Archivi tag: Italia

Fallimento Mondiale per l’Italia che deve azzerare i propri vertici

(daniele amadasi)  L’italia non disputerà l’edizione dei Mondiali di Russia 2018. Questo l’amaro verdetto scaturito alle 22.40 di ieri sera, lunedì 13 novembre, al termine della gara di ritorno degli spareggi mondiali andata in scena al Giuseppe Meazza in San Siro di Milano davanti a 73’000 spettatori.

Dopo lo 0-1 di venerdì scorso alla Friends Arena di Stoccolma, l’Italia di Mister Ventura non è riuscita ad andare ieri oltre lo 0-0 interno contro la Svezia, mancando per la seconda volta nella sua storia, dopo quella di Svezia 1958, l’appuntamento per la qualificazione mondiale a Russia 2018.
L’errore principale della nostra nazionale è stato quello di arrivare con l’acqua alla gola all’ultimo appuntamento decisivo per l’approdo ai mondiali, considerando che dopo la netta sconfitta di Madrid contro la Spagna (0-3) si doveva programmare al meglio la preparazione in vista degli spareggi, avendo avuto a disposizione due mesi di tempo.

Invece Mister Ventura, principale colpevole di questa disfatta, nel momento decisivo della stagione azzurra ha perso di lucidità, cancellando il lavoro di due anni e presentando nelle due sfide contro la Svezia un modulo diverso ed una serie di interpreti esterni al gruppo e buttati nella mischia senza alcuna preparazione tattica.
Le recriminazione di essere stati esclusi per una sfortunata autorete di De Rossi nella gara di andata e per avere dominato in lungo ed in largo la sfida di ritorno creando numerose occasioni da gol, non devono avere la meglio sul giudizio finale negativo di una nazionale che in 180 minuti non è riuscita a superare la retroguardia svedese in almeno una circostanza. Se non segni è giusto che non vai in Russia e che resti a casa davanti alla televisione a vedere i mondiali.

Personalmente lascio da parte certi aggettivi scomodati in maniera impropria perchè le vere tragedie in Italia riguardano altri settori del nostro paese, a partire dalle popolazioni terremotate ancora in attesa di vedere risolta la loro situazione, passando per la crisi lavorativa e finendo con gli immancabili e quotidiani scandali politici. Piuttosto da parte mia e da italiano posso dare a livello lavorativo la solidarietà ai dipendenti dell’Ikea, costretti anche oggi e di sicuro senza molta voglia a vestire la divisa gialloblu con i colori della Svezia.

In conclusione ed in attesa delle dimissioni di Gian Piero Ventura, fresco di rinnovo sino a luglio del 2020, mi attenderei anche un azzeramento dei vertici federali, seppure da buoni politicanti del pallone dubito che siano in grado di assumersi proprie colpe.
Per cui attendiamoci un altro super ingaggio milionario di un nuovo commissario tecnico che riesca almeno a farci qualificare per l’edizione di Euro 2020, consolandoci nel ricordo che nelle due precedenti edizioni mondiali di Sudafrica 2010 e Brasile 2014 l’Italia aveva disputato solo 6 gare complessive e che quindi verosimilmente ci siamo perso poco di azzurro a Russia 2018 !!!

Italia anno zero

(luca rolandi) La prestazione fornita ieri sera dall’Italia è stata una delle più deludenti nella storia della nazionale. Certo dal 2006, con l’eccezione dell’Europeo 2012 e dei lampi della compagine guidata da Antonio Conte, l’Italia ha perso classifica, smalto, smarrito il suo dna, impedito a giovani di emergere, per l’assurda esterofilia imperante e l’acquisto dei nostri club di pochi campioni e molti comprimari nel campionato di serie A.

Ora la situazione è davvero grigia. Va bene perdere il primo posto e fare i play-off è già capitato, ma arrivare all’ultima giornata a giocarsi il secondo posto del girone questa non è da Italia, la quattro volte campione del mondo, una scuola di calcio da sempre ai vertici del pianeta. E non può interessare se anche Argentina e Olanda rischino, guardiano a casa nostra, alle nostre miserie federali, alla nulla programmazione di un movimento allo sbando. Rincuora solo il sussulto delle squadre italiane nelle coppe, ma i conti si faranno a maggio….. e per l’Italia già lunedì a Scutari in Albania con vista Russia 2018.

