Archivi categoria: Campionati Italia

Calciomercato: Zapata all’Atalanta, Juve anche su Marcelo

(daniele amadasi)  Nonostante l’acquisto del secolo” messo a segno dalla Juventus con l’approdo di Cristiano Ronaldo in maglia bianconera, le vicende del calciomercato italiano e non solo proseguono con la definizione di molti altri affari.

Fra questi a livello di importanza da registrare i trasferimenti del 27.enne attaccante colombiano Duvan Zapata dalla Sampdoria all’Atalanta, del 30.enne difensore centrale Francesco Acerbi dal Sassuolo alla Lazio, del 22.enne promettente attaccante Antonino La Gumina dal Palermo all’Empoli, del 32.enne difensore brasiliano Romulo dall’Hellas Verona al Genoa, del 31.enne centrocampista ex Milan Kevin Prince Boateng dall’Eintracht Francoforte al Sassuolo e del 35.enne difensore svincolato Cristian Molinaro al Frosinone.

In via di definizione invece il ritorno al Cagliari, fresco dell’acquisto dalla Juventus del 22.enne attaccante Alberto Cerri, del 28.enne centrocampista svedese Albin Ekdal, il passaggio dell’attaccante italo-brasiliano Eder dall’Inter ai cinesi del Jiangsu Suning e la cessione del Milan del 20.enne centrocampista Manuel Locatelli al Sassuolo.
Fra le suggestioni mercato da segnalare il nuovo interesse della Juventus per un altro giocatore del Real Madrid, il 30.enne difensore brasiliano Marcelo, grande amico fuori dal campo di CR7.

In tema di primi infortuni stagionali invece da registrare  la frattura del terzo medio dell’ulna sinistra ad Alex Meret, il nuovo portiere del Napoli, costretto ad almeno due mesi di stop.
Rimanendo in ottica Napoli segnaliamo che l’ex tecnico Maurizio Sarri è pronto ad accasarsi al Chelsea dopo l’esonero da parte dei blues di Antonio Conte.

Infine a livello di extra campo il Milan, a seguito del nuovo CdA sotto la proprietà del Fondo Elliott di Paul Singer, ha ufficializzato la nomina di Paolo Scaroni a Presidente del club rossonero ed incanalato anche i ritorni a livello dirigenziale di Leonardo e Paolo Maldini, rispettivamente con i ruoli di Direttore Tecnico e Responsabile dell’Area Tecnica.

Calciomercato: CR7 è un nuovo giocatore della Juventus

(daniele amadasi)  Dopo una settimana di anticipazioni  nel corso del pomeriggio di ieri, martedì 10 luglio, è arrivata l’ufficializzazione a livello di calciomercato dell’acquisto di CR7, al secolo Cristiano Ronaldo, da parte della Juventus.
Al Real Madrid per il cartellino del giocatore più forte al mondo andranno 100 milioni di €uro pagabili in due anni, al portoghese contratto quadriennale con scadenza al 30 giugno del 2022 a 31 milioni di €uro netti a stagione, mentre Jorge Mendes, procuratore ed agente di Cristiano Ronaldo andranno 12 milioni di €uro per i cosiddetti costi di intermediazione.

Ribattezzato l’acquisto del secolo” a livello di calciomercato lasciandosi dietro i colpi Gareth Bale (100 M€ dal Manchester United al Real Madrid), Paul Pogba (110 M€ dalla Juventus al Manchester United) e Neymar da Silva (222 M€ dal Barcellona al Paris Saint Germain), l’approdo del cinque volte Pallone d’oro alla Juventus ed in Italia ricorda i più famosi acquisti messi a segno dai nostri club come nei casi di Michel Platini alla Juventus, di Diego Armando Maradona al Napoli, Zico all’Udinese, Falcao alla Roma, Marco Van Basten al Milan e Ronaldo all’Inter.
Rinata dalle ceneri post calciopoli e passata nel corso delle ultime sette vincenti stagioni da un fatturato di livello nazionale di 172 milioni di €uro ad uno internazionale e mondiale di 560 milioni di €uro, la Juventus dopo avere provato ad alzare la propria asticella con gli acquisti di Gonzalo Higuain e Miralem Pjanic dalle sue concorrenti italiane Napoli e Roma, ha alzato la posta in palio andando a prelevare dal Real Madrid da tre anni di fila vincitore della Uefa Champions League, l’attuale giocatore più forte al mondo: Cristiano Ronaldo.

Un investimento mostruoso a livello economico per le abitudini del calcio italiano che fino alla passata stagione vedeva come giocatore più pagato della Serie A il milanista ed ex Juventus, Leonardo Bonucci con 8 milioni di €uro, quasi un quarto dello stipendio di CR7.
Un esborso da parte della Juventus coperto a livello di costo del cartellino dalle risorse derivanti principalmente dalla Champions League e destinate sino ad un mese fa alla caccia a Sergej Milinković Savić della Lazio, mentre a livello di costo stipendio (240 milioni di €uro in quattro anni al netto delle tasse) il pareggio finanziario, di una operazione già avvallata anche dai revisori dei conti dell’Uefa e della Consob, arriverà sia dagli introiti del merchandising che da una serie di cessioni a livello di mercato.
Da quest’ultimo punto di vista da registrare le già avvenute cessioni di Rolando Mandragora (20 M€ all’Udinese) ed Alberto Cerri al Cagliari (10 M€ al Cagliari), quelle già avviate di Moise Kean al Monaco (15 M€) ed Emil Audero alla Sampdoria (15 M€ ) e quelle da intavolare di Gonzalo Huguain e Daniele Rugani al Chelsea per complessivi 100 milioni di €uro. 

