Archivi categoria: Campionati Italia

Serie A: dopo la 30.esima è prova di fuga scudetto per la Juve con Lazio -7 ed Inter a -11

(daniele amadasi)  Prova di fuga scudetto per la Juventus al termine della 30.esima giornata, caratterizzata dalla settima vittoria consecutiva dei bianconeri (4-1 nel derby al Torino) e dall’allungo al comando solitario della Serie A a +7 sulla Lazio (0-3 all’Olimpico dal Milan) ed a +11 sull’Inter (1-2 al Meazza dal Bologna), rispettivamente seconda e terza forza del torneo.

L’ottava vittoria di fila dell’Atalanta (1-0 a Cagliari) porta invece i bergamaschi ad un solo punto dal quarto posto dell’Inter, per una corsa alla qualificazione Champions League di fatto già archiviata con largo anticipo, considerando che al quinto posto e distanti quindici lunghezze troviamo il Napoli e la Roma, reduci dallo scontro diretto del San Paolo vinto dai partenopei padroni di casa per 2-1.
Corsa ai piazzamenti Europa League che oltre al Milan, settimo in classifica, tiene ancora, in vita le speranze di Sassuolo (4-2 al Lecce) e Bologna. A livello di lotta salvezza invece importanti vittorie per Fiorentina (2-1 a Parma), Sampdoria (3-0 alla Spal) e Brescia (2-0 al Rigamonti all’Hellas Verona) ed ottimo punto esterno per il Genoa (2-2 in extratime sul campo dell’Udinese).

Serie di risultati che alla vigilia della tre giorni della 31.esima giornata di campionato e dopo il record di presenze in assolute nella massima serie da parte di Gigi Buffon arrivato a quota 648, portano alla seguente ed aggiornata nuova classifica: Juventus 75 punti, Lazio 68, Inter 64, Atalanta 63, Napoli e Roma 48, Milan 46, HellasVerona 42, Bologna 41, Sassuolo 40, Cagliari e Parma 39, Fiorentina 34, Udinese e Sampdoria 32, Torino 31. Genoa 27, Lecce 25, Brescia 21 e Spal 19.

Così nella prossima 31.esima giornata di Serie A.
Martedì 7 luglio: ore 19.30 Lecce-Lazio ed ore 21.45 Milan-Juventus.
Mercoledì 8 luglio: ore 19.30 Fiorentina-Cagliari e Genoa-Napoli; ore 21.45 Atalanta-Sampdoria, Bologna-Sassuolo, Roma-Parma e Torino-Brescia.
Giovedì 9 luglio: ore 19.30 Spal-Udinese ed ore 21.45 HellasVerona-Inter.

Classifica marcatori: C.Immobile (Lazio) 29 reti, C.Ronaldo (Juventus) 25, R.Lukaku (Inter) 20, J.Pedro (Cagliari) 17, L. Muriel (Atalanta) 16, F. Caputo (Sassuolo) e J.Ilicic (Atalanta) 15.

@ Riproduzione Riservata

Serie A: al termine della 27.esima giornata la Juve allunga a +4 sulla Lazio

(daniele amadasi)  Al termine della 27.esima giornata di campionato, la prima disputata in versione completa post blocco Covid-19, la Serie A propone l’allungo in classifica della Juventus a più quattro lunghezze di vantaggio sulla Lazio, seconda forza del torneo.

Ritornata alla pari delle gare disputate dopo la disputa dei quattro recuperi della 25.esima giornata nel corso delle serate di sabato 20 (Torino-Parma 1-1 ed HellasVerona-Cagliari 2-1) e domenica 21 giugno (Atalanta-Sassuolo 4-1 ed Inter-Sampdoria 2-1), fra lunedì 22 e mercoledì 24 giugno si sono disputate le dieci gare valevoli per la 27.esima giornata.
Lecce-Milan 1-4, Fiorentina- Brescia 1-1, Bologna-Juventus 0-2, Spal-Cagliari 0-1, HellasVerona-Napoli 0-2, Genoa-Parma 1-4, Torino-Udinese 1-0, Inter-Sassuolo 3-3, Roma-Sampdoria 2-1 ed Atalanta-Lazio 3-2 i risultati finali che oltre a portare al suddetto allungo della Juventus al comando del campionato sulla Lazio, saldano il quarto posto in classifica dell’Atalanta, mantengono viva la corsa a tre fra Milan, Parma ed HellasVerona per l’ultimo posto utile in ottica qualificazione Europa League e confermano gli ultimi due posti di Spal e Brescia.

Da domani, venerdì 26 giugno, il via alla tre giorni della 28.esima giornata, caratterizzata dal match-clou fra Milan e Roma e dalla sfida salvezza Brescia-Genoa.

L’attuale classifica della Serie A: Juventus 66 punti, Lazio 62, Inter 58, Atalanta 54, Roma 48, Napoli 42, Milan e Parma 39, HellasVerona 38, Cagliari 35, Bologna 34, Sassuolo 33, Fiorentina e Torino 31, Udinese 28, Sampdoria 26, Genoa e Lecce 25, Spal 18 e Brescia 17.

Così per la 28.esima giornata: venerdì 26 giugno ore 21.45 Juventus-Lecce; sabato 27 giugno ore 17.30 Brescia-Genoa, or 19.30 Cagliari-Torino ed ore 21.45 Lazio-Fiorentina; domenica 28 giugno ore 17.15 Milan-Roma, ore 19.30  Napoli-Spal, Sampdoria-Bologna, Sassuolo-HellasVerona ed Udinese-Atalanta, ore 21.45 Parma-Inter.

