna con sole 3 reti al passivo in 10 gare.
Per contro le maglie nere europee sono andate a San Marino, Liechtstein e Gibilterra con zero punti in cascina e con 10 sconfitte al passivo su 10 gare disputate, mentre a livello di difesa, quella maggiormente perforata è risultata San Marino con 51 gol al passivo. Il peggiore attacco dell’intero torneo di qualificazione è stato invece il Liechtstein con solo un gol all’attivo.
A livello di clamorose eliminazioni da segnalare invece quelle di Olanda, Ungheria e Galles, classificatesi solo al terzo posto dei rispettivi raggruppamenti.

Allargando infine il discorso in ottica qualificazione a Russia 2018 oltre la zona Europa registriamo che ad oggi già 22 nazionali sulle previste 32 hanno ottenuto il pass mondiale.
Di queste 22, oltre alle 10 europee (Russia, Francia, Portogallo, Germania, Serbia, Polonia, Inghilterra, Spagna, Belgio ed Islanda), contiamo ad oggi 4 sudamericane (Brasile, Uruguay, Argentina e Colombia), 4 asiatiche (Iran, Giappone,  Arabia Saudita e Corea del Sud), 2 africane (Egitto e Nigeria) e 2 del centro e nord america (Messico e Costa Rica).
Fuori dai giochi quindi importanti nazionali come Cina, Usa e Cile.