Archivi categoria: Coppa Italia e Supercoppa

‪Supercoppa Italiana: trionfa la Lazio nel 3-2 alla Juve ‬

(daniele amadasi)  Per la 30.esima edizione della Supercoppa Italiana, all’Olimpico di Roma sono scese in campo Juventus e Lazio, sfidandosi nuovamente a distanza di tre mesi dopo la finale di Coppa Italia, vinta per 2-0 dai bianconeri.Per la calda serata romana Max Allegri opta ad un inedito 3-4-2-1 firmato da Buffon, Barzagli, Benatia, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Cuadrado, Dybala, Mandzukic ed Higuain.
Nella Lazio di Simone Inzaghi senza Keita lasciato in panchina per le note vicende di calciomercato, spazio al 3-5-2 con Strakosha, Wallace, De Vrij, Radu, Basta, Parolo, Lucia Leiva, Luis Alberto, Lulic, Milinkovic Savic ed Immobile nell’undici titolare.

Sotto la direzione dell’arbitro Massa, la finale di Supercoppa prende al via con Strakosha protagonista ed autore di una serie importante di parate, soprattutto una su Cuadrado. Passato il pericolo la Lazio inizia a prendere le contromisure ai bianconeri, trovando prima il vantaggio su rigore con Immobile (32′) e poi andando cucino al raddoppio con Basta e Lucas Leiva, fermati ottimamente da Buffon. Al 45′ senza recupero arriva il doppio fischio di fine primo tempo con la Lazio avanti per 1-0 e con i cartellini gialli rifilati a Buffon (31′) e Lucas Leiva (42′).

Ripresa al via con l’ammonizione di Mandzukic (52′) e con il raddoppio di Immobile di testa (54′) per 2-0 a favore della Lazio.
Al 56′ Allegri toglie Benatia e Cuadrado, inserendo De Sciglio e Douglas Costa e passando così al 4-2-3-1. Al 64′ punizione dai 23 metri per Pjanic che però non trova la porta. Avanti di due reti contro una Juventus lenta e macchinosa, la Lazio controlla senza problemi la gara pensando solo a far scorrere il tempo.
Al 70′ arrivano il giallo a Lulic, capitano della Lazio e l’ingresso in campo di Bernardeschi al posto di Mandzukic, per una Juventus ora in versione 4-3-3. Al 73′ l’ammonizione a Pjanic ed al 74′ i primi due cambi in casa Lazio con Marosic e Lukaku al posto di Lulic e Basta. Al 76′ Buffon vola negando all’ottimo Luis Alberto la rete del 3-0. All’80’ l’ultimo cambio della gara con Murgia al posto di Lucas Leiva. All’85’ dai 26 metri su punizione Dybala trova la rete dell’1-2 che riapre a livello di punteggio la gara. All’89’ il giallo ad Immobile, al 90′ Marosic atterra in area Alex Sandro e dal successivo rigore Dybala raddoppia trovando il 2-2 e l’insperato pareggio per la Juventus. Al 93′ Lukaku vola sulla fascia e serve a Murgia la palla dell’incredibile 3-2 a favore della Lazio.
Al 94′ dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio finale della finale di Supercoppa Italiana 2017 che viene vinta meritatamente dalla Lazio per 3-2 sulla Juventus.

L’aggiornato albo d’oro della Supercoppa Italiana.
7 successi: Juventus (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013 e 2015) e Milan (1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011 e 2016).
5 successi: Inter (1989, 2005, 2006, 2008 e 2010).
4 successi: Lazio (1998, 2000, 2009 e 2017).
2 successi: Napoli (1990 e 2014) e Roma (2001 e 2007).
1 successo: Fiorentina (1996), Parma (1999) e Sampdoria (1991).

Supercoppa Italiana: stasera Juve-Lazio per la finale 2017

(daniele amadasi)  Andrà in scena questa sera, domenica 13 agosto, alle ore 20.45, allo Stadio Olimpico di Roma, la finalissima della Supercoppa Italiana edizione 2017, che vedrà opposte la Juventus di Max Allegri e la Lazio di Simone Inzaghi.
I bianconeri si presentano in campo come vincitori delle ultime sei edizioni della Serie A e delle ultime tre edizioni della Coppa Italia, i biancocelesti come finalisti della scorsa edizione della coppa nazionale, persa sempre a Roma, proprio contro la Juventus per 2-0, con reti di Dani Alves e Bonucci.

Per la sfida serale la Juventus esacampione d’Italia in carica parte favorita, seppure va ricordato che anche nell’edizione 2016 i bianconeri erano meglio quotati dai bookmakers ma alla fine la Supercoppa fu vinta dal Milan.
Così addentrandoci nella parte pronostici scommesse targate Bet365, in considerazione della gara Juventus-Lazio, segnaliamo che al 90′ il segno 1 è dato a 1.75, l’X a 3.50 ed il 2 a 4.75. In fatto di doppia chance, 1X a quota 1.20, X2 a 2.10 e l’12 ad 1.30.
La Supercoppa in mano alla Juventus è quotata ad 1.30, alla Lazio a 3.40; a livello di marcature invece, over 2.5 a quota 2.05, under 2.5 ad 1.75, mentre sia il “Gol” che in “No Gol” sono quotate a 1.90.
Fra i risultati maggiormente giocati e quindi con quota più bassa, segnaliamo l’1-0 (a 6.00), l’1-1 (a 6.50) il 2-0 (a 8.00) ed il 2-1 (a 8.50)