Calciomercato: la Juve sogna CR7, il Milan sceglie Zaza

(daniele amadasi)  Fra sogni e realtà, i due attaccanti Cristiano Ronaldo e Simone Zaza sono gli opposti protagonisti delle copertine calciomercato di Juventus e Milan.
Mentre dalla Spagna si vende già il trovato accordo fra CR7 e la Juventus per un nuovo contratto di 4-5 anni da 30 milioni di €uro all’anno in attesa dell’incontro decisivo fra il Presidente del Real Madrid Florentino Pérez ed il procuratore del fenomeno portoghese Jorge Mendes per l’eventuale rettifica della clausola rescissoria da 100 milioni di €uro, il Milan nella giornata di ieri ha trovato l’intesa per l’ingaggio dal Valencia del 27.enne attaccante Simone Zaza.
Intesa sulla base di un prestito gratuito annuale con obbligo di riscatto fra 12 mesi per 20 milioni di €uro, da formalizzare però solo dopo che il Milan, reduce ieri dalla vendita di Gustavo Gomez al Boca Juniors per 6 milioni di €uro, avrà a sua volta trovato l’intesa per la cessione di Nikola Kalinic all’Atlètico Madrid per una cifra non inferiore ai 14 milioni di €uro, dovendo rispettare il pareggio economico fra entrate ed uscite di calciomercato.

Restando sul fronte mercato degli attaccanti nella giornata di ieri Bologna e Sassuolo hanno formalizzato lo scambio dei cartellini di Federico Di Francesco e Diego Falcinelli, con il primo passato in maglia neroverde ed il secondo con quella rossoblu felsinea.
Cambiando ruoli sono stati definiti anche i passaggi di squadra del difensore centrale Armando Izzo dal Genoa al Torino per 10 milioni di €uro, del centrocampista ceko Jakub Jankto per 15 milioni di €uro dall’Udinese alla Sampdoria già sostituito in casa friulano con l’acquisto di Rolando Mandragora dalla Juventus per 20 milioni di €uro 
e del doppio ingaggio da parte del Napoli dei due portieri Alex Meret ed Orestis Karnezis, in arrivo entrambi dall’Udinese per complessivi 30 milioni di €uro.

Infine da registrare sempre i pressing mercato dell’Inter per il centrocampista Moussa Dembélé del Tottenham, del Napoli per il difensore Sime Vrsaliko dell’Atlético Madrid e della Juventus per Matteo Darmian del Manchester United, della Lazio per Francesco Acerbi del Sassuolo e della Fiorentina per Marco Pjaca della Juve.
Sul fronte imminenti uscite da registrare invece quelli di Amato Ciciretti dal Napoli, di Manuel Locatelli dal Milan e di Domenico Berardi dal Sassuolo, con questi ultimi due che potrebbero incrociarsi sulla tratta di scambio Milano-Modena.

Serie A 2018-2019 al via con il raduno estivo della Fiorentina

(daniele amadasi)  Con il ritrovo della Fiorentina si apre ufficialmente la stagione 2018-2019 della Serie A al via con una serie non indifferenti di punti di domanda, sia a livello nazionale che non.
Nel primo caso rientra di fatto la questione Parma alle prese con il procedimento federale in corso per via dell’accusa di responsabilità oggettiva post il match Spezia-Parma che potrebbe costare la promozione in massima serie da parte dei ducali a favore del Palermo.
Nel secondo caso rientra invece la squalifica del Milan da parte dell’Uefa per la violazione del regolamento del Fair Play Finanziario, con la conseguente ammissione diretta dell’Atalanta alla fase eliminatoria a gironi della Uefa Europa League e l’iscrizione della Fiorentina ai turni preliminari della seconda coppa europea per club a livello di importanza, dopo la Uefa Champions League.

Con queste premesse e mancate certezze, inizia oggi, lunedì 2 luglio 2018 la nuova stagione della Serie A, targata dalla Fiorentina, prima squadra a ripartire.
A seguire poi Atalanta, il neopromosso Empoli e l’Udinese nella giornata di mercoledì 4 luglio, Cagliari, ChievoVerona e Roma giovedì 5 luglio, il Bologna venerdì 6, la Juventus campione in carica da sette di fila,  il Parma e la Spal sabato 7 luglio, il Torino domenica 8, Genoa, Inter, Milan e Sampdoria lunedì 9, il Napoli 10 martedì 10 luglio, la Lazio mercoledì 11, il Sassuolo sabato 14 luglio ed infine il Frosinone martedì 17 luglio.

Da segnalare a livello di big che Inter, Juventus, Milan e Roma svolgeranno i propri raduni estivi in casa nei rispettivi centri sportivi di proprietà di Appiano Gentile, della Continassa, di Milanello e di Trigoria, mentre solo la Lazio ed il Napoli andranno veramente in ritiro fuori sede, rispettivamente ad Auronzo di Cadore (Belluno) e Dimaro (Trento).