Archivi categoria: Campionati Italia

Serie A: la Juve allunga a +4 sull’Inter

(daniele amadasi)  Dall’aggancio al sorpasso all’allungo al comando della classifica in solitaria da parte della Juventus nei confronti di un Inter scalata a meno quattro lunghezze dalla vetta ed a rischio di ritrovarsi addirittura terza qualora la Lazio vinca il recupero contro l’HellasVerona valevole per la diciassettesima giornata di Serie A.

Questo il principale responso scaturito al termine delle prime nove gara della ventesima giornata di campionato, caratterizzata dal pareggio esterno dell’Inter (1-1 a Lecce) e dalle vittorie interne di Lazio (5-1 alla Sampdoria con tripletta di Ciro Immobile) e Juventus (2-1 al Parma con doppietta di Cristiano Ronaldo), valse l’allungo in classifica dei bianconeri a più quattro lunghezze sull’Inter che nel corso delle ultime cinque giornate si è vista recuperare cinque punti, passando dal +1 in classifica al -4 nei confronti degli attuali campioni d’Italia.

In attesa del posticipo serale di Atalanta-Spal con i neroazzurri bergamaschi vogliosi di riagganciare la Roma (vittoriosa 3-1 a Marassi contro il Genoa) al quarto posto, nelle restanti gare della prima giornata del girone di ritorno si sono registrarti anche i successi di Milan (3-2 allo scadere all’Udinese con doppietta di Ante Rebic ), Fiorentina (2-0 al San Paolo contro un Napoli giunto alla sua terza sconfitta consecutiva) e Sassuolo (2-1 al Torino) ed i due pareggi in Bologna-HellasVerona (1-1) e Brescia-Cagliari (2-2).

Serie di risultati che in attesa anche delle disputa delle gare uniche dei quarti di finale della Coppa Italia in programma da martedì 21 a mercoledì 29 gennaio (Napoli-Lazio, Juventus-Roma, Milan-Torino ed Inter-Fiorentina gli abbinamenti), portano alla seguente ed aggiornata classifica: Juventus 51 punti, Inter 47, Lazio* 45, Roma 38, Atalanta* 35, Cagliari 30, Milan e Parma 28, Torino 27, HellasVerona* 26, Bologna, Fiorentina, Napoli ed Udinese 24, Sassuolo 22, Sampdoria 19, Lecce 16, Brescia 15, Genoa 14 e Spal* 12. *=una gara in meno.

A livello di marcatori invece dietro al laziale Immobile primo a quota 23 gol, troviamo lo juventino Ronaldo con 16, l’interista Lukaku a 14, il cagliaritano Joao Pedro a 13 ed il duo neroazzurro Martinez (Inter) e Muriel (Atalanta) a 10.

Calciomercato: da oggi al 31 gennaio la sessione invernale

(daniele amadasi)  Da oggi, giovedì 2 gennaio 2020 apre ufficialmente la seconda ed ultima sessione del calciomercato 2019-2020, che vedrà concludere le proprie trattative invernali o cosiddette di riparazione alle ore 20.00 di venerdì 31 gennaio.

Ventinove giorni di trattative aperte dai colpi già messi a segno dal Milan e dalla Juventus, riguardanti rispettivamente l’ingaggio a parametro zero da parte dei rossoneri per sei mesi del 38.enne attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic  e dell’acquisto in casa bianconera dall’Atalanta per 44 milioni di €uro (35 di parte fissa per il cartellino + 9 di parte variabile in quota bonus) del 19.enne esterno offensivo svedese Dejan Kulusevski, attualmente in prestito al Parma.
A livello di panchine e cambi allenatori invece le vicende della Serie A già al termine della 17.esima giornata di campionato e quindi prima della sosta natalizia avevano visto gli arrivi di Giuseppe Iachini e Davide Nicola alle guide di Fiorentina e Genoa, rispettivamente al posto di Vincenzo Montella e Thiago Motta.