Ancora qualche ora e scopriremo a chi andrà la 30.esima edizione della Supercoppa Italia, se alla Juventus per l’ottava volta oppure alla Lazio, vincitrice già di 3 edizione.
Nel frattempo riportiamo di seguito  l’albo d’oro della Supercoppa Italiana.
7 successi: Juventus (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013 e 2015) e Milan (1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011 e 2016).
5 successi: Inter (1989, 2005, 2006, 2008 e 2010).
3 successi: Lazio (1998, 2000 e 2009).
2 successi: Napoli (1990 e 2014) e Roma (2001 e 2007).
1 successo: Fiorentina (1996), Parma (1999) e Sampdoria (1991).

Coppa Italia: da stasera le sedici gare del terzo turno

(daniele amadasi)  Fra sabato 5 e domenica 6 agosto si è archiviato il secondo turno della Coppa Italia 2017-2018, caratterizzato dalle eliminazioni “vip” di Empoli (2-3 ai supplementari dal Renate), Novara (1-2 dal Piacenza), Venezia (1-2 dal Pordenone), Virtus Entella (0-1 dalla Cremonese), Pro Vercelli (1-2 dal Lecce) e Ternana (0-1 dal Trapani).

Passaggi del turno invece ed in alcuni casi anche con molta fatica, sempre a livello di coppa nazionale per Palermo (5-0 alla Virtus Francavilla), Carpi (4-0 al Livorno), Pescara (5-3 ai supplementari contro la Triestina), Cesena (2-1 alla
Sambenedettese), Perugia (2-1 al Gubbio), Avellino (1-0 al Matera), Brescia (1-0 al Padova), Salernitana (2-1 all’Alessandria), Foggia (3-1 al Vicenza), Cittadella (2-1 all’Albinoleffe), Frosinone (1-0 al Pisa), Ascoli (3-2 alla Juve Stabia) e Spezia (3-0 alla Reggiana).

Da oggi, venerdì 11 agosto, andranno quindi in scena le gare uniche del terzo turno di Coppa Italia, contraddistinte dall’ingresso in scena di 12 squadre della Serie “A”, ovvero di quelle che nella passata stagione della massima serie si sono classificate dal 9° al 20° posto, includendo negli ultimi tre posti le neopromosse.
Tre giorni di coppa nazionale che proporrà le seguenti:  Benevento – Perugia, Bologna – Cittadella,  Brescia – Pescara, Cagliari – Palermo, Carpi – Salernitana,  ChievoVerona – Ascoli, Cremonese – Bari, Crotone – Piacenza,  Genoa – Cesena,  Lecce – Pordenone, Sampdoria – Foggia, Sassuolo – Spezia,  Spal – Renate, Torino – Trapani,  Udinese – Frosinone ed  HellasVerona – Avellino.

Le sedici qualificate disputeranno a fine novembre le gare uniche del quarto turno, per la definizione delle otto qualificate alla fase finale a play-off, in programma dal 13 al 20 dicembre a partire dagli ottavi di finale con l’ingresso in scena delle otto teste di serie (Juventus, Roma, Napoli, Atalanta, Lazio, Milan, Inter e Fiorentina).

Coppa Italia: la presentazione dell’edizione 2017-2018

(daniele amadasi)  Prenderà al via fra un mese esatto, domenica 30 luglio, l’edizione 2017-2018 della Coppa Italia.
Giunta alla sua 71.esima edizione, la coppa nazionale riparte dalla storico successo della passata stagione firmato dalla Juventus, prima squadra in Italia a vincere per tre volte di fila la competizione.
Quattro i turni eliminatori che porteranno alla definizione del classico tabellone in formato tennistico a partire dagli ottavi di finale, con gare di sola andata, eccetto per le semifinali programmate con match di andata e ritorno.
Finalissima programmata per la serata del 9 maggio 2018 allo Stadio Olimpico di Roma.

Con riferimento alle complessive 78 società iscritte alla Coppa Italia edizione 2017-2018, c’è da segnalare che oltre alle 42 classiche squadre di Serie “A” e Serie “B” scenderanno in campo anche 27 formazioni di Lega Pro e 9 di Serie “D”.
Quasi metà delle formazioni partecipanti, per la precisione 36, scenderanno in campo già nel corso del primo turno di qualificazione; fra queste nessuna formazione di Serie “A” e di Serie “B”, considerando che i club cadetti entreranno in scena a partire dal secondo turno preliminare (6 agosto), mentre i primi dodici club di massima serie (Torino, Sampdoria, Cagliari, Sassuolo, Udinese, Chievo Verona, Bologna, Genoa, Crotone, Spal, Hellas Verona e Benevento) faranno il loro ingresso dal terzo turno (12 agosto).
A seguire come detto la disputa del quarto turno preliminare (12 novembre), degli ottavi di finali (13 e 20 dicembre) con l’ingresso delle cosiddette teste di serie (Juventus, Roma, Napoli, Atalanta, Lazio, Milan, Inter e Fiorentina), dei quarti di finale (27 dicembre 2017 e 3 gennaio 2018), delle semifinali (31 gennaio e 28 febbraio) e della finalissima (9 maggio 2018).