Archivi categoria: Serie “A”

Serie A: si riparte domenica a pranzo con Atalanta-Napoli

(daniele amadasi)  Dopo le due settimane di sosta per via della pausa invernale, la Serie A è pronta a riaccendere i motori del campionato per la due giorni dedicata alla 21.esima giornata, seconda del girone di ritorno.
Due giorni di massima serie che prenderà al via domenica 21 gennaio alle ore 12.30 con Atalanta-Napoli e che proseguirà poi con alle ore 15.00 con le sfide Bologna-Benevento, Lazio-ChievoVerona, Sampdoria-Fiorentina, Sassuolo-Torino, Udinese-Spal ed HellasVerona-Crotone, alle ore 18.00 con Cagliari-Milan ed infine alle ore 20.45 con Inter-Roma.
Per lunedì 22 gennaio alle ore 20.45 è infine previsto il posticipo Juventus-Genoa, mentre nella serata di martedì 23 gennaio saranno recuperate i match Lazio-Udinese (alle ore 19.00) e Sampdoria-Roma (alle ore 21.00).

Due quindi, tornando alla stretta attualità della seconda giornata del girone di ritorno, i match clou in programma a Bergamo fra la sempre più sorprendente Atalanta di Mister Gasperini ed il Napoli capolista reduce dallo scotto mercato per il mancato acquisto di Simone Verdi dal Bologna e quello del Meazza dove Inter e Roma si sfidano in un match da non sbagliare considerando il rispettivo divieto del termine sconfitta.
Turno di campionato che in caso di mancato successo esterno del Napoli a Bergamo, potrebbe vedere l’avvicendamento al cambio del vertice della classifica, qualora la Juventus portasse a casa la posta piena nel match dello Stadium contro il Genoa.

L’attuale classifica di Serie A: Napoli 51 punti; Juventus 50; Inter 42;  Lazio* 40; Roma* 39; Atalanta e Sampdoria* 30; Udinese, Atalanta, Milan e Fiorentina 28; Bologna 24; ChievoVerona 22; Genoa e Sassuolo 21; Cagliari 20; Crotone e Spal 15; HellasVerona 13;  Benevento 7. (Lazio-Udinese e Sampdoria-Roma saranno recuperate mercoledì 24 gennaio, rispettivamente alle ore 19.00 e 21.00).

L’aggiornata classifica marcatori: Ciro Immobile (Lazio) 20 reti (6 rigori); Mauro Icardi (Inter) 18 reti (4 rigori); Paulo Dybala (Juventus) 14 reti (1 rigore); Fabio Quagliarella (Sampdoria) 12 reti (3 rigori); Dries Mertens (Napoli) 10 reti (3 rigori);  Edin Dzeko (Roma) e Gonzalo Higuain (Juve) 9 reti.

Calciomercato: Napoli ai dettagli per Verdi, Juve bloccato Torreira

(daniele amadasi)  Mentre la Serie A si appresta a terminare la prima delle due settimane di stop, le vicende del calciomercato iniziano a prendere forma, con i primi colpi della sessione invernale sia per l’immediato che in prospettiva media futura.

Nel primo caso ed andando quindi in ordine temporale, dopo le nostre prime anticipazioni, ci sono da registrare i passaggi di maglia di Marco Capuano dal Cagliari al Crotone,  di Leandro Castan dalla Roma al Cagliari, di Bruno Pektovic dal Bologna all’Hellas Verona, di Zinédine Machach dal Tolosa al Napoli, di Martin Caceres dall’Hellas Verona alla Lazio, di Jasmin Kurtic dall’Atalanta alla Spal e dello svincolato ex Juve Paolo De Ceglie al Servette.
In via di definizione anche lo sbarco di Simone Verdi dal Bologna al Napoli per complessivi 25 milioni di €uro,  il passaggio di Emanuele Giaccherini dal Napoli all’Atalanta ed il prestito con obbligo di riscatto al prossimo giugno fissato a quota 10 milioni di Lisandro Lopez dal Benfica all’Inter.
Formazione neroazzurra milanese che sta anche provando a convincere il Barcellona a cedergli in prestito Rafinha, dato in partenza dai blaugrana insieme al compagno di squadra Gerard Deulofeu, richiesto dal Napoli.