Tornando alle questioni vere e proprie del calciomercato entriamo nel dettaglio delle numerose trattative in corso, partendo dall’addio in casa Juventus di Mario Mandzukic e con ogni probabilità del 25.enne centrocampista tedesco Emre Can, inserito in uno scambio con il pari età argentino Leandro Paredes del Paris Saint Germain.
Dalla Juventus passiamo all’Inter, rimanendo quindi in cima alla classifica della massima serie, con i neroazzurri vicini all’ingaggio dal Barcellona del 32.enne centrocampista cileno Arturo Vidal, ma anche alla cessione del 26.enne attaccante esterno Matteo Politano alla Fiorentina. Formazione viola che da canto suo sta anche trattando con l’Udinese l’acquisto del 25.enne attaccante argentino Rodrigo De Paul e con la Roma il prestito semestrale del 28.enne jolly Alessandro Florenzi.
Tornando al ruolo dei centrocampisti segnaliamo invece il duello di mercato in atto fra Inter e Napoli per il possibile ingaggio dai belgi del 22.enne norvegese Sander Berge, mentre sul fronte attaccanti la Roma è interessata a mettere peso inserendo nella propria rosa uno uno fra Andrea Pinamonti (Genoa) ed Andrea Petagna (Spal) , mentre il Genoa dopo il colpo Krzysztof Piątek, ci vuole riprovare con il 26.enne ceko Michal Krmenčík in forza al Viktoria Plzen.

In conclusione segnaliamo che due obiettivi mercato di Milan ed Inter hanno già preso altre strade considerando che il 19.enne attaccante austriaco Erling Braut Håland è stato ceduto dal Salisburgo al Borussia Dortmund e che lo stesso club tedesco ha invece venduto il 24.enne centrocampista tedesco Julian Weigl  al Benfica.

Supercoppa Italiana 2019: a Riad trionfa la Lazio nel 3-1 alla Juventus

(daniele amadasi)  Il cielo di Rihad (Arabia Saudita) si è colorato di biancoceleste grazie alla vittoria della Lazio nella finalissima di Supercoppa Italiana 2019 per 3-1 (1-1) ai danni della Juventus.

Per la quinta volta nella sua storia la Lazio si è quindi aggiudicata la sfida che mette di fronte i campioni d’Italia in carica (la Juventus) ed i vincitori della Coppa Italia (Lazio) edizioni 2018-2019, superando la Juventus ed infliggendo ai bianconeri, dopo quella in campionato, la seconda sconfitta stagionale.
Terminato il primo tempo in pareggio per 1-1 per via delle marcature di Luis Alberto (1-0 al 16′) e di Paulo Dybala (1-1 al 45′), la finalissima di Rihad si è decisa nel corso della ripresa con i gol siglati da Senad Lulic (2-1 al 73′) e nei minuti di recupero da Danilo Cataldi (94′) sugli sviluppi di una punizione che aveva portato all’espulsione per doppia ammonizione di Rodrigo Betancur (93′) nella fila bianconere.

Mentre la Lazio del Presidente Lotito guidata in panchina da Simone Inzaghi si gode un nuovo successo dopo la vittoria della Coppa Italia 2018-2019, la Juventus di Maurizio Sarri, già sconfitta dai romani in campionato, vede sfuggire per la settima volta in 15 edizione il successo della Supercoppa, subendo anche le immancabili polemiche per una formazione iniziale caratterizzata dalla presenza in campo fra i titolari di De Sciglio e Demiral al posto di Danilo e De Ligt e del tridente offensivo a scapito della copertura in mediana.

Il tabellino della Supercoppa Italiana 2019: Juventus-Lazio 1-3.
Marcatori 17′ Luis Alberto (Lazio), 45′ Dybala (Juventus), 73′ Lulic (Lazio), 94′ Cataldi (Lazio).
Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio (55′ Cuadrado), Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi (76′ Douglas Costa); Dybala, Higuain (66′ Ramsey), Ronaldo.
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Ligt, Danilo, Rugani, Emre Can, Rabiot, Pjaca, Bernardeschi. Allenatore: Maurizio Sarri.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic Savic, Leiva (64’Cataldi), Luis Alberto (67′ Parolo), Lulic; Correa, Immobile (81′ Caicedo).
A disposizione: Proto, Guerrieri, Bastos, Patric, Marusic, Berisha, Anderson, Jony, Adekanye. Allenatore: Simone Inzaghi.

