Serie C: in attesa della Vibonese, debuttano Pistoiese, Triestina e Sicula Leonzio

(daniele amadasi)  Archiviate nell’ultimo fine settimana le 27 gare della prima giornata della Serie C versione 2017-2018, nel prossimo week-end ci saranno anche gli esordi stagionali di Pistoiese, Triestina e Sicula Leonzio, rimaste a riposo per via dei format dei tre gironi “A”, “B” e “C” composti sino ad ieri ognuno da 19 squadre.
Sino ad ieri, mercoledì 30 agosto, perchè i Giudici della Corte Federale di Appello hanno riammesso, a campionato iniziato, la Vibonese che a questo punto sarà inserita nel Girone “C”, andando ad iniziare la propria stagione agonistica in ritardo e recuperando nel tempo le due iniziali giornate.

Sicula Leonzio – Matera sabato 2 settembre alle ore 16.30, Pistoiese – Monza e Triestina – Reggiana domenica 3 settembre alle ore 16.30 le date e gli orari dei debutti interni delle tre squadre di Serie C che hanno già osservato il loro turno di riposo, per contro destinati nel turno odierno all’Alessandria (1-1 a Pontedera all’esordio) nel Girone “A”, al Teramo (1-1 a Mestre) nel Girone “B” ed all’Andria (3-3 interno con la Juve Stabia) nel Girone “C”.
Facendo un passo indietro e ritornando a quanto successo nella prima giornata di campionato della terza serie italiana, segnaliamo gli avvii con vittoria delle quotate Livorno (2-1 al Gavorrano), Siena (1-0 alla Lucchese), Carrarese (1-0 a Cuneo), Feralpi Salò (2-1 alla Reggiana), Vicenza (3-0 al Gubbio), Trapani (1-0 al Siracusa) ed i passi falsi di Piacenza (0-2 a Monza), Modena (0-2 dalla Sambenedettese), Padova (0-3 a Renate), Reggina (0-1 a Rende), Catania (1-1 con il Racing Fondi) e Lecce (1-1 a Francavilla)

Di seguito la composizione dei tre gironi della Serie C 2017-2018.
Girone “A”: Alessandria, Arezzo, Arzachena, Carrarese, Cuneo, Gavorrano, Giana Erminio, Livorno, Lucchese, Monza, Olbia, Piacenza, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Pro Piacenza, Robur Siena e Viterbese.
Girone “B”: AlbinoLeffe, Alto Adige Bolzano, Bassano, Fano, Feralpi Salò, Fermana, Gubbio, Mestre, Modena, Padova, Pordenone, Ravenna, Reggiana, Renate, Sambenedettese, Santarcangelo, Teramo, Triestina e Vicenza.
Girone “C”: Akragas, Bisceglie, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Fidelis Andria, Juve Stabia, Lecce, Matera, Monopoli, Paganese, Racing Fondi, Reggina, Rende, Sicula Leonzio, Siracusa, Trapani, Vibonese e Virtus Francavilla.

Calciomercato: al via le ultime 48 ore di trattative serrate

(daniele amadasi)  Patrick Shick alla Roma, Benedikt Höwedes alla Juventus, Leandro Pavoletti al Cagliari e Keita Balde alla Lazio al Monaco per sostituire il partente Kylian M’Bappe, i principali colpi di calciomercato messi a segno ieri sia a livello di entrate che di uscite dalle formazioni di Serie “A”.
Di contorno invece gli approdi di Ledian Memushaj al Benevento dal Pescara e di Gabriel Paletta dal Milan alla Lazio, in attesa dell’ultima intensa 48 ore di mercato, che dovrebbe v edere come protagonista il Napoli impegnato nel difficile tentativo di cedere tre giocatori in esubero: Lorenzo Tonelli, Emanuele Giaccherini e Duvan Zapata, offerti rispettivamente alla Sampdoria, alla Fiorentina ed al Torino, seppure in casa granata si preferisca l’attaccante rossonero M’Baye Niang.

Da valutare anche il mercato dell’Inter alle prese con la scelta di affidare ad Andrea Pinamonti il ruolo di vice-Icardi oppure di acquistare dal Caen l’attaccante Yann Karamoh e cedere il giovane italiano in prestito al Parma in Serie B. Sul fronte cessioni invece in casa neroazzurra si sono concluse le telenovele di Stevan Jovetic e Gabigol, passati rispettivamente al Monaco ed al Benfica.
Restando a Milano ci spostiamo in casa Milan alle prese con una serie di cessioni ma anche con la voglia di mettere a segno dopo Nikola Kalinic dalla Fiorentina un ultimissimo colpo di mercato.

