Tutti gli articoli di Admin

Coppe Europee: sorteggiata la fase a play off di UCL ed UEL

(daniele amadasi) Terminata la fase a gironi delle coppe europee, sono andati in scena oggi a Nyon i sorteggi della fase a play-off di Champions ed Europa League.

A livello di UCL come testa di serie la Juventus è stata abbinata agli spagnoli dell’Atlético Madrid, vincitore ad agosto della Supercoppa Europea, mentre la Roma al Porto per un sorteggio benevolo.
Ajax – Real Madrid, Olympique Lione- Barcellona, Liverpool – Bayern, Manchester United – Paris Saint Germain, Schalke’04 – Manchester City e Tottenham Horspur – Borussia Dortmund gli altri accoppiamenti degli ottavi di finale di Champions League in programma fra il 12 febbraio ed il 5 marzo 2019.

A livello di UEL invece la Lazio è stata abbinata alla formazione spagnola del Siviglia, il Napoli agli svizzeri dello Zurigo e l’Inter agli austriaci del Rapid Vienna.
Galatasaray – Benfica, Bate Borisov – Arsenal, Sporting Lisbona  – Villareal, Fenerbache -Zenit San Pietroburgo, Olympiacos Pireo – Dinamo Kiev, Rennes – Betis Siviglia, Celtic Glasgow – Valencia, Shakhtar Donetsk – Entracht Francoforte, Malmoe – Chelsea, Krasnodar – Bayer Leverkusen, Slavia Praga – Genk, Brugge-Salisburgo e Viktoria Plzen –  Dinamo Zagabria gli altri sorteggi con i sedicesimi di finale di Uefa Europa League in programma nelle serate di giovedì 14 e 21 febbraio 2019.


Coppe Europee: in Champions avanti solo Juve e Roma, Milan out

(luca rolandi)  Bilancio negativo in casa Italia a livello di coppe europee, al termine delle fasi a gironi 2018-2019 di Champions ed Europa League.

Ad approdare agli ottavi di finale della Uefa Champions League solo la Juventus (prima del Girone “H” con 12 punti davanti al Manchester United a 10) e la Roma (seconda del Girone “G” con 9 punti dietro al Real Madrid primo a quota 12), mentre Inter e Napoli classificatesi al terzo posto dei rispettivi Gironi “B” e “C” con 8 e 9 punti con i nerozzaurri dietro a Barcellona e Tottenam Hotspurs ed i partenopei a Paris Saint Germain e Liverpool, saranno relegate ai sedicesimi di finale delle Uefa Europa League.

Seconda  competizione europea che ha tra l’altro visto il passaggio del turno solo da parte della Lazio (seconda del Girone “H” con 9 punti dietro all’Eintracht Francoforte prima a quota 18), vista la clamorosa eliminazione del Milan (terzo nel Girone “F” dietro a Betis Siviglia ed Olympiakos Pireo), soggetto ora a nuove restrizioni da parte dell’Uefa in tema di violazione dei parametri del “Fair Play Finanziario”.

Con queste premesse nell’urna Uefa a livello di coppe europee ci ritroveremo lunedì 17 dicembre a livello italiano con 5 squadre, Juventus e Roma nei sorteggi degli ottavi di finale della Uefa Champions League, Lazio, Inter e Napoli nei sorteggi dei sedicesimi di finale della Uefa Europa League.

Copa Sudamericana 2018: trionfa l’Athletico Paranaense

(daniele amadasi)  La Copa Sudamericana 2018 vola dall’Argentina in Brasile nelle mani dell’Athletico Paranaense che ha superato la resistenza dei colombiani dello Junior Barranquilla solo al termine della serie dei rigori.

Archiviata la finale di andata della seconda coppa sudamericana per club in parità per 1-1, in quel di Curitiba è andata in scena la sfida di ritorno, conclusasi anch’essa in partita dopo i classici 90 minuti di gioco per via delle reti di Pablo (1-0 al 27′) e di Gutierrez (58′).
Nel corso dei supplementari la formazione colombiana dello Junior ha sprecato la grande occasione di far sua la coppa sprecando un rigore al minuto 111′ con Barrera e portando la sfida alla classica lotteria dei rigori.
Per i brasiliani dell’Athletico Paranaense quattro centri su cinque tiri dagli undici metri firmati da Jonathan, Veiga, Bergson ed Heleno, per i colombiani solo tre centri con Narvaez, Perez e Viera e così dopo 210 minuti di gioco fra andata  e ritorno e la serie dei rigori ad alzare al cielo di Curitiba la Copa Sudamericana 2018 sono i padroni di casa dell’Athletico Paranaense, pronti a sfidare il River Plate, fresco vincitore della Copa Libertadores nella Recopa Sudamericana 2018.