Molto attivo a livello di calciomercato anche il Milan che a parte il viaggio in Germania del DS Mirabelli per sondare il terreno con il Bayer Leverkusen per Julian Brandt e con lo Shalke’04 per Max Meyer, vorrebbe cedere in prestito all’Udinese Manuel Locatelli in cambio di una opzione per l’acquisto a giugno del centrocampista friulano Jakub Jankto.
Da registrare infine che la Juventus in attesa dell’ufficializzazione dell’ingaggio a parametro zero per il prossimo giugno di Emre Can dal Liverpool, dopo avere sondato con Atalanta e Roma le situazioni dei centrocampista Bryan Cristante e Lorenzo Pellegrini, ha strappato alla Sampdoria un’opzione per l’eventuale acquisto di Lucas Torreira dalla Sampdoria.

Calciomercato: la situazione a giovedì 11 gennaio

(daniele amadasi)  Nuovo aggiornamento con le vicende del calciomercato e con la sessione invernale in corso da mercoledì 3 gennaio sino a mercoledì 31.

Sessione di calciomercato cosiddetta di riparazione che ha sinora visto l’apertura di tantissime trattative, seppure più con vista a giugno che nell’immediato, considerando che la programmazione vera e propria della sessione estiva del mercato avviene proprio in questo periodo dell’anno.
Rimanendo però sulla stretta attualità, partiamo dai soli tre affari sinora conclusi e riguardanti gli arrivi in maglia Lazio del jolly difensivo Martín Cáceres dall’Hellas Verona ed a Benevento dei due terzini Jean-Claude BillongNii Nortey Ashong, rispettivamente dal Maribor e dal Fano (Serie C).
In ambito di arrivi andrebbe anche ricordato l’approdo da svincolato già nel mese di dicembre di Giuseppe Rossi al Genoa, mentre sul fronte delle cessioni si sono registrate maggiori operazioni.
A livello di prestiti e di passaggio alla categoria inferiore, quindi dalla Serie A alla Serie B, si sono registrati quelli di Emanuele Suagher dall’Atalanta al Cesena , Federico Melchiorri dal Cagliari al Carpi e Simone Palombi dalla Lazio alla Salernitana, mentre Marko Pjaca dalla Juventus è stato temporaneamente ceduto in Germania allo Schalke’04).
Cessione definitiva invece per Emanuele Gatto dal ChievoVerona all’Alessandria, mentre Paolo Cannavaro ha dato l’addio al calcio giocato smettendo di indossare la maglia del Sassuolo.

Dagli affari fatti passiamo a quelli che si potrebbero realizzare da qui alla prossima estate e quindi alle numerose trattative in corso, che vedono l’Atalanta alla ricerca del possibile sostituto di Jasmin Kurtic destinato alla Spal, con Emanuele Giaccherini del Napoli e  Diego Farias del Cagliari sulla lista della dirigenza orobica, pronta già a dare il via all’asta per la cessione di Bryan Cristante.
Da Bergamo ci spostiamo a Milano, sponda Inter con le speranze di ingaggiare in prestito uno fra Ramires dello Jiangsu Suning Zuqiu Julebu e Gerard Deulofeu del Barcellona e con la possibilità concreta imprestare Andrea Pinamonti al Crotone.
In casa Milan invece si pensa già alla prossima stagione con l’inizio della trattativa di acquisto del centrocampista Jakub Jankto dall’Udinese, così come la Juventus stringe per mettere nero su bianco l’accordo con il tedesco Emre Can in uscita dal Liverpool a parametro zero e la Lazio per ingaggiare sempre in versione svincolato Milan Badelj dalla Fiorentina.
Per il resto da registrare gli interessi del Cagliari per l’attaccante Alberto Cerri di proprietà Juve, del Genoa per il difensore Leandro Castan della Roma e del Crotone per Marco Capuano del Cagliari, mentre il Napoli in attesa della risposta di Simone Verdi se accettare il trasferimento dal Bologna in Campania, stringe per anticipare gli arrivi di  Matteo Politano dal Sassuolo e di Amato Ciciretti dal Benevento.

