Archivi categoria: News e Speciali

Serie B: Brescia promosso in A con due giornate di anticipo

(daniele amadasi)  Al termine della 36.esima e terz’ultima giornata di regular season il campionato di Serie B ha emesso il suo primo verdetto con la promozione in massima serie del Brescia, vincitore ieri sera al Rigamonti sull’Ascoli per 1-0 grazie alla rete di Daniele Dessena al minuto 36′ del primo tempo.
Successo che ha reso il Brescia (66 punti) di Mister Eugenio Corini irraggiungibile a livello di classifica finale dal Palermo (59), terzo in classifica con sette lunghezze di distanza.

Promozione del Brescia alla prossima edizione della Serie A edizione 2019-2020 la 36.esima giornata cadetta di ieri sera ha portato anche alla matematica qualificazione del Benevento (56), nonostante la sconfitta per 0-1 a Crotone, ai play-off, che oltre alla presenza di una fra Lecce (63 punti) o Palermo deve ancora sciogliere il nodo delle rimanenti quattro squadre che si disputeranno la terza promozione. In gioco Pescara (51), HellasVerona (49), Spezia (48), Cremonese (48), Cittadella (47) e Perugia (47).

Nessun verdetto definitivo nemmeno per quel che concerne la lotta salvezza e play-out considerando che le ultime cinque della classe si trovano ancora racchiuse in sei punti: Livorno (35), Foggia (34), Venezia (34), Padova (29) e Carpi (29). A tal riguardo ricordiamo che le ultime tre retrocedono direttamente in Serie C, mentre la quart’ultima e la quint’ultima disputeranno i play-out.

L’aggiornata classifica della Serie B al termine della 34.esima giornata: Brescia 66 punti,  Lecce* 63, Palermo 59, Benevento 56, Pescara 51, HellasVerona 49, Spezia e Cremonese 48, Cittadella e Perugia 47,  Ascoli 43 e Cosenza* 43, Crotone 40, Salernitana 38, Livorno 35, Foggia e Venezia 34, Padova e Carpi 29. *=una gara in più.

Così nella prossima 37.esima e penultima giornata di campionato (4, 5 e 6 maggio): Ascoli-Palermo, Cremonese-Brescia, Spezia-Crotone, Venezia-Pescara, Cittadella-HellasVerona, Benevento-Padova, Livorno-Carpi, Salernitana-Cosenza e Foggia-Perugia. Riposa: Lecce.

Così nella prossima 38.esima ed ultima giornata di campionato (11 maggio): Brescia-Benevento, Carpi-Venezia, Crotone-Ascoli, Lecce-Spezia, Padova-Livorno, Palermo-Cittadella, Perugia-Cremonese, Pescara-Salernitana e HellasVerona-Foggia. Riposa: Cosenza.

Femminile: scudetto 2019 allo sprint per una tra Juventus, Fiorentina e Milan

(daniele amadasi)  Lo scudetto calcistico della Serie A Femminile verrà assegnato nel corso degli ultimi 90 minuti di gioco, in programma  sabato 20 aprile, attraverso uno sprint a tre fra Juventus, Fiorentina e Milan.

Per la sentenza finale sull’esito del massimo campionato in rosa non sono bastate difatti le prime 21 delle 22 giornate complessive, considerando che a soli 90 minuti dal traguardo ci sono tre squadre racchiuse in due punti: Juventus 53, Fiorentina 52 e Milan 51.

In palio lo scudetto femminile per la vincente di questo entusiasmante campionato ma anche un posto qualificazione alla prossima Uefa Woman’s Champions League per la seconda.

Sabato 20 febbraio alle ore 12.30 quindi in campo in contemporanea, Juventus, Fiorentina e Milan, opposte rispettivamente ad ASD Verona, Roma e ChievoVerona.
Bari-Atalanta alle ore 12.30, Sassuolo-Orobica e Tavagnacco-Florentia alle ore 15.00 completeranno il programma dell’ultima giornata di campionato che dovrà definire, dopo quello dell’Orobica Bergamo, anche il nome della seconda squadra retrocessa in Serie B

Campionato cadetto che da parte sua a tre giornate dal termine dopo la promozione dell’Inter Milano (57 punti) deve sciogliere il nome della seconda squadra che giocherà nella prossima stagione in Serie A, fra Empoli Ladies (43 punti) e Ravenna Woman (40).

Così nella 21.esima giornata delle Serie A Femminile: Juventus-Tavagnacco 5-0, Atalanta-Milan 0-2, ChievoVerona-ASDVerona 0-1, Florentia-Sassuolo 1-1, Orobica-Fiorentina 0-2  e Roma-Bari 1-1.

