Euro 2016: l’Italia fa sul serio, ottavi già centrati

(luca rolandi)  Anche la seconda partita degli azzurri di Antonio Conte si è conclusa con una vittoria. Lo spauracchio Ibrahimovic e i fantasmi del 2004, con il biscotto come dolce finale, dissolti dal bellissimo gol di Eder (dove era finito il giocatore in questi mesi si chiederanno i cuori nerazzurri) a pochi minuti dalla fine.
Partita noiosa e destinata ad un pallido 0-0. Granitica difesa e Svezia davvero impalpabile. Al confronto il Belgio era davvero una squadra. Italia mai incisiva per 80 minuti fino alla traversa di Parolo su perfetto cross di Giaccherini e alla rete di Eder, che servito da un assist di testa di Zaza ha poi realizzato una rete molto simile a quella del Divin Codino Roberto Baggio nella semifinale mondiale contro la Bulgaria nell’Italia sacchiana anno di grazia 1994.

Ora tutti a fare calcoli e ipotesi. Chi schierare con l’Irlanda, sarà Italia-Spagna (otto anni dopo quell’avvio dell’epopea dell’Invincibile Armada con 2 europei e un mondiale negli ultimi otto anni) oppure Italia-Croazia, ostico avversario degli azzurri nelle recenti competizioni internazionali?
Antono Conte, il focoso coach leccese, non baderà a calcoli non ne ha mai fatti, alla Juve e neppure in precedenza (nonostante accuse e processi, per altro vinti). Se trionferà sarà osannato, se perderà deriso. In fondo è questo il destino di tutti i CT dal 1910 …..