Infine ci spostiamo alle vicende estere ed internazionali caratterizzate negli ultimi giorni dal passaggio dell’ex Inter Philippe Coutinho dal Liverpool al Barcellona per 160 milioni di €uro e dalla conclusione dell’esperienza professionale in Spagna di Arda Turan, rientrato in patria in Turchia ed accasatosi al Medipol Basaksehir di Istanbul e dalle immancabili voci riguardanti i possibili rientri nella Serie A italiana di Matteo Darmian dal Manchester United e di Domenico Criscito dallo Zenit San Pietroburgo.

Qui Juve: sosta campionato con vista sull’infermeria

(daniele amadasi)  La sosta invernale è arrivata anche in casa Juve con i bianconeri pronti a ricaricare le batterie prima della tripla ripresa, considerando i fronti campionato, Champions League e Coppa Italia.
Due settimane di assenza da gare ufficiali, ma solo una di fatto dall’attività del campo, con una Juve che dopo aver ceduto in prestito secco semestrale ma oneroso per un milione di €uro il trequartista Marko Pjaca alla formazione tedesca dello Shalke’04, guarderà molto al comparto infermeria, con occhi puntati principalmente sulle condizioni fisiche di Cuadrado,  Marchisio e Dybala, considerando che i vari  Gigi Buffon, Mattia De Sciglio, Benedikt Höwedes e Stefano Sturaro sono quasi pronti al rientro.

Per Juan Cuadrado da tempo si monitora il ripetuto problema all’inguine con lo staff medico juventino al lavoro quotidiano per risolvere una volta per tutte la causa dello stop del colombiano.
Analogo discorso per Claudio Marchisio perchè la fretta è cattiva consigliere ed ai bianconeri per la seconda parte di stagione serve un Principino a pieno e non a mezzo servizio.
Situazione leggermente diversa invece per Paulo Dybala che dovrà rimanere fermo per 40 giorni considerando la lesione distrattiva ai flessori della coscia destra riportata sabato sera nella non semplice di Cagliari, vinta a fatica e di misura dai bianconeri grazie alla rete di Federico Bernardeschi ad undici minuti dal novantesimo.

Con queste premesse sino a martedì 16 gennaio, giorno della ripresa degli allenamenti in quel di Vinovo, a tenere banco in casa bianconera sarà la ricca e fitta programmazione dei nove impegni ufficiali incastrati fra le serate dello Stadium di lunedì 22 gennaio e mercoledì 28 febbraio, dedicate rispettivamente al posticipo della 21.esima giornata di Serie A contro il Genoa ed alla gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta.
Nel mezzo altre sette gare dal triplo fronte, con i match di campionato contro ChievoVerona (28 gennaio), Sassuolo (4 febbraio), Fiorentina (11 febbraio), Torino (18 febbraio) ed Atalanta (25 febbraio), l’andata della semifinale di Coppa Italia a Bergamo (31 gennaio) e la prima sfida al Tottenham Hotspur in Uefa Champions League (13 febbraio allo Stadium).

Dal fronte calciomercato infine, prestito di Pjaca a parte, nessuna novità visto che come da testuali parole dell’Amministratore Delegato Beppe Marotta “la sessione di mercato di gennaio è la cosiddetta di riparazione e la Juventus non ha ad oggi nulla da riparare”, considerando tra l’altro, aggiungiamo noi,  che per giugno i bianconeri oltre ad essere già certi degli arrivi dei vari Mattia Caldara, Leonardo Spinazzola e Pol Lirola, sperano a breve di poter ufficializzare anche i due colpi big ed a parametro zero rappresentati da Emre Can del Liverpool e Stefan De Vrij dalla Lazio.