Uefa Champions League: nella finalissima di Lisbona trionfa il Bayern Monaco superando il PSG per 1-0

(daniele amadasi)  A due giorni dal successo del Siviglia dell’Europa League, nell’anno della pandemia da Covid-19 la Uefa è riuscita ad assegnare anche l’edizione 2019-2020 della Champions League vinta dal Bayern Monaco per 1-0 nei confronti del Paris Saint Germain nella finalissima disputata a porte chiuse a Lisbona, in Portogallo.

A decidere a favore dei bavaresi la finale di UCL disputata ieri sera, domenica 23 agosto 2020, la marcatura realizzata di testa al minuto 59′ dal 24.enne attaccante francese Kingsley Coman, ex di turno essendo cresciuto a livello calcistico nel Paris Saint Germain approdato al Bayern nell’estate del 2015 dopo due stagioni disputate nelle fila della Juventus (2014-2015 e 2015-2016).

Così nella Final Eight della Uefa Champions League 2019-2020.
Quarti di finale (gare uniche): Bayern Monaco – Barcellona 8-2, Olympique Lione – Manchester City 3-1, Paris Saint Germain – Atalanta 2-1 e Lipsia – Atlético Madrid.
Semifinali (gare uniche): Bayern Monaco – Olympique Lione 3-0 e Paris Saint Germain – Lipsia 3-0.
Finalissima: Bayern Monaco – Paris Saint Germain 1-0.

Il tabellino della finalissima di UCL.
Bayern Monaco – Paris Saint Germain 1-0 (0-0).
Bayern Monaco (4-2-3-1):
Neuer; Kimmich , Boateng (25′ Sule ), Alaba, Davies; Goretzka, Thiago Alcantara (86′ Tolisso); Gnabry (68′ Coutinho), Müller, Coman (68′ Perisic); Lewandowski.

Allenatore. Flick.
Paris Saint Germain (4-3-3): Keylor Navas; Kehrer, Thiago Silva, Kimpembè, Bernat (80′ Kurzawa); Paredes (65′ Verratti), Marquinhos, Herrera (72′ Draxler); Di Maria (80′ Choupo-Moting), Mbappé, Neymar. Allenatore: Tuchel.
Ammoniti: 
Davies, Gnabry  e Sule nelle fila del Bayern Monaco, Paredes, Neymar,  Thiago Silva e Kurzawa per il Paris Saint Germain.

Arbitro: Orsato (Italia).
Marcatore: 59′ Coman.

L’albo d’oro delle ultime dieci edizioni della UCL.
2010-2011: Barcellona (Spagna).
2011-2012: Chelsea (Inghilterra).
2012-2013: Bayern Monaco (Germania).
2013-2014: Real Madrid (Spagna).
2014-2015: Barcellona (Spagna).
2015-2016: Real Madrid (Spagna).
2016-2017: Real Madrid (Spagna).
2017-2018: Real Madrid (Spagna).
2018-2019: Liverpool (Inghilterra).
2019-2020: Bayern Monaco (Germania).

@ Riproduzione Riservata

Uefa Europa League: finale amara per l’inter, trionfa ancora il siviglia

(daniele amadasi)  Per la sesta volta nella sua storia e per la quarta volta nelle ultime sei edizioni, il Siviglia si proclama campione dell’Uefa Europa League, avendo superato ieri sera, venerdì 21 agosto 2020, l’Inter per 3-2 nella finalissima disputata a Colonia a porte chiuse per via della pandemia Covid-19.

Terminato il primo periodo in parità per 2-2 per via delle reti neroazzurre di Lukaku (5′ su rigore) e Godin (36′) e della doppia per gli spagnoli di De Jong (12′ e 33′), l’edizione 2019-2020 della UCL è stata decisa a favore del Siviglia al minuto 74′ dall’autorete di Lukaku dopo rovesciata aerea di Diego Carlos.
Pertanto al triplice fischio finale è apoteosi per la formazione andalusa e per la Spagna giunta al settimo successo della seconda coppa europea negli ultimi nove anni, mentre in casa Inter in aggiunta alla delusione per il mancato ritorno al successo dopo anni di astinenza si aprono anche le polemiche post gara causate dalle nuove dichiarazione di un Mister Antonio Conte sempre più voglioso di terminare con due anni di anticipo la propria avventura alla guida tecnica dei neroazzurri.

Così nella Final Eight della UCL 2019-2020.
Quarti di finale (gare uniche): Inter – Bayer Leverkusen 2-1, Shakhtar Donetsk – Basilea 4-1, Siviglia – Wolverhampton 1-0 e Manchester United – Copenhagen 1-0 dopo i supplementari.
Semifinali (gara uniche): Inter – Shakhtar Donetsk 5-0 e Siviglia – Manchester United 2-1 e
Finale: Siviglia – Inter 3-2.

La formazione del Siviglia campione dell’Europa League 2019-2020.
Portieri: Vaclik, Bono e Javi Diaz.
Difensori: Jesus Navas, Koundé, Diego Carlos, Gudelj, Reguilon, Gomez, Jordan e Fernando .
Centrocampisti: Banega, Ocampos, Munir, Escudero, Oliver, Lara e Genaro.
Attaccanti: De Jong, En-Nesyri, Suso, Vazquez e Pablo Perez.
Allenatore: Lopetegui.

L’albo d’oro delle ultime nove edizioni della Uefa Europa League.
2011-2012: Atlético Madrid (Spagna).
2012-2013: Chelsea (Inghilterra).
2013-2014: Siviglia (Spagna).
2014-2015: Siviglia (Spagna).
2015-2016: Siviglia (Spagna).
2016-2017: Manchester United (Inghilterra).
2017-2018: Atlético Madrid (Spagna) .
2018-2019: Chelsea (Inghilterra).
2019-2020: Siviglia (Spagna).