L’attuale classifica: Juventus 53 punti, Fiorentina 52, Milan 51, Roma 36, Atalanta e Sassuolo 30, Florentina 27, Tavagnacco Udine 24, ASD Verona 19, ChievoVerona 17, Bari 15 e Orobica Bergamo 5.
N.B.: le prime due classificate sono qualificate per l’edizione 2019-2020 della Uefa Women’s Champions League; le ultime due classificate sono sono retrocesse in Serie B.

Così nella prossima 22.esima ed ultima giornata di campionato di sabato 20 aprile 2019: ore 12.30 ASDVerona-Juventus, Fiorentina-Roma, Milan-ChievoVerona, Bari-Atalanta, Sassuolo-Orobica e Tavagnacco-Florentia.

Accordo Inter-Milan per la realizzazione del nuovo stadio san siro

(daniele amadasi)  Entro i prossimi quattro anni l’attuale Stadio del Giuseppe Meazza in San Siro dovrebbe andare in pensione, mediante annessa demolizione, lasciando spazio al nuovo impianto da 60’000 posti a sedere da realizzare nell’area attualmente occupata e dedicata ai parcheggi.

Questa la base di partenza dell’accordo strategico raggiunto da Inter e Milan per la realizzazione del nuovo stadio privato cittadino, sulla base di un investimento complessivo pari a 600 milioni di €uro.
Il sogno dei due club milanesi di avere un proprio stadio di proprietà, seppure al 50%, potrebbe realizzarsi entro l’estate del 2023, consentendo ad Inter e Milan di disputare sul terreno del nuovo Stadio San Siro le partite della stagione sportiva 2022-2023.

Per riuscirci gli entourage dei due club stanno lavorando assiduamente con l’amministrazione cittadina e con l’attuale sindaco Sala per la definizione di tutte le pratiche burocratiche necessarie per dare il via al progetto ed alla costruzione del nuovo stadio calcistico milanesS.

Per facilitare l’avvio dei lavori anche dal punto di vista finanziario verrà bandita un’asta dalla base di 25 milioni di €uro per l’assegnazione del nome da abbinare allo stadio per i primi cinque anni, sulla falsariga di quello fatto dalla Juventus che dalla vendita del cosiddetto “naming rights” per la durata di 12 anni (2008-2020), ha ricavato 75 milioni di €uro dalla “Lagardere Sports & Entarteinment” (ex Sportfive) che a sua volta (e dopo nove anni di insuccessi) ha abbinato il nome dello sponsor Allianz allo Stadium di Torino.

Alcune informazioni sullo Stadio San Siro.
Denominazione:
Giuseppe Meazza.
Anno di costruzione: 1925-1990.
Inaugurazione: 1926.
Ristrutturazioni: 1935 e 1955.
Ammodernamento: 1987-1990 (realizzazione terzo anello).
Nuova inaugurazione: estate 1990 (Mondiali di calcio).
Capienza: 80’018 posti a sedere.

Febbre a 90′ da stasera su Lombardia Sat e Cafè 24

(daniele amadasi)  In attesa di news riguardanti i programmi radiotelevisivi di Calcioparlando, pronta ai box per ripartire con la sua nona stagione in versione “on air”,  siamo lieti di annunciare il via di una nuova trasmissione televisiva, intitolata “Febbre a 90” e condotta dal nostro collega e collaboratore Jacopo Galvani.

Da questa sera, venerdì 14 settembre, a partire dalle ore 21.30 sulle doppie frequenze televisive di Lombardia Sat (Canale 908 del Digitale Satellitare di Sky Tv) e Cafè 24 TV (Digitale Satellitare), prenderà vita il nuovo progetto firmato dal giornalista Galvani, che andrà a coinvolgere nel tempo anche noi di Calcioparlando.
Nel frattempo però spazio a “Febbre a 90” con la presenza in studio fissa anche di Beppe Vigani, Marco Verdeoliva, Riccardo Signori e Marco D’Avanzo, mentre a completare il sestetto televisivo verrà utilizzata la classica poltrona a rotazione, attraverso il coinvolgimento fra i vari ed inclusi noi di Calcioparlando, di Matteo Tencaoioli e Giulio Peroni.

Tematiche principali della punta serale i commenti post Uefa Nations League della nazionale italiana e la doppia presentazione della terza giornata di Serie A e della prima giornata della fase a gironi della Champions League e dell’Europa League al via dalla prossima settimana, con il coinvolgimento di sei squadre italiane: Juventus, Roma, Inter, Napoli, Lazio e Milan.

Al collega Galvani ed alla sua squadra di lavoro va il nostro migliore in bocca al lupo e l’augurio come già dimostrato in altre trasmissioni, di proseguire nel suo dettame di giornalismo sportivo serio e sano, sempre più raro in un periodo televisivo come trash e pseudo trasmissioni in stile bar, non dello sport ma “far west”, caratterizzato  ai noi dall’improvvisazione, dalla mancanza di professionalità e dell’anti informazione sportiva.