Ultime 48 di calciomercato che come consuetudine risulteranno frenetiche, sopratutto per la ricerca al cosiddetto tassello mancante, come ad esempio nel reparto difensivo del Torino vicino allo svincolato Nicolás Burdisso ed offensivo dell’Hellas Verona alla prese con la trattativa per Alberto Paloschi dell’Atalanta. della Sampdoria con Cyril Théréau dell’Udinese e del Benevento con Pietro Iemmello del Sassuolo.

Verso Russia 2018: i convocati per Spagna ed Israele

(luca rolandi)  Sono 25 i giocatori convocati da Mister Ventura per le due decisive sfide contro Spagna ed Israele in ottica qualificazione diretta ai Mondiali di Russia 2018.
Da ieri il gruppo Italia è al lavoro per preparare le doppie sfide programmate sabato 2 settembre al Santiago Bernabeu di Madrid contro la Spagna e martedì 5 settembre al Mapei Stadium di Reggio Emilia contro Israele.
In palio il primo posto del girone con qualificazione diretta a Russia 2018, mentre in caso di secondo posto l’Italia dovrà disputare la doppia sfida dei play-off, valevoli come spareggi finali per gli ultimi posti a disposizione dell’area europei.
Ad oggi l’Italia è prima del proprio girone insieme alla Spagna, seppure con una differenza reti sfavorevole, che al momento quindi premierebbe la nazionale iberica.

Come detto quindi da ieri a Coverciano Mister Ventura sta preparando la doppia decisiva sfida avendo ai propri ordini i seguenti 25 difensori.
Portieri (3): Gianluigi Buffon (Juventus), Gianluigi Donnarumma (Milan) e Mattia Perin (Genoa).
Difensori (8): Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Andrea Conti (Milan), Danilo D’Ambrosio (Inter), Matteo Darmian (Manchester United) e Daniele Rugani (Juventus).
Centrocampisti (7): Antonio Candreva, Daniele De Rossi (Roma), Riccardo Montolivo (Milan), Marco Parolo (Lazio), Lorenzo Pellegrini (Roma), Leonardo Spinazzola (Atalanta) e Marco Verratti (Paris Saint Germain).
Attaccanti (7): Andrea Belotti (Torino), Federico Bernardeschi (Juventus), Eder  (Inter), Stephan El Shaarawy (Roma), Manolo Gabbiadini (Southampton), Ciro Immobile (Lazio) e Lorenzo Insigne (Napoli).

Rispetto alle previsioni della vigilia e considerando anche l’indisponibilità dell’infortunato Claudio Marchisio (Juventus) e del convalescente Alessandro Florenzi (Roma), possiamo senza dubbio confermare che le vere novità a livello di convocati sono quelle dell’interista Danilo D’Ambrosio e del milanista Riccardo Montolivo.

Serie A: cinque in vetta, compresa la novità Sampdoria

(daniele amadasi)  Cinque squadra a punteggio pieno, cinque ancora a zero punti: questo il bilancio iniziale della Serie A al termine della seconda giornata di campionato 2017-2018.
In vetta alla classifica oltre a Juventus (4-2 in rimonta dallo 0-2 al Genoa con tripletta di Dybala), Napoli (3-1 faticoso all’Atalanta) e Milan (sofferto 2-1 di misura al Cagliari), troviamo l’Inter (3-1 con doppietta di Icardi) che ha fatto suo il primo match-clou stagionale contro la Roma e la sorprendente Sampdoria, corsara ieri sera in quel di Firenze (1-2).
Per contro ancora senza punti all’attivo in classifica troviamo oltre ad Atalanta, Fiorentina e Cagliari, troviamo anche Benevento (0-1 interno contro il Bologna) ed Udinese (2-3 a Ferrara contro la Spal).
Nelle altre tre gare della seconda giornata di campionato, successi per Torino (3-0 al Sassuolo con eurogol in rovesciata di Bellotti) e Lazio (2-1 a Verona contro il Chievo) e pareggio a reti bianche fra Crotone ed Hellas Verona.

Archiviata la seconda giornata di Serie A, la massima serie tornerà protagonista fra due settimane fra sabato 9 e domenica 10 settembre, al termine della prima sosta campionato per via del doppio impegno della nazionale italiana di Mister Ventura impegnata contro Spagna (sabato 2 settembre al Santiago Berabeu di Madrid) ed Israele (martedì 5 settembre al Mapei Stadium di Reggio Emilia) nelle due decisive gare del girone di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.