@ Riproduzione Riservata

Uefa Champions League: fra stasera e domani le gare di ritorno degli ottavi di finale

(daniele amadasi)  Definiti gli abbinamenti dei quarti di finale dell’Europa League (Inter – Bayer Leverkusen e Manchester Unites – Copenhagen lunedì 10 agosto, Shakhtar Donetsk – Basilea e Wolverhampton – Siviglia martedì 11 agosto), anche la Uefa Champions League andrà a completare il proprio programma degli ottavi di finale.

Fra questa sera, venerdì 7 agosto e domani, sabato 8 agosto, sono difatti in programma le quattro restanti gare di ritorno degli ottavi di finale di UCL, con le sfide, Juventus – Olympique Lione (andata 0-1), Manchester City – Real Madrid (2-1), Barcellona – Napoli (1-1) e Bayern Monaco – Chelsea (3-0).
Il via alla due giorni di Champions League nella serata odierna con le sfide dello Juventus Stadium di Torino e di Manchester, mentre domani andranno in scena le gare di Barcellona e Monaco di Baviera.
In questa maniera si andrà a definire il lotto delle squadre partecipanti alla fase finale ad eliminazione della Uefa Champions League 2009-2010, che vede per la cronaca la già presenza a livello di qualificazione ai quarti di finale, ottenute prima del lockdown da Covid-19, da
Paris Saint Germain, Atlético Madrid, Atalanta e Lipsia.

Vera e propria Final Eight all’insegna di sette complessive gare uniche fra quarti di finale, semifinali e finalissima, che saranno disputate in Portogallo nei due stadi di Lisbona del Da Luz (casa del Benfica) e del José Alvalade (casa dello Sporting).
Fitto programma per l’assegnazione del massimo titolo continentale per club che vedrà la disputa dei quarti di finale nelle serate di mercoledì 12, giovedì 13, venerdì 14 e sabato 15 agosto, delle semifinali nei giorni di martedì 18 e mercoledì 19 agosto e la finalissima nella serata di domenica 23 agosto la finalissima. Tutte le gare si giocheranno con fischio d’inizio fissato alle ore 21.00.

Uefa Europa League: da stasera la final sixteen

(daniele amadasi)  Con la disputa delle prime quattro gare degli ottavi di finale prende al via da questa sera la final sixteen della Uefa Europa League, che vedrà la disputa di sei gare di ritorno e di due gare uniche in campo neutro, per una formula rivista dopo la sosta internazionale obbligata causa pandemia da Covid-19.

Il via come detto da questa sera, mercoledì 5 agosto 2020, con la disputa delle prime quattro delle otto gare in programma a livello di ottavi di finale: ore 18.55 Copenhagen – Basaksehir (andata 0-1), ore 21.00 Shakhtar Donetsk – Wolfsburg (andata 2-1), Manchester United – Lask (andata 5-0) ed Inter – Getafe (gara unica sul campo neutro tedesco della Veltins Arena di Gelsenkirchen).
Per domani sera, giovedì 6 agosto, sono invece programmate alle ore 18.55 le sfide Bayer Leverkusen – Glasgow Rangers (andata 3-1) e Siviglia – Roma (gara unica sul campo neutro tedesco della Schauinsland Reisen Arena di Duisburg) ed alle ore 21.00 con Wolverhampton – Olympiakos Pireo (andata 1-1) e Basilea – Eintracht Francoforte (andata 3-0).

In palio gli otto posti a disposizione per le gare uniche dei quarti di finale della Uefa Europa League programmate nelle serate di lunedì 10 e martedì 11 agosto a Dusseldorf e Colonia.
A seguire e sempre in Germania la disputa delle gare uniche delle semifinali programmate per domenica 16 e lunedì 17 agosto rispettivamente a Colonia e Dusseldorf; infine la finalissima di venerdì 21 agosto di Colonia per l’assegnazione del secondo titolo europeo per club dopo la Uefa Champions League.
A livello di tabellone play-off la Uefa ha già prestabilito con sorteggi i possibili abbinamenti per i quarti di finale e per le semifinali.
Ai quarti di finale la vincente della sfida Manchester-Lask affronterà la vincente di Copenhagen-Basaksehir, la vincente di Inter-Getafe contro la vincente di Bayer-Rangers, la vincente di Wolverhampton-Olympiakos affronterà la vincente di Siviglia-Roma ed infine la vincente di Shakhtar-Wolfsburg sarà opposta alla vincente di Basilea-Francoforte.
In semifinale invece da una parte una tra Wolfsburg, Shakhtar, Francoforte o Basilea giocherà contro una fra Inter, Getafe, Ranger o Bayer, mentre una fra Linz, Manchester, Basaksehir o Copenaghen affronterà una tra Olympiakos, Wolverhampton, Siviglia o Roma.

Nel corso delle ultime otto edizioni la UCL ha visto trionfare solo squadre spagnole o inglesi, con i tre successi (consecutivi, ndr) del Siviglia (2013-2014, 2014-2015 e 2015-2016), i due dell’Atlético Madrid (2011-2012 e 2017-2018) e del Chelsea (2012-2013 e 2018-2019) ed il singolo del Manchester United (2016-2017).
Dal fronte Italiano invece il successo in questa competizione manca addirittura dalla stagione 1997-1998 quando allo Stadio Lužniki di Mosca (12 maggio 1999) il Parma superò l’Olympique Marsiglia per 3-0, bissando il successo dell’anno prima ottenuto dall’Inter al Parco dei Principi di Parigi (6 maggio 1998) nella finalissima tutta tricolore disputata contro la Lazio (3-0).

@ Riproduzione Riservata