L’Italia è dunque in apnea. Da Madrid, dopo il crollo del 2 settembre contro la Spagna che già si è qualificata per il mondiale. Gli azzurri, invece, non hanno ancora la certezza di essere tra le migliori 8 seconde d’Europa e quindi non sanno se a metà novembre giocheranno gli spareggi per andare in Russia (rischiando anche di non essere tra le 4 teste di serie e quindi di dover sfidare la Croazia o il Portogallo). Il pari contro la Macedonia, 1 a 1, allo stadio Grande Torino, complica insomma il percorso della Nazionale che è seconda ma ha bisogno di un punto, da prendere lunedì a Scutari contro l’Albania di Panucci, per partecipare almeno ai playoff che sarebbero sicuri con due giorni d’anticipo se domani sera la Bosnia non vincerà contro il Belgio.

Coppe: Juve e Napoli bene ma sorteggio rischioso. Viola e Roma avanti

Coppe Europee – (luca rolandi) Turno tutto sommato positivo per le squadre italiane. Bene in Champions League sia Napoli che Juventus che vincono i loro gironi meritatamente e ora attendo con una certa ansia il sorteggio di lunedì a Nyon dove potrebbero incrociare corazzate come Real, Bayern e brutti clienti come City e Psg.  Bella vittoria dei partenopei a Lisbona 2-1 al Benfica e vittoria all’inglese 2-0 della Juve con la modesta Dinamo Zagabria con la rete del ritrovato Higuain.

Salutano l’Europa League l’Inter vincente 2-1 con lo Sparta Praga e il Sassuolo che perde in casa nella ripetizione dopo la sospensione per nebbia, 0-2 con il Gent. Poco più di due allenamenti le partite di Fiorentina vincente e Roma pareggio ininfluente. Ora tutti in attesa dei sorteggi.

Coppe Europee

Verso Russia 2018: via all’Italia di Ventura

(luca rolandi)  Con l’amichevole serale in programma allo Stadio San Nicola di Bari contro la Francia vice-campione ad Euro 2016, prende ufficialmente al via la spedizione azzurra verso Russia 2018, targata Giampiero Ventura.
All’ex tecnico del Torino quindi il testimone lasciato da Antonio Conte, con l’obiettivo di ottenere la qualificazione alla prossima edizione dei Mondiali programmati nel 2018 in Russia.

Dopo il test match serale delle ore 21.00 di Bari per l’Italia priva di Leonardo Bonucci (rimasto a casa per questioni familiari) e Domenico Berardi (incredibilmente non convocato), da settimana prossima si inizierà a fare sul serio con la prima gara di qualificazione a Russia 2018, che vedrà l’Italia impegnata ad Haifa alle ore 20.45 contro Israele.
Azzurri inseriti nel Girone “G” di qualificazione insieme a Spagna,  Albania, Macedonia, Liechtenstein ed appunto Israele.

Alla fase finale dei Mondiali in Russia oltre ai padroni di casa, a livello europeo accederanno le 9 vincenti dei gruppi di qualificazione e le 4 vincitrici dei play-off disputati tra le 8 migliori seconde.
Sia stasera a Bari che lunedì ad Haifa contro Francia ed Israele, Mister Ventura presenterà una squadra ripartendo dal contiano 3-5-2 con capitan  Gianluigi Buffon ancora a difesa della retroguardia azzurra.

Di seguito l’elenco dei 23 convocati di Ventura.

Portieri (3): Gianluigi Buffon (Juventus), Gianluigi Donnarumma (Milan) e Federico Marchetti (Lazio).
Difensori (9): Luca Antonelli (Milan), Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Mattia De Sciglio (Milan), Angelo Ogbonna (West Ham), Alessio Romagnoli (Milan) e Daniele Rugani (Juventus).
Centrocampisti (8): Federico Bernardeschi (Fiorentina), Giacomo Bonaventura (Milan), Antonio Candreva (Inter), Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Riccardo Montolivo (Milan), Marco Parolo (Lazio) e Marco Verratti (Paris Saint Germain).
Attaccanti  (6): Andrea Belotti (Torino), Eder Martins (Inter), Manolo Gabbiadini (Napoli), Ciro Immobile (Lazio), Leonardo Pavoletti (Genoa) e Graziano Pellè (Shandong Luneng).