@ Riproduzione riservata

Serie A: si riparte con i quattro recuperi della 25.esima giornata

(daniele amadasi)  Assegnata la Coppa Italia 2019-2020 al Napoli grazie alla vittoria ai rigori sulla Juventus nella finalissima disputata mercoledì sera allo Stadio Olimpico, da questa serie la Serie A riaccende i propri motori con la disputa dei quattro recuperi, necessari per portare tutte le squadre ad avere disputato 27 gare di campionato.

Fra questa sera, sabato 20 e domani, domenica 21 sono difatti in programma negli orari delle 19.30 e delle 21.45 le sfide Torino-Parma ed HellasVerona-Cagliari, Atalanta-Sassuolo ed Inter-Sampdoria.
Da lunedì 22 a mercoledì 24 giugno andrà invece in scena l’intera 27.esima giornata, così come da venerdì 26 a domenica 28 giugno si giocheranno le dieci gare della 28.esima giornata.
Come già avvenuto nelle semifinali di ritorno e nella finalissima di Coppa Italia, durante ogni partita saranno consentiti, in tre complessivi momenti, cinque sostituzioni per ogni squadra.

Così nei recuperi del fine settimana: sabato 20 giugno ore 19.30 Torino-Parma ed ore 21.45 HellasVerona-Cagliari, domenica 21 giugno ore 19.30 Atalanta-Sassuolo ed ore 21.45 Inter-Sampdoria.

Così per la 27.esima giornata: lunedì 22 giugno ore 19.30 Fiorentina- Brescia e Lecce-Milan, ore 21.45 Bologna-Juventus; martedì 23 giugno ore 19.30 Spal-Cagliari ed HellasVerona-Napoli, ore 21.45 Genoa-Parma e Torino-Udinese; mercoledì 24 giugno ore 19.30 Inter-Sassuolo, ore 21.45 Atalanta-Lazio e Roma-Sampdoria.

Così per la 28.esima giornata: venerdì 26 giugno ore 21.45 Juventus-Lecce; sabato 27 giugno ore 17.30 Brescia-Genoa, or 19.30 Cagliari-Torino ed ore 21.45 Lazio-Fiorentina; domenica 28 giugno ore 17.15 Milan-Roma, ore 19.30  Napoli-Spal, Sampdoria-Bologna, Sassuolo-HellasVerona ed Udinese-Atalanta, ore 21.45 Parma-Inter.

L’attuale classifica della Serie A: Juventus 63 punti, Lazio 62, Inter* 54, Atalanta* 48, Roma 45, Napoli 39, Milan 36, HellasVerona* e Parma* 35, Bologna 34, Sassuolo* e Cagliari* 32, Fiorentina 30, , Udinese 28, Torino* 27, Sampdoria* 26, Genoa e Lecce 25, Spal 18 e Brescia* 16. *=una gara in meno.

@ Riproduzione riservata

Coppa Italia 2019-2020: nel deserto dell’Olimpico di Roma trionfa il Napoli ai rigori sulla Juventus

(daniele amadasi)  L’edizione 2019-2020 della Coppa Italia, disputata a porte chiuse all’Olimpico di Roma per via della legislazione anti Covid-19, va al Napoli al termine di una finalissima giocata a ritmi bassi e decisa dopo i novanta minuti regolamentari (oltre ai quattro complessivi di recupero) dai tiri di rigore.

A decidere la sfida a favore del Napoli nei confronti della Juventus che assegnava la Coppa Italia , i quattro rigori realizzati da Insigne, Politano, Maksimovic e Milik, contro i soli due siglati dai bianconeri Bonucci e Ramsey, considerando gli errori dal dischetto di Dybala (parata di Meret) e Danilo (tiro alto).
Per il Napoli si tratta della sesta vittoria in assoluto della coppa nazionale, mentre per la Juventus di Sarri, dopo la sconfitta nella finalissima di Supercoppa Italiana a dicembre contro la Lazio, arriva la seconda delusione stagionale.
Napoli e Juventus erano arrivate all’atto finale della coppa nazionale eliminando in semifinale rispettivamente l’Inter ed il Milan (Inter-Napoli 0-1 e Milan-Juventus 1-1 nelle gare di andata, Napoli – Inter 1-1 e Juventus-Milan 0-0 nelle gare di ritorno).

Così nella finalissima di Roma di mercoledì 17 giugno delle ore 21.00: Napoli-Juventus 4-2 dopo i rigori (0-0).
Formazione Napoli (4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui (80′ Hysaj); Fabian Ruiz (80′ Allan), Demme, Zielinski (87′ Elmas); Callejon (66′ Politano), Mertens (66′ Milik), Insigne. In panchina: Karnezis, Luperto, Ghoulam, Manolas, Elmas, Llorente, Lozano e Younes. Allenatore: Gattuso.
Juventus (4-3-3): Buffon; Cuadrado (84′ Ramsey), De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (74′ Bernardeschi), Matuidi; Dybala, Ronaldo, Douglas Costa (65′ Danilo).  In panchina: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Rugani, Rabiot, Muratore, Olivieri, Vrioni e Zanimacchia. Allenatore: Sarri. 
Arbitro: Daniele Doveri della sezione AIA di Roma.
Ammoniti: Bonucci, Mario Rui e Dybala.

Tempi di recupero: 1′ + 3′.
Note: match disputato a porte chiuse per via delle restrizioni imposte a seguito della pandemia provocata dal Covid-19.

L’ albo d’oro per numeri di successi della Coppa Italia
13 successi: Juventus.
9 successi: Roma.
7 successi: Inter e Lazio.
6 successi:  Fiorentina e Napoli.
5 successi: Torino  e Milan.
4 successi: Sampdoria.
3 successi: Parma.
2 successi: Bologna.
1 successo: Atalanta, Genoa, Venezia, Vado e Vicenza.

@ Riproduzione riservata