Inter

Qui Inter: dopo due giornate è già allarme crisi

(daniele amadasi)  Dagli striscioni pre gara rivolti a dirigenza e squadra (“Società: promesse mantenute, richieste tutte rispettate, “Mister e giocatori: no scuse, no parole… testa bassa e vincere”) ai fischi al triplice fischio, passando per gli applausi di fine primo tempo, il riassunto della serata dell’Inter alle prese con la prima crisi stagionale.

Mal digerita la sconfitta all’esordio a Reggio Emilia contro il Sassuolo, dalla prima gara interna del nuovo campionato in casa neroazzurra si aspettava una pronta reazione con annessa vittoria e primi tre punti in classifica.
Invece dopo un primo tempo terminato avanti per 2-0 grazie alle reti Perisic (7′) e De Vrij (32′), l’Inter ha incredibilmente ed inspiegabilmente lasciato testa e gambe nello spogliatoio, subendo nel corso della ripresa la reazione del Torino andato a segno prima con Belotti (56′) e poi con Meite (68′).

Così dopo tre minuti di recupero ed un salvataggio di Sirigu a blindare il 2-2 favorevole solo ai granata, sul Meazza sono piovuti i primi fischi stagionali da parte dei 60’000 delusi sostenitori neroazzurri, perchè dopo due giornate di campionato i ragazzi di Spalletti possono contare solo un punto in classifica ed un ritardo di cinque punti e già significativo da Juventus e Napoli.
Come riportato dal proprio sito ufficiale, al termine del match il tecnico interista Luciano Spalletti ha rilasciato la seguente dichiarazione per spiegare il motivo principale del black-out della propria squadra: “Dopo aver preso il primo gol, nella testa sono riemerse certe pressioni, a cui non abbiamo avuto reazioni corrette; è successo anche nella scorsa stagione e oggi ci ha fatto sfuggire il risultato
“.

Da domani quindi, dopo un lunedì di riposo e con un solo punto all’attivo nelle prime due gare di Serie A disputate contro Sassuolo e Torino, la squadra di Spalletti tornerà ad allenarsi alla Pinetina in vista del prossimo impegno di campionato di sabato 1° settembre nella trasferta del Dall’Ara contro il Bologna, dalla quale i neroazzurri dovranno senza se e ma tornare a casa con una vittoria.

Serie A, risultati seconda giornata: Juventus-Lazio 2-0, Napoli-Milan 3-2, Spal-Parma 1-0, Inter-Torino 2-2, Fiorentina-ChievoVerona 6-1, Genoa-Empoli 2-1, Udinese-Sampdoria 1-0, Cagliari-Sassuolo 2-2,Frosinone-Bologna 0-0; questa sera Roma-Atalanta.
L’attuale classifica di Serie A: Juventus, Napoli e Spal 6 punti; Udinese e Sassuolo 4; Roma*, Atalanta*, Fiorentina*, Empoli e Genoa* 3 punti; Inter, Torino, Parma, Bologna, Frosinone e Cagliari 1 punto; Milan*, Sampdoria*, Lazio e ChievoVerona 0 punti. *=una gara in meno.