Ammoniti: Matuidi (Juventus) Leiva, Luis Alberto e Cataldi (Lazio). Espulso: 94′ Bentancur (Juventus) al 49′ st per doppia ammonizione.
Arbitro: Calvarese di Teramo.
Recuperi: 2′ e 3′.
Spettatori: 25’000.

L’aggiornato albo d’oro della Supercoppa Italiana.
8 successi: Juventus (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013, 2015 e 2018) e Milan (1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011 e 2016).
5 successi: Inter (1989, 2005, 2006, 2008 e 2010) e Lazio (1998, 2000, 2009, 2017 e 2019).
2 successi: Napoli (1990 e 2014) e Roma (2001 e 2007).
1 successo: Fiorentina (1996), Parma (1999) e Sampdoria (1991).

Supercoppa Italiana: a Riad la sfida Juventus-Lazio per il titolo 2019

(daniele amadasi)  Mentre la Serie A vede in corso la disputa della sua 17.esima giornata di campionato, oggi alle ore 17.45 a Riad (Arabia Saudita) si assegna oggi, domenica 22 dicembre, l’edizione 2019 della Supercoppa Italiana, attraverso la finale fra la Juventus e la Lazio.

Davanti ai 25’000 spettatori del King Saud University Stadium di Riad e sotto la direzione arbitrale di Gianpaolo Calvarese a partire dalle ore 17.45 italiane (19.45 locali), Juventus e Lazio, replicheranno la finalissima dell’edizione 2018, disputata all’Olimpico di Roma e vinta dai padroni di casa biancocelesti per 3-2 grazie alla rete di Murgia al terzo minuto di recupero.

A livello di campionato ad oggi fra la Juventus prima in classifica e la Lazio terza forza del torneo ci sono 6 punti di differenza, seppure la formazione di Mister Simone Inzaghi abbia giocato una gara in meno e sia ad oggi comunque l’unica squadra capace di superare i bianconeri dall’inizio della stagione, considerando la sfida di sabato 7 dicembre, valevole per la 15.esima giornata e terminata 3-1 per i capitolini.
Ritornando invece ai precedenti a livello di Supercoppa Italiana, Juventus e Lazio si sono già incontrate quattro volte, con due successi a favore dei bianconeri (2013 e 2015) e due per i laziali (1998 e 2018), mentre nelle ultime cinque gare di Serie A le statistiche registrano tre vittorie per i bianconeri e due per i laziali.

Sul fronte formazioni gli attuali campioni d’Italia guidati da Maurizio Sarri oltre alle assenze per infortunio di Perin, Chiellini e Khedira e dei fuori rosa Pjaca e Mandzukic, sono alle prese con i dubbi dell’ultima ora sul portiere titolare Szczesny e sul terzino Alex Sandro, ad oggi più vicini al non essere convocati fra i titolari.
In casa Lazio invece gli unici dubbi riguardano le possibile presenze fra i convocati dei difensori Vavro e Lukaku.
In conclusione segnaliamo che per la Juventus detentrice della Supercoppa,  si tratta della 15.esima partecipazione alla finale della Supercoppa Italiana (nei 14 precedenti 8 vittorie e 6 sconfitte), mentre per la Lazio detentrice della Coppa Italia si tratta dell’ottava volta (nei 7 precedenti 4 vittorie e 3 sconfitte).

L’aggiornato albo d’oro della Supercoppa Italiana.
8 successi: Juventus (1995, 1997, 2002, 2003, 2012, 2013, 2015 e 2018) e Milan (1988, 1992, 1993, 1994, 2004, 2011 e 2016).
5 successi: Inter (1989, 2005, 2006, 2008 e 2010).
4 successi: Lazio (1998, 2000, 2009 e 2017).
2 successi: Napoli (1990 e 2014) e Roma (2001 e 2007).
1 successo: Fiorentina (1996), Parma (1999) e Sampdoria (1991).