Serie A

Lega Serie A: elezione Presidente rinviata, linee guida approvate

(daniele amadasi)  Nulla di fatto a livello di Serie A per l’elezione del nuovo Presidente di Lega, seppure come ufficializzato a mezzo stampa da  Carlo Tavecchio è risultato altresì importante avere visto passare all’unanimità le linee guide relative al prossimo statuto della Lega stessa, che vede proprio l’attuale Presidente della Federcalcio nel ruolo di commissario speciale.

Questo in sintesi l’esito della riunione della Lega di Serie A svoltasi ieri a Milano, che si è archiviata rimandando l’elezione del nuovo Presidente e l’approvazione vera e propria dell’aggiornato statuto alla prossima assemblea, prevista entro fine settembre.
Come noto per l’elezione del numero uno della Lega Calcio occorrono almeno 15 voti su 20 nel corso delle prime votazioni, mentre dalla terza votazione in poi il numero dei consensi minimi sale a quota 14. Rimaste altresì in “canna” anche le nomine degli undici consiglieri del cosiddetto braccio operativo della governance calcistica, seppure con l’approvazione del nuovo statuto il direttivo risulterà più flessibile passando, Presidente incluso, dagli attuali dodici componenti ai futuri sette.
A tale riguardo quindi il nuovo Direttivo di Lega, sempre affiancato alla immutata Assemblea, sarà costituito da un Presidente, da un Amministratore Delegato e da un Direttore Generale per quel che concerne la quota dei 3 consiglieri indipendenti e da quattro consiglieri rappresentanti diretti dei club di Serie A.

Dai tavoli e dalle scrivanie dalla Lega adesso si ripasserà al campo per una Serie A prossima al ritorno in campo dopo la sosta per la nazionale per la disputa della terza giornata di campionato.