Serie “B”: si parte con Perugia-Bologna, Vicenza ripescato

untitled 2

(adriano ancona)  Un inizio del genere è più unico che raro. Ai nastri di partenza si aggiunge all’improvviso un corridore. Tutto preventivato, semmai è la tempistica che manda in confusione nel periodo agostano. Serie B che comincia tra poco, si gioca al Curi di Perugia tra una neopromossa e una neo-retrocessa. Arriva il Bologna, favorita numero uno per la promozione. Che presenta, tra gli altri, dei nuovi come Cacia, Maietta e Matuzalem. Il Perugia, che proprio dieci anni fa disse addio alla serie A, nella mattinata odierna ha ufficializzato due innesti di lusso, entrambi dalla Lazio: Perea e Vinicius arrivano in prestito, ma sono ovviamente esclusi dall’anticipo contro gli emiliani.

Dunque la novità in B, che ha scosso le ultime ore: Vicenza ripescato attorno alle 16.30 nel giorno in cui parte la nuova stagione. Mancava una casella per fare 22, si era scelto si riempirla una ventina di giorni fa e da allora è stata bagarre pura. Novara, Salernitana, Juve Stabia, Lecce e via dicendo: tutti ad avanzare le proprie ragioni dopo che dal campionato ha dovuto per forza di cose tirarsi fuori il Siena. Alla fine il cerchio si è ristretto a Vicenza e Pisa, con i veneti a spuntarla malgrado la posizione leggermente inferiore nella graduatoria stilata dalla Figc. Documentazione per il ripescaggio più completa, quella del Vicenza, da qui la decisione. Debutto rinviato, per la squadra di Giovanni Lopez, che andrà ad affrontare chi il calendario iniziale aveva designato come formazione di riposo nelle varie giornate.

Dalla matassa di inizio campionato, a quello che offrono i contenuti del campo. Il posticipo di lunedì, tra Modena e Cittadella, mette di fronte le squadre piazzatesi nei primi due posti del premio Fair Play. Agli antipodi è, almeno nelle previsioni, la gara con cui domani sera l’Entella comincia il proprio cammino di serie B: a Chiavari ecco il Bari di Devis Mangia che quest’anno parte in prima fila. Il Livorno, al pari del Bologna, cercherà di evitare un’altra delusione dopo la Coppa Italia ospitando il Carpi. Il Catania riceve il Lanciano, mentre completano il quadro Frosinone-Brescia, Avellino-Pro Vercelli, Crotone-Ternana, Pescara-Trapani e Varese-Spezia.

Nazionale italiana: dal fallimento di Prandelli alla ricchezza di Conte

(daniele amadasi)  Archiviata la fallimentare spedizione mondiale di Brasile 2014 targata Cesare Prandelli, la Nazionale Italiana presieduta dal nuovo numero uno Figc Carlo Tavecchio, ripartirà da Antonio Conte, che dopo tre scudetti consecutivi vinti con la Juventus ha deciso di ripartire dalla ricchissima panchina azzurra. Contratto biennale sino al termine dell’Europeo 2016 da 4 milioni di €uro netti all’anno più bonus ad obiettivi da 2 milioni di €uro, per l’allenatore più pagato nella storia della Nazionale Italiana di calcio. Una scelta economica assolutamente in controtendenza rispetto alla crisi finanziaria del nostro paese, tecnicamente perfetta considerando, Roberto Mancini a parte, l’assenza di alternative ad Antonio Conte, impegnato a confermarsi vincente non da allenatore ma da commissario tecnico, ruolo decisamente diverso e non solo per la non quotidianità lavorativa.

Oltre a Conte sono approdati alla guida della nazionale anche i suoi due storici collaboratori Angelo Alessio e Massimo Carrera ed il preparatore atletico Paolo Bertelli, mentre il nuovo Team Manager sarà nominato nei prossimi giorni da Tavecchio. L’avventura della nuova Italia di Conte targata 3-5-2 partirà ufficialmente da Bari giovedì 4 settembre con la disputa dell’amichevole contro l’Olanda, medaglia di bronzo mondiale, mentre la corsa europea per Francia 2016, inizierà cinque giorni dopo, martedì 9 settembre, ad Oslo contro la Norvegia, avversaria degli azzurri alla pari di Azerbagian, Bulgaria, Croazia e Malta. Corsa ad Euro 2016 abbastanza semplice considerando che oltre alla Francia padrona di casa accederanno altre 23 nazionali: le prime due classificate di ogni girone e ben cinque delle nove complessive terze classificate.

Lega-Pro: la composizione dei tre gironi

lega-pro1(matteo fumagalli) Sono stati finalmente decise le squadre che andranno a comporre i tre gironi di Lega Pro per il prossimo campionato. E’ stata rispettata la suddivisione Nord-Centro-Sud: ci si aspetta molti derby caldi e appassionanti. Di seguito la rispettiva composizione:

GIRONE A: AlbinoLeffe, Alessandria, Bassano, Como, Cremonese, FeralpiSalò, Giana Erminio, Lumezzane, Mantova, Monza, Novara, Pavia, Pordenone, Pro Patria, Real Vicenza, Renate, SudTirol, Torres, Venezia, Vicenza

GIRONE B: Ancona, Ascoli, Carrarese, Forlì, Grosseto, Gubbio, L’Aquila, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Pro Piacenza, Reggiana, San Marino, Santarcangelo, Savona, Spal, Teramo, Tuttocuoio

GIRONE C: Aversa, Barletta, Benevento, Casertana, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Ischia, Juve Stabia, Lecce, Lupa Roma, Martina, Matera, Melfi, Messina, Paganese, Reggina, Salernitana, Savoia, Vigor Lamezia

Qui Juventus: da Conte ad Allegri in 16 ore

allegri-juve(daniele amadasi)  Da Antonio Conte a Massimiliano Allegri, nel giro di sedici ore. E’ cambiata così all’improvviso e non senza scossoni, la direzione tecnica della Juventus edizione 2014-2015.
Alle ore 20 di ieri, martedì 15 luglio, il comunicato stampa della Juventus che attraverso un video ed una lettera aperta del Presidente Andrea Agnelli rendeva nota la rescissione consensuale del contratto fra società e tecnico, ringraziando altresì Antonio Conte per i successi ottenuti nelle ultime tre stagioni, ovvero tre scudetti e due supercoppe italiane.
Divergenze di natura tecnica e tattica derivanti dall’operato del duo di mercato Paratici-Marotta che hanno portato per la seconda volta in tre mesi al rifiuto di Conte di firmare il rinnovo contrattuale e poi alla decisione dello stesso oramai ex tecnico bianconero di interrompere dopo soli due giorni di ritiro la sua quarta avventura con la Juventus. Continua la lettura di Qui Juventus: da Conte ad Allegri in 16 ore

Calcio Parlando o Parlando di Calcio? Calcioparlando!!