Di seguito ed infine riportiamo l’albo d’oro della Copa Sudamericana.
2002: San Lorenzo (Argentina)
2003: Club Sportivo Cienciano (Perù)
2004: Boca Juniors (Argentina)
2005: Boca Juniors (Argentina)
2006: Pachuca (Messico)
2007: Arsenal de Sarandi (Argentina)
2008: Internacional (Brasile)
2009: LDU Quito (Ecuador)
2010: Independiente (Argentina)
2011: Università de Chile (Cile)
2012: San Paolo (Brasile)
2013: Lanús (Argentina)
2014: River Plate (Argentina)
2015: Santa Fe (Colombia)
2016: Chapecoense (Brasile)
2017: Independiente (Argentina)
2018: Athletico Paranaense (Brasile)

Copa Libertadores 2018: festa River Plate, delusione Boca Juniors

(daniele amadasi) L’edizione più travagliata nella storia calcistica della Copa Libertadores 2018 è andata al River Plate, vincitore al termine dei tempi supplementari per 3-1 nei confronti del Boca Juniors.

Archiviata la sfida di andata disputata regolarmente in Argentina lo scorso 11 novembre e terminata in pareggio (2-2 con reti Abila, Pratto, Benedetto ed autorete di Izquierdoz), il match di ritorno, dopo gli innumerevoli rinvii per questioni di ordine pubblica, è andato scena ieri sera in campo neutro, a Madrid, in Europa e quindi fuori continente Sud America.

Terminato il primo tempo con il vantaggio del Boca firmato da Benedetto al 44′, la finale di ritorno della Copa Libertadores si è accesa nel corso della ripresa con l’ingresso in campo di Quintero nelle fila del River Plate e con il pareggio dei biancorossi firmato da Pratto al 68′.
Conclusa la sfida in parità e considerando che nelle sfide delle coppe sudamericane per club non vige la regola del valore doppio dei gol segnati in trasferta, la contesa è proseguita con la disputa dei tempi supplementari, caratterizzati ed incisi dall’espulsione per doppia ammonizione di Barrow (92′) che costringeva il Boca Juniors all’inferiorità numerica.
Vantaggio numerico per contro sfruttato nel migliore dei modi dal River Plate a segno prima con Quintero (109′) e poi con Martinez (120’+2′) per il 3-1 finale che mandava in estasi i “Los Millonarios” ed in frantumi i sogni di gloria dei “Boquenses”.

Di seguito l’albo d’oro della Copa Libertadores.
7 successi: Independiente (1964, 1965, 1972, 1973, 1974, 1975, 1984).
6 successi: Boca Juniors (1977, 1978, 2000, 2001, 2003, 2007).
5 successi: Peñarol (1960, 1961, 1966, 1982, 1987).
4 successi: River Plate (1986, 1996, 2015 e 2018) Estudiantes (1968, 1969, 1970, 2009).
3 successi: Gremio (1983, 1995, 2017), Olimpia (1979, 1990, 2002), San Paolo (1992, 1993, 2005), Nacional (1971, 1980, 1988) e Santos (1962, 1963, 2011)
2 successi: Cruzeiro (1976, 1997), Internacional (2006, 2010) ed Atlético Nacional (1989, 2016).
1 successo: Palmeiras (1999), Colo-Colo (1991) , Racing Club (1967), San Lorenzo (2014), Argentinos Juniors (1985), Vélez Sarsfield (1994), Vasco da Gama (1998), Once Caldas (2004), LDU Quito (2008), Corinthians (2012), Atlético Mineiro (2013) e Flamengo (1981).

A livello di nazionalità sudamericana invece, le 59 edizioni della Copa Libertadores hanno visto complessivamente 25 successi di club dell’Argentina, 18 del Brasile, 8 dell’Uruguay, 3 di Paraguay e Colombia, 1 di Ecuador e Cile.