Archivi tag: featured

Serie A: alla Lazio il recupero della 25.esima, da sabato la 33.esima

(luca rolandi)  Il giorno dopo l’eliminazione della Juventus dai quarti di finale della Uefa Champions League, la Serie A è tornata in pari a livello di gare disputate recuperando la sfida della 25.esima giornata fra Lazio ed Udinese.

Match vinto in quel dell’Olimpico di Roma dai padroni di casa per 2-0 grazie alla marcatura di Caicedo (21′) ed all’autogl di Sandro (24′) arrivate nel corso del primo tempo; nella ripresa invece da registrare il rigore fallito dal friulano De Paul (51′) che avrebbe quanto meno riaperto la gara.
Con questo successo i biancoazzurri di Simone Inzaghi salgono al settimo posto della classifica a quota 52 punti ed a meno tre lunghezze dalla zona Champions League chiusa per ora al quarto posto dal Milan con 55 punti.
L’Udinese di Mister Igor Tudor (terzo allenatore stagionale dei bianconeri dopo gli avventi di di Julio Velázquez e Davide Nicola) invece rimane in piena zona retrocessione a quota 32 punti in sedicesima posizione a più tre lunghezze dall’Empoli, terz’ultimo della classe.

Archiviato il recupero di campionato, la Serie A tornerà protagonista nel corso della giornata di sabato 20 aprile con la disputa di nove delle dieci partite valide per la 33.esima giornata, che potrebbe portare in caso di vittoria o pareggio interno della Juventus allo Stadium contro la Fiorentina all’assegnazione dell’ottavo scudetto consecutivo ai bianconeri di Max Allegri.

Così nella prossima 33.esima giornata: sabato 20 aprile ore 12.30 Parma-Milan, ore 15.00 Bologna-Sampdoria, Cagliari-Frosinone, Empoli-Spal, Genoa-Torino, Lazio-ChievoVerona ed Udinese-Sassuolo, ore 18.00 Juventus-Fiorentina, ore 20.30 Inter-Roma; lunedì 22 aprile ore 19.00 Napoli-Atalanta.

L’attuale classifica di Serie A: Juventus 84 punti, Napoli 67, Inter 60, Milan 55, Roma 54, Atalanta 53, Lazio 52, Torino 50, Sampdoria 48, Fiorentina 40, Sassuolo e Cagliari 37, Spal e Parma 35, Genoa 34, Udinese 32, Bologna 31, Empoli 29, Frosinone 23 e ChievoVerona (-3) 11.
Verdetti: ChievoVerona retrocesso in Serie B.

Quarti di Champions 2019 amari per la Juve eliminata dall’Ajax

(daniele amadasi)  Anche per quest’anno il sogno Uefa Champions League della Juventus svanisce in maniera precoce, al termine della doppia sfida dei quarti di finale disputata contro l’Ajax, che accede in semifinale con lo scalpo dei bianconeri in aggiunta a quello del Real Madrid degli ottavi di finale.

Se per vincere in Italia lo scudetto è bastata la presenza in attacco di Simone Zaza, la Juventus a suo spese ha certificato che per vincere in Europa, sponda Champions League, non basta la presenza di Cristiano Ronaldo, autore unico delle cinque reti segnate dai bianconeri nelle quattro gare della fase a play-off a livello di ottavi e quarti di finale nelle doppie sfide di andata e ritorno contro Atlético Madrid ed Ajax.
Dieci gare, quattro sconfitte, un pareggio e cinque vittorie il bilancio complessivo e negativo della Juventus di Max Allegri a livello di UCL, approdata alla fase a play-off come prima del proprio girone davanti al Manchester United ma fuori già dopo solo il secondo turno.
Negli ottavi di finale i bianconeri riuscirono a ribaltare la sconfitta di Madrid (0-2) contro l’Atlético al ritorno con un secco 3-0, ieri sera invece dopo il pareggio di Amsterdam (1-1) la Juventus dopo essere passata in vantaggio si è fatta rimontare uscendo sconfitta (1-2) ed eliminata davanti al proprio pubblico.

A far riflettere sull’eliminazione della Juventus, giusta per quanto visto in campo considerando la netta superiorità dimostrata dalla giovane Ajax diretta da Erik Ten Hag nel corso dei complessivi 180 minuti di gioco, sono i 25 minuti del secondo tempo vissuti dai bianconeri in totale soggezione e sudditanza tattica, tecnica ed agonistica nei confronti degli olandesi.
Nel calcio non esiste il time-out, però è illogico pensare che il tecnico Allegri non sia riuscito a correre ai ripari nella zona mediana e nevralgica del campo di gioco, inserendo (a parte l’ingresso in campo del giovane Kean al posto dell’infortunato Dybala) il solo Cancelo al posto di De Sciglio con annesso e difficoltoso spostamento di Can al centro della nuova difesa a 3 insieme a Bonucci e Rugani.
In vantaggio con Cristiano Ronaldo (28′) e raggiunta in maniera sfortunata dal gol di Van de Beek (34′), nel corso della ripresa la Juventus è stata letteralmente messa all’angolo dall’Ajax vicina al gol in almeno quattro occasioni, di cui due sventate in maniera strepitosa dagli interventi del portiere Szczesny, prima di capitolare sotto la testa vincente di De Ligt (67′).

Un black-out inspiegabile che ha richiamato quello di Cardiff della finalissima di Champions della stagione 2016-2017 persa dalla Juventus contro il Real Madrid e che dovrà fare riflettere proprietà e dirigenza bianconera in vista della scelta di confermare o meno l’attuale tecnico Max Allegri, sotto contratto sino al 30 giugno 2020, sulla panchina degli attuali campioni d’Italia, prossimi a vincere l’ottavo scudetto consecutivo, anche nella prossima stagione 2019-2020.
A tal proposito rimane difatti da segnalare che fra tre giorni, sabato 20 aprile, la Juventus ospita in casa allo Stadium la Fiorentina e che in caso di pareggio o vittoria potrà festeggiare il suo ottavo scudetto di fila, seppure dopo ieri sera, il clima in casa bianconera sia tutt’altro che volto alla celebrazione.

Femminile: scudetto 2019 allo sprint per una tra Juventus, Fiorentina e Milan

(daniele amadasi)  Lo scudetto calcistico della Serie A Femminile verrà assegnato nel corso degli ultimi 90 minuti di gioco, in programma  sabato 20 aprile, attraverso uno sprint a tre fra Juventus, Fiorentina e Milan.

Per la sentenza finale sull’esito del massimo campionato in rosa non sono bastate difatti le prime 21 delle 22 giornate complessive, considerando che a soli 90 minuti dal traguardo ci sono tre squadre racchiuse in due punti: Juventus 53, Fiorentina 52 e Milan 51.

In palio lo scudetto femminile per la vincente di questo entusiasmante campionato ma anche un posto qualificazione alla prossima Uefa Woman’s Champions League per la seconda.

Sabato 20 febbraio alle ore 12.30 quindi in campo in contemporanea, Juventus, Fiorentina e Milan, opposte rispettivamente ad ASD Verona, Roma e ChievoVerona.
Bari-Atalanta alle ore 12.30, Sassuolo-Orobica e Tavagnacco-Florentia alle ore 15.00 completeranno il programma dell’ultima giornata di campionato che dovrà definire, dopo quello dell’Orobica Bergamo, anche il nome della seconda squadra retrocessa in Serie B

Campionato cadetto che da parte sua a tre giornate dal termine dopo la promozione dell’Inter Milano (57 punti) deve sciogliere il nome della seconda squadra che giocherà nella prossima stagione in Serie A, fra Empoli Ladies (43 punti) e Ravenna Woman (40).

Così nella 21.esima giornata delle Serie A Femminile: Juventus-Tavagnacco 5-0, Atalanta-Milan 0-2, ChievoVerona-ASDVerona 0-1, Florentia-Sassuolo 1-1, Orobica-Fiorentina 0-2  e Roma-Bari 1-1.

L’attuale classifica: Juventus 53 punti, Fiorentina 52, Milan 51, Roma 36, Atalanta e Sassuolo 30, Florentina 27, Tavagnacco Udine 24, ASD Verona 19, ChievoVerona 17, Bari 15 e Orobica Bergamo 5.
N.B.: le prime due classificate sono qualificate per l’edizione 2019-2020 della Uefa Women’s Champions League; le ultime due classificate sono sono retrocesse in Serie B.

Così nella prossima 22.esima ed ultima giornata di campionato di sabato 20 aprile 2019: ore 12.30 ASDVerona-Juventus, Fiorentina-Roma, Milan-ChievoVerona, Bari-Atalanta, Sassuolo-Orobica e Tavagnacco-Florentia.

Coppe Europee: da stasera le andate dei quarti di UCL e UEL 2018-2019

(daniele amadasi)  Al via da questa sera, martedì 9 aprile, la tre giorni delle gare di andate dei quarti di finale delle Coppe Europee targare UCL ed UEL.

Ad aprire le danze la Uefa Champions League con le prime due gare serali delle ore 21.00: Liverpool – Porto al New Anfield ed il derby inglese Tottenham – Manchester City all’Hotspur Stadium di Londra.

Domani sera invece, mercoledì 10 aprile, andranno in scena le ultime due gare di andata dei quarti, sempre dalle ore 21.00 con Ajax – Juventus dalla Johan Cruijff Arena di Amsterdam e Manchester United – Barcellona dall’Old Trafford.

Per la Juventus di Cristiano Ronaldo tornato a disposizione di Mister Allegri dopo due settimane di stop, trasferta olandese contro la sorprendente Ajax capace di eliminare agli ottavi di finale il Real Madrid, vincitore consecutivo delle ultime tre edizioni della Champions League.
In caso di passaggio del turno post return match con i lancieri biancorossi dello Stadium di martedì 16 aprile, la Juventus affronterà in semifinale la vincente della doppia sfida fra Tottenham Hotspur e Manchester City.

Archiviata la due giorni di UCL. giovedì 11 aprile alle ore 21.00 andranno invece in scena le gare di andata dei quarti di finale della Uefa Europa League.
In programma le sfide Arsenal – Napoli, Benfica – Eintracht Francoforte, Slavia Praga – Chelsea ed il derby spagnolo Villareal – Valencia.
Per il Napoli di Carlo Ancelotti trasferta insidiosa all’Emirates Stadium di Londra contro i Gunners, attuale quinta forza della Premier League inglese a meno uno dal Tottenham quarto ed a meno tre dal Chelsea terzo.
Return match a campi invertiti giovedì